Lucerabynight.it
Lucerabynight.it

 

 |  LUCERA - LA STORIA |  FORTEZZA SVEVO-ANGIOINA |  ANFITEATRO ROMANO |  DUOMO |  IL TEATRO GARIBALDI |  SANTUARIO SAN FRANCESCO ANTONIO FASANI |  MUSEO DIOCESANO |  IL PONTE GALLUCCI |  LA QUERCIA DI SANTA JUSTA


Ultime news di lucerabynight.it

  • Bonghi-Rosmini: Un applauso al bel gesto
    Lucera - Era pieno come un uovo il glorioso Garibaldi ieri sera, dove sul palcoscenico si esibivano gli alunni del Bonghi-Rosmini: un cocktail perfetto di poesie, balli, sketch e canzoni che hanno entusiasmato il pubblico. Il "Bonghi's got talent", già rappresentato nel liceo lucerino, è stato riproposto al teatro comunale con un fine altamente meritevole. L'incasso- costo del biglietto €5- è stato devoluto all'Associazione “Famiglia Murialdo” per sostenere le spese dei lavori di ristrutturazione del Centro Diurno.

    L'iniziativa è stata del prof. Luigi Stelluto riscontarndo la piena approvazione del D.S. Matteo Capra e la fattiva collaborazione della prof.ssa Adelia Mazzeo senza la quale gli studenti non avrebbero mai immaginato di calcare il palcoscenico.

    La serata si è rivelata spumeggiante, anche grazie alla verve della presentatrice Miriam Sammartino che ha saputo cogliere l'essenza dello spettacolo in un discorso sull'istituzione scolastica, ed ha riservato momenti di intensa ilarità grazie alle scenette comiche 'La pizza di Cico' e 'Il notaio', interpretate da Marco Tarallo Christian Capitanio ed Angelo Tudisco. Invece, i momenti poetici sono stati dedicati ai versi di Alda Merini e Pablo Neruda, recitati da Francesca Bosco e accompagnata alla tastiera da Marienza Stampone.

    A rompere il ghiaccio è stato Marco Tarallo, non solo attore ma anche cantante e coopresentatore, e poi Giulia Camporeale cantando 'Gocce di Memoria' di Giorgia. E' stata poi la volta delle ragazze dell'ASD Ginnastica Ritmica Luceria: Marta Bruno, Linda Rinaldi, Daniela Serra e Benedetta Lembo hanno incantato il pubblico esibendosi con cerchio, nastro e palla. Emanuele Frisi ha, poi eseguito alla testiera 'The Scientist' dei Colplay per poi salire nuovamente sul palco con Giorgio Pellegrino in una straordinaria esibizione di Beatbox che ha aperto la performance di quest'ultimo: un medley delle più famose canzoni dei Queen con l'accompagnamento alla tastiera di Giorgia Bianco.

    Musicista e cantante è anche Giuseppe Colagrossi, emozionando la platea sulle note di 'All of me' di John Legend; non è da meno la piccola Anna Lucino che con la sua voce prorompente ha cantato 'Rolling in the deep' di Adele. Segue un duo di gemelli: Andrea e Laura Ligori rispettivamente cantante e pianista, i quali hanno realizzato anch'essi un medley di canzoni attuali, accuratamente rivisitate.

    Da un duo si passa ad un trio brioso: Mariapia Barbaro, Antonio Vecchiarino ed Anna Dotoli hanno cantato 'Get it right' delle Nuove Direzioni. Anche il ballo non è mancato, infatti Ileana Russo, Giorgia D'Amelij, Eleonora Montepeloso, Micaela Tursi, Francecso Coccia e Mario Forte, della Ballet School di Lucera sono stati magnetici sul palco trasmettendo una grande carica a tutti. La conclusione ha mostrato i due volti dello show: un inno, quasi una preghiera la canzone scelta da Martina Di Carlo: Hallelujah, interpretata magistralmente, e a seguire una spiritosa e coinvolgente esibizione di Gabriel Pecoriello e Giorgio Pellegrino, acconciati a dovere per eseguire la canzone rap 'No pago affitto' di Bello Figo Gu.

    Complimenti a questi ragazzi che si sono messi alla prova, superandola brillantemente, ed hanno saputo mettere a frutto le proprie passioni.

  • Vangelo della Domenica: ?Resta con noi Signore?
    III Domenica di Pasqua anno A –
    In questa III domenica di Pasqua il vangelo ci racconta l’incontro del Risorto con i discepoli di Emmaus. E’ questo uno degli incontri più emozionanti che i discepoli hanno con Gesù, ormai vincitore sulla morte e sul peccato. La sera di quel giorno dopo il sabato Cristo incontra questi due discepoli così afflitti e così delusi. I due sono in una situazione di grande frustrazione, ciò che avevano vissuto a Gerusalemme li aveva sconvolti, Gesù era stato crocifisso e voci di donne lo davano per risorto.
    Allora Gesù si fa vicino, compagno di strada, e li aiuta a comprendere  il vero significato della storia di Gesù e il mistero della sua morte e della sua resurrezione e così i loro cuori si aprono all’ascolto e i loro occhi diventano capaci di riconoscerlo nel “pane spezzato”. Quella voce e quella presenza danno coraggio ai due discepoli. Mentre nell’andare ad Emmaus i loro passi e il loro cuore era triste, dopo l’incontro con Gesù sono decisi nel ritornare a Gerusalemme con passo veloce e pieni di gioia.
    Tutto questo è l’Eucaristia! Una celebrazione dove si ascolta la voce del risorto, si condivide il suo corpo santissimo, e si è poi capaci di testimoniarlo nella vita di ogni giorno. Anche per noi deve succedere ciò che è successo ai due discepoli di Emmaus: il cuore deve arderci perché Gesù ci parla; lo dobbiamo riconoscerlo vivente nei segni eucaristici e poi torniamo alle nostre case, al nostro lavoro, ai nostri impegni alle nostre gioie e ai nostri dolori, carichi della sua forza, della sua Grazia e della sua misericordia.
     don Luigi Tommasone
    www.parrocchiasangiacomo.org


  • Successo garantito per l'evento Mercedes classe E a Lucera, l'auto dei tuoi sogni. Presso Di.Pa. srl
    Lucera, 28 aprile 2017 - Si è svolto nella serata del 28 aprile, presso lo showroom della Di.Pa. srl di Lucera, l'evento di presentazione della nuova Mercedes Classe E, nelle tre versioni Berlina, Coupè e Station Wagon.

    Giunta alla decima generazione, il best seller della Stella si distingue per il design pulito e dal forte impatto emotivo. Porte aperte presso Di.Pa. per conoscere l'Intelligent Drive della nuova Classe E, ricca di tecnologie di assistenza alla guida. Di serie per tutte le Classe E 2016 c’è il Brake Assist Attivo che avverte di un ostacolo, assiste nelle frenate di emergenza e frena autonomamente se rischiate l’incidente o di investire un pedone. Di serie anche l’Attention Assist, che si accorge se siete disattenti o stanchi, oltre al sistema che vi assiste correggendo la traiettoria in caso di vento laterale. La Classe E regala nuovi orizzonti a una guida senza sempre più sicura e senza stress.

    L'assaggio della nuova berlina tedesca ha conquistato i presenti, numerosi ed interessati alle tre versioni presentate. Ma a far da complemento ai nuovi arrivi, il parco macchine presente alla serata ha annoverato anche altre linee Mercedes, per soddisfare tutti i gusti.

    Se avete perso l'evento Mercedes non preoccupatevi! Presso Di.Pa. srl sarete sempre i benvenuti per scoprire tutte le offerte proposte dalla ditta e troverete sempre la disponibilità di chi, da anni, con passione, è pronto ad offrirvi il meglio del settore.

    Di.Pa. srl
    viale dell'Artigianato,2 a Lucera (FG)
    Tel. +39 0881 529459
    Email: info@dipasrl.com
    Sito web: dipasrl.com



  • Sud Sound System e Sergio Sylvestre per la Festa Patronale di Cagnano
    Cagnano, Sud Sound System, i dj di Radio Norba e Sergio Sylvestre alla Festa Patronale
    Da Sabato al via la Novena a San Michele. La festa finanziata anche quest'anno da una lotteria

    La comunità cagnanese si prepara anche quest'anno a festeggiare i suoi Santi patroni Michele e Cataldo nei tradizionali tre giorni dall'8 al 10 maggio.
     Il Comitato Feste, composto dal Comune, da alcune associazioni e dalle parrocchie cagnanesi ha già reso noto i due eventi clou della festa, il concerto dei Sud Sound System con i dj di Radio Norba Veronica e Benny Bolognino la sera dell’8 maggio e il concerto di Sergio Sylvestre, vincitore di Amici reduce dal Festival di Sanremo, il 10 maggio. La serata del 9 maggio, invece, come da tradizione sarò dedicata alla musica classica e alla lirica.
     Per quanto riguarda gli eventi religiosi, non mancheranno il tradizionale pellegrinaggio alla Grotta di San Michele nel pomeriggio dell’8 e la processione dei due Santi per le vie del paese il 10 mattina.

     Anche quest’anno il Comitato ha deciso di finanziare la Festa attraverso una lotteria autorizzata dal Monopolio di Stato che vede come primo premio una Fiat Panda.
    “Dopo l’esperimento riuscito dello scorso anno – commenta il presidente del Comitato Giuseppe Sanzone- abbiamo deciso di organizzare la Festa nel nome della trasparenza e della partecipazione. Rimaniamo convinti che la Festa Patronale, con il suo bagaglio di usi e costumi, rappresenti da un lato un momento di alta devozione ai Santi e dall’altro un momento di unità per il nostro paese che rievoca le proprie radici e i propri valori. Insomma, una festa che è patrimonio dell’intera comunità cagnanese e garganica. Per questo il Comitato ha promosso una serie di incontri invitando la popolazione a partecipare all’organizzazione della festa e ha scelto la formula della lotteria per tracciare i contributi del popolo ”.
    Nel frattempo le due Parrocchie si preparano liturgicamente a celebrare i Santi patron: sabato alle 19 partirà la novena a San Michele, mentre lunedì 1 maggio, l’effige di San Cataldo verrà traslata dall’omonima chiesa alla Chiesa Madre per la novena di preghiera al Santo Vescovo.
    Il Comitato Feste  è costituito dalle  parrocchie  Santa Maria della Pietà e San Francesco e dalle associazioni: Azione Cattolica, Associazione Cuochi Gargano e Capitanata, Federcasalinghe, Le Gemme del Gargano, La Montagna del Sole, Muzia, Schiamazzi, Time Music.

  • La statua di S. Maria Patrona spostata per lavori al tetto del transetto della Cattedrale di Lucera
    Nei prossimi giorni avranno inizio in Cattedrale dei lavori al tetto del transetto di S. Maria, a motivo di infiltrazioni d’acqua piovana. I lavori di rifacimento sono a cura della Direzione regionale della Sovrintendenza.
    A motivo di ciò, la statua di S. Maria Patrona è stata traslata all’altare di S. Rocco, dove permarrà fino al termine dei lavori. L’altare è stato edificato, originariamente, proprio in onore della Madonna nel 1701, come testimonia anche l’iscrizione “EGO DOMINA ET PATRONA”.
     
    Sac. Michele Di Gioia
    Direttore Ufficio diocesano per le
    Comunicazioni sociali/Ufficio stampa

  • Chi sono i veri animali? Cani 'gettati' senza pietà all'interno del canile di Lucera
    Ennesimo un atto di violenza inaudito nei confronti di esseri incapaci di difendersi, che hanno riversato, senza successo in questo caso, tutta la loro fiducia nell'uomo: i cani. Non si tratta di un 'semplice' (per modo di dire) abbandono di cani. E' più il gesto violento con cui è stato compiuto l'abbandono. La scena è stata ripresa dalle telecamere esterne al canile di Lucera. Nel video, diffusosi in modo virale su Facebook, si vede l'uomo avvicinarsi alla recinzione. Porta al guinzaglio due cani. Si guarda con fare circospetto intorno, non accorgendosi, con tutta probabilità, delle telecamere che stavano riprendendo l'angosciante scena. Dopo qualche minuto di esitazione l'uomo afferra uno dei cani e lo getta letteralmente oltre la recinzione. Subito dopo recupera anche l'altro animale e con altrettanta violenza lo scaraventa sulla scia del compagno.

    E' una scena agghiacciante. Senza guardarsi più indietro, senza rimorsi, l'uomo si allontana, incurante dei danni che avrebbe potuto provocare ai due animali. Uno di essi, in effetti, è rimasto ferito a seguito della caduta. Varie e numerose sono state le proteste sul social network, tutte con un comune denominatore: la condanna del brutale gesto che, chi più chi meno, vorrebbero vedere punito.
    La registrazione è stata consegnata alle Forze dell'Ordine, con l'augurio di riuscire a risalire al più presto al responsabile del crudele atto. Ricordiamo, infine che, in Italia l'abbandono è vietato i sensi dell'art. 727 del codice penale, che al primo comma recita: "Chiunque abbandona animali domestici o che abbiano acquisito abitudini della cattività è punito con l'arresto fino ad un anno o con l'ammenda da 1.000 a 10.000 euro."
    La Dichiarazione universale dei diritti dell'animale sancisce all'art. 6 che «L'abbandono di un animale è un atto crudele e degradante».

    Ci auguriamo anche noi che il responsabile paghi al più presto per il suo atto di pura crudeltà e che ciò sia di monito in futuro per coloro ai quali sfiori il pensiero di abbandonare il proprio animale, soprattutto in vista del vicino periodo estivo, quando l'abbandono dei cani si moltiplica in modo esponenziale, forse per le difficoltà che si riscontrano al momento di partire per le vacanze. La scelta di prendere un animale non deve essere presa a cuor leggero ma valutata e ponderata secondo le proprie necessità. Non si può scaricare come un sacco di immondizia alla prima difficoltà, entrano a far parte della famiglia a tutti gli effetti. Meditate...

    Di seguito il video diffuso su Facebook



  • Autismo a Lucera il primo Centro Territoriale
    Autismo: la provincia di Foggia ha il primo Centro Territoriale
    Inaugurato a Lucera, è intitolato al neuropsichiatra Antonio Lepore
    È stato intitolato ad Alberto Lepore, eccellente neuropsichiatra della ASL Foggia scomparso prematuramente, il primo Centro Territoriale per l’Autismo della Capitanata. Inaugurato questa mattina nel plesso “Lastaria” di Lucera, il CAT nasce in ottemperanza al Regolamento Regionale con cui vengono definiti, in via sperimentale, i requisiti della “Rete assistenziale territoriale sanitaria e sociosanitaria per i Disturbi dello Spettro Autistico” e stabiliti i criteri per l'organizzazione della rete e il fabbisogno di strutture per la Puglia.
    Alla inaugurazione hanno partecipato il Direttore Generale della ASL Foggia Vito Piazzolla, il Direttore del Dipartimento di Salute Mentale Antonello Bellomo e la responsabile della Unità Operativa di Neuropsichiatria dell’Infanzia e dell’Adolescenza Albacenzina Borelli.
    “Abbiamo fatto uno sforzo notevole – ha commentato Piazzolla - in un momento di generale contrazione delle risorse. Ma era un nostro dovere. Questo non è solo un obbligo amministrativo e burocratico. È la risposta ad un preciso bisogno che noi intendiamo soddisfare al meglio”.

    Afferente al Dipartimento di Salute Mentale, il Centro si avvale della professionalità di una équipe dedicata all’età evolutiva, e una all’autismo dell’adulto. Nella fase iniziale è stato previsto, per il suo funzionamento, l’impiego di due neuropsichiatri infantili, uno psichiatra, due psicologi, un assistente sociale, un terapista della neuromotricità, un logopedista, un educatore professionale e due infermieri. L’Area Gestione del Personale continua ad espletare tutte le procedure necessarie per il reperimento del personale restante.

    “L’Azienda – ha spiegato Bellomo - sta avendo grandi difficoltà a completare l’organico. In Puglia, infatti, c’è solo una scuola di specializzazione in Neuropsichiatria Infantile, per cui è molto difficile reperire specialisti in questa disciplina. Abbiamo deciso, tuttavia, che questo non doveva fermarci e abbiamo avviato le attività”.
    Per espressa volontà della Direzione Generale, il CAT, nato per fare diagnosi e cura, amplierà, intanto, il servizio assicurando anche attività formativa. Si occuperà, infatti, di preparare professionisti specializzati al trattamento e alla presa in carico dei pazienti, non solo in età evolutiva, ma anche adulta. Campo, quest’ultimo, in cui la formazione è ancora carente.
    Per il personale coinvolto sono previsti idonei percorsi formativi attraverso corsi tecnico-pratici mirati.
    Al Centro si accede attraverso segnalazione dei Centri di Salute Mentale e degli ambulatori del Servizio di Neuropsichiatria dell'Infanzia e dell'Adolescenza, con impegnativa del medico curante autorizzata presso il CUP.
    Dopo la presa in carico (attraverso la stesura di un progetto terapeutico-riabilitativo), le prestazioni sono gratuite e gli appuntamenti vengono fissati direttamente dagli operatori senza alcuna ulteriore necessità di prenotare presso i CUP.

    Poiché il disturbo di spettro è una condizione persistente in tutto il ciclo vitale, particolare attenzione sarà riservata alla continuità delle cure nel passaggio dall'età evolutiva all'età adulta, garantendo all'utenza una presa in carico nei servizi per gli adulti e il raccordo con le strutture riabilitative ubicate sul territorio.

    Gli interventi di assistenza saranno modulati in base ai livelli di complessità della patologia e di intensità di cura. Come da regolamento, si farà valutazione multi-professionale e psicodiagnostica, elaborazione del progetto abilitativo-riabilitativo, supporto educativo e psicologico alla coppia genitoriale, elaborazione del progetto socio-riabilitativo per l’età adulta, attivazione di consulenze specialistiche.

    “Tutti gli inizi sono difficili – ha confermato Borelli - ma c’è, da parte nostra, la ferma volontà di implementare l’attività con l’aiuto di tutti”.
    Il Centro si propone, infatti, il compito di dar vita ad una forma di assistenza diffusa sul territorio per una presa in carico integrata, attraverso la collaborazione in rete con le Associazioni degli utenti e dei familiari.

    Il Dipartimento di Salute Mentale si occuperà di fare un censimento delle realtà associative presenti sul territorio e, insieme al CAT, farà da raccordo inserendo, nel progetto terapeutico, proprio le attività che risulteranno consolidate.





  • Orgoglio lucerino: pioggia di medaglie per Cantina La Marchesa in Francia
    Lucera (Fg), 27/04/2017 – Pioggia di medaglie per Cantina La Marchesa che, solo nel mese di aprile, riceve due riconoscimenti in importanti concorsi francesi con due vini diversi.

    ‘Il Capriccio della Marchesa’ 2014, Igt Daunia Fiano, si è aggiudicato la medaglia d’argento all’11° Concours Mondial des Vins Féminalise svoltosi il 6 aprile scorso a Beaune, in Francia, nel cuore della capitale vinicola della Borgogna.
    Ben 4550 i vini provenienti da tutto il mondo che sono stati degustati, come sempre accade al ‘Féminalise’, unicamente da donne professioniste in campo enologico o da enofile esperte. Una degustazione fuori dagli schemi, che ha visto quest’anno la presenza di ben 850 degustatrici internazionali.
    “È stata la prima volta che Cantina La Marchesa ha partecipato a questo concorso, segnalatoci dall’associazione nazionale Le Donne del Vino”, racconta Marika Maggi - fondatrice insieme al marito Sergio Lucio Grasso della Cantina La Marchesa - che continua: “siamo felici di aver ottenuto questo riconoscimento con ‘Il Capriccio della Marchesa’ perché è un vino nato da una sfida. Tutti, infatti, dicevano che in Puglia non si potessero fare vini bianchi di qualità ma, dato che io sono un’amante di vini bianchi da invecchiamento, ho pensato di produrre una tipologia di vino che facesse fermentazione e affinamento in barrique con la pratica del batonnage, tipicamente francese”.
    Una medaglia, quella del ‘Féminalise’, che oltre ad essere un riconoscimento internazionale è anche una sfida vinta dalla Cantina La Marchesa e in particolare da Marika Maggi che racconta: “inizialmente neanche mio marito Sergio ha condiviso questa idea, da qui il nome dato al vino ‘Il Capriccio della Marchesa’ che è stato, appunto, un mio capriccio, ma che nel tempo mi ha dato ragione. La prima annata è del 2013, sono state prodotte solo 3200 bottiglie, ed è uscita in occasione dei miei 40 anni”.
    Non poteva esserci premio più gradito e più appropriato di quello ottenuto al Concorso ‘Féminalise’ per ‘Il Capriccio della Marchesa’, un vino tutto al femminile. Oltre ad essere nato dall’idea di una donna, ‘Il Capriccio’ porta un’etichetta realizzata da un’altra donna, Arianna Greco, che l’ha dipinta utilizzando il Cacc’è Mmitte de La Marchesa, riprendendo uno scatto realizzato da Claudio Brufola.

    Inoltre ‘Il Capriccio della Marchesa’ 2014 è stato premiato tra le ‘Eccellenze di Puglia’ della Guida ai vini d’Italia 2017 dell’AIS (Associazione Italiana Sommelier).
    Un altro premio importante arriva da Cannes dove, dal 22 al 24 aprile, si è svolta la 14^ edizione de Le Mondial du Rosé organizzata dall’Unione degli enologi francesi. Ad aggiudicarsi l’argento questa volta è stato ‘Il Melograno Igt Daunia Nero di Troia 2016’. “Anche questa è una bella soddisfazione per il nostro rosato, che si riconferma all’altezza di concorsi internazionali. Sempre a Cannes, nel 2010, era stato premiato per la prima volta. Questo ci spinge a continuare ad impegnarci con serietà in quello che facciamo e a credere sempre di più nella nostra terra, la Daunia”, afferma Sergio Lucio Grasso della Cantina La Marchesa, natacome viticoltrice nel 1988 e che oggi può contare su 14 ettari di vigneto estesi nel raggio di trecento metri dal centro aziendale.

  • Sventato furto di attrezzi e materiale ferroso in provincia di Foggia. Un arresto
    E' accaduto proprio nel giorno della liberazione, il 25 aprile, alle 19.30 circa. Presso la Sala Allarmi dell'Istituto di Vigilanza Le Aquile è scattato l'allarme relativo ad una azienda in provincia di Foggia. Immediato l'intervento della pattuglia sul posto ed una seconda di supporto per verificare la situazione. In contemporanea sono state allertate le Forze dell’Ordine, mentre le Guardie Giurate bloccavano un individuo che tentava di scappare sottoposto poi al fermo.  

    Il personale della Vigilanza Le Aquile ha recuperato il materiale ferroso e degli attrezzi per lo scasso. Grazie alla professionalità della Vigilanza Le Aquile, collaborando a stretto contatto con le Forze dell’Ordine, si è riusciti ad evitare l'ennesimo furto in zona.

  • L'asd Basket Lucera batte il Conversano e riprende il cammino nei Play Off
    L'asd Basket Lucera ha battuto 69-64 (16-17; 34-29; 45-46), il Conversano nella gara valida per l'ultimo turno di andata dei Play Off del campionato Regionale di Promozione che si è diputata presso il palazzetto dello sport di viale Canova.
    Gara tirata ed  equilibrata, risolta solo nel finale a favore dei ragazzi di cach Faccilongo, che ha dovuto gestire solo nove atleti a referto e fare i conti anche con l'espusione di De Troia, doppio tecnico, e l' infortunio di Tozzi.

    Il gioco non eccelso ed una difesa ballerina, ha permesso agli avversari di annullare, nei primi tre quarti, il vantaggio medio di sei-sette punti messo in cascina dai suoi ragazzi. Solo nell'ultima frazione la  squadra è riuscita  a prendere il largo, una decina di punti, grazie alla mano caldissima di Andrea Bernardi, autore di tre triple consecutive e 25 punti a referto, ed i canestri pesanti realizzati nei minuti finali da  Tammaro e Basile. Gli ospiti si sono dimostrati squadra ostica e mai doma, che ha venduto cara la pelle fino al suono della sirena. La vittoria muove la classifica e ridà fiducia alla squadra del presidente Massenzio che ospiterà per la prima partita del girone di ritorno della Poule Promozione il Bitonto.

    Tabellini:
    De Troia 4 (2/4), Faccilongo 4 (0/1; 1/2), Tozzi 13 (3/7; 1/1), Tammaro 6 (3/4), Barbaro 4 (2/7), Baselice (0/2 da due), Bernardi 25 (5/8; 4/7), Bevere 11 (4/10 da due), Basile 2 (1/4)

  • Lo scazzamurello non va mai in Serie B
    Foggia: L’ultimo arrivato nella famiglia dei folletti.  Alessandro Croce  fumettista foggiano  per il celebre “scazzamurello”  ha presentato a partire dal 21 Aprile c.a,  presso il teatro Umberto  Giordano di Foggia al critico d’arte prof. Vittorio Sgarbi dopo lo spettacolo su Michelangelo , ed alla notte di:  “Inchiostro di Puglia” tenutasi ad Ordona il 24 dello stesso, la sua nuova opera: ”Lo scazzamurello Innamorato. Casa Editrice : Claudio Grenzi, Foggia 2017 . Edizione Riservata”, la “new entry” nella famiglia degli scazzamurelli, dopo aver ottenuto  il prestigioso  successo con la   prima opera rappresentata  in tavole monocromatiche, dove ha chiarito l’origine di quello celebre folletto, e le sue strabilianti avventure per spaventare tutti quelli che lo vogliono catturare, e soprattutto confrontarsi con la fine del mondo che è ormai prossima.

    L’arrivo di una nuova edizione del fantomatico  “folletto” è stata già anticipata dall’artista durante la seconda edizione del Daunia Comics, fiera del fumetto e dei cosplayers  dove ha dichiarato :”Ci sarà a partire da Marzo 2017” una nuova edizione dello scazzamurello a colori, con battute in vernacolo foggiano, e soprattutto un riadattamento delle fiabe dei fratelli Grimm per permettere a grandi e piccini l’avvicinamento all’arte, che purtroppo oggi sta scomparendo sempre più, per la diffusione scorretta dei nuovi mass-media”.  Il successo di questa nuova opera come annunciato è dovuto  non solo all’aggiunta di colori, per dare “un tocco di originalità all’opera”- come dichiarato da Croce durante il workshop ad Ordona, anche la brillante traduzione delle battute in vernacolo a cura di Tiziano Palmieri, “in quanto il mio fumetto vuole trasmettere qualcosa di positivo al lettore, vista  la nuvola oscura che circonda la nostra quotidianità”. “Questo vuole trasmettere il mio nuovo arrivo: ridere costa gratis!, Non dimenticatelo mai”.

    di Matteo Mantuano

  • Le attività dell?Avis di Lucera non conoscono sosta, oltre sessanta le sacche di sangue raccolte
    Sono state, proprio, delle….”donazioni straordinarie”, quelle realizzate domenica 23 aprile, dai volontari della Sezione Comunale “M. Sardella” di Lucera. Infatti, sono state oltre sessanta le sacche di sangue raccolte, nell’arco della giornata, con l’ausilio dell’autoemoteca dell’AVIS, che ha sostato, in mattinata, presso l’oratorio di S. Maria delle Grazie a Casalvecchio di Puglia e, nel pomeriggio, in Piazza Matteotti a Lucera. L’evento, cui hanno partecipato, attivamente, molti donatori volontari, soprattutto giovani, e molti alla loro prima esperienza, ha contribuito, così, ad incrementare le donazioni di sangue, sempre necessarie.

    Un particolare impegno, nella realizzazione dell’evento, lo hanno dimostrato i giovani avisini della Consulta Giovanile, che hanno saputo coinvolgere i tanti che si sono avvicinati alla postazione dell’autoemoteca, dimostrando non solo la loro curiosità, ma anche la loro disponibilità a donare. Si è trattato di una straordinaria esperienza che, certamente, sarà ripetuta, anche in adesione alle tante richieste pervenute. La “giornata della donazione”, ha fatto seguito ad una serie di incontri formativi, svolti soprattutto nelle scuole, che hanno consentito di acquisire molte informazioni utili su tematiche importanti, come: la selezione del donatore, la sicurezza, l'appropriatezza e la qualità del sangue raccolto, oltre ad altri temi inerenti l’ambito delle patologie cardiologiche, delle intossicazioni e delle tossicodipendenze e, soprattutto, del mantenimento di corretti stili di vita.

    L’impegno dei donatori AVIS, è quello di organizzare, e svolgere, altre iniziative, tese a perseguire gli obiettivi associativi, e di ottenere una maggiore sensibilizzazione, e formazione, di tanti donatori e potenziali altri donatori, in modo che possano offrire, con regolarità, la loro disponibilità e generosità, rispetto al nobile gesto della donazione del sangue. E’ doveroso, quindi, rivolgere un caloroso ringraziamento a quanti, con il loro sostegno e la loro disponibilità, hanno consentito di raggiungere tali, ambiti, traguardi. Tutto ciò inorgoglisce, ed incoraggia, i donatori, per cui siamo certi che, anche per il futuro, non mancherà  tanta solidarietà.

    Lucera, 24 aprile 2017                                                         
    Sezione Comunale AVIS  “M. Sardella” Lucera

  • Centro Territoriale per l?Autismo: il 27 aprile si inaugura la sede di Lucera
    “La ASL chiede il sostegno e il contributo delle famiglie. Nostro compito è elaborare e realizzare i percorsi operativi, ma è insieme che li riempiremo di contenuti”. È con tale presupposto che il Direttore Generale della ASL Foggia Vito Piazzolla ha incontrato le associazioni di famiglie di persone affette da autismo. 
    Nel corso della riunione, conclusasi con la proposta da parte di Piazzolla dell’istituzione di una Consulta, coordinata dal Dipartimento di Salute Mentale, è stato presentato il progetto relativo al nuovo Centro Territoriale per l’Autismo. Il CAT, con sede a Lucera, sarà inaugurato il prossimo 27 aprile alle ore 10,00 all’interno del Plesso “Lastaria”. 
    All’incontro tecnico hanno partecipato le associazioni attive sul territorio: “ANFFAS”, “i Fun”, “Diversabili”, “Insieme per l’autismo”, “Straordinariamente abili”, “Solo uguali diritti”, “ANGSA”. 
    Assieme a Piazzolla, hanno presentato il progetto il Direttore del Dipartimento Antonello Bellomo e la neuropsichiatra infantile Vincenzina Borelli. Già da fine dicembre l’Azienda ha preso atto del Regolamento Regionale con il quale sono stati definiti, in via sperimentale, i requisiti della “Rete assistenziale territoriale sanitaria e sociosanitaria per i Disturbi dello Spettro Autistico”. 
    Contestualmente, la Direzione ha avviato le procedure di attivazione di un Centro Territoriale per l’Autismo a gestione pubblica, afferente al Dipartimento di Salute Mentale, individuando, come sede, Lucera. 
    A disposizione del Centro ci saranno una équipe dedicata all’età evolutiva e una all’autismo dell’adulto. Gli interventi di assistenza saranno modulati in base ai livelli di complessità della patologia e di intensità di cura. Come da regolamento, si farà valutazione multi-professionale e psicodiagnostica, elaborazione del progetto abilitativo-riabilitativo, supporto educativo e psicologico alla coppia genitoriale, elaborazione del progetto socio-riabilitativo per l’età adulta, attivazione di consulenze specialistiche.
    Per espressa volontà della Direzione Generale, il CAT, nato per fare diagnosi e cura, amplierà il servizio assicurando anche attività formativa. Si occuperà, infatti, di preparare professionisti specializzati al trattamento e alla presa in carico dei pazienti, non solo in età evolutiva, ma anche adulta. Campo, quest’ultimo, in cui la formazione è ancora carente.
    “Il Centro – ha chiarito Piazzolla – avrà il compito di creare una forma di assistenza diffusa sul territorio per una presa in carico integrata attraverso la collaborazione in rete con le Associazioni. Il Dipartimento si occuperà di fare un censimento delle realtà associative presenti sul territorio e, insieme al CAT, farà da raccordo inserendo, nel progetto terapeutico, proprio le attività che risulteranno consolidate”.
    Pronta è stata la risposta delle associazioni che hanno assicurato alla ASL tutto il supporto e la collaborazione possibili per una organizzazione sinergica delle attività.
    Saranno presenti anche loro, il 27 aprile, a Lucera dove, attivate tutte le procedure di messa in sicurezza dei locali e di adeguamento degli spazi alle esigenze del Servizio, l’Azienda è pronta ad inaugurare il Servizio.
     
    Foggia,
    21.04.2017

  • VIDEO - Se io fossi Sindaco di Lucera vince l'idea e un sogno di una ragazza
    Una visita a Bologna è alla base della proposta di Giulia Cutone, la vincitrice di “Se io fossi Sindaco di Lucera: Idee, Progetti e Sogni da realizzare", ideata dal Rotary club di Lucera. Una biblioteca a misura dei lettori, grandi e soprattutto piccini, sarà il progetto che verrà realizzato grazie all’amministrazione lucerina e alla iniziativa del Rotary, che ha dato voce ai bimbi e alle loro proposte interessanti per migliorare la città di Lucera, la sua vivibilità e qualità della vita.

    Idee che hanno dato vita anche al progetto-libro che porta lo stesso nome coniato per l'evento, il cui il ricavato sarà devoluto alle stesse scuole per soddisfare uno specifico bisogno formativo

    Durante la manifestazione, sono stati premiati tre, tra i circa 200 bambini che hanno partecipato e frequentanti le classi quinte delle scuole elementari di Lucera, e che sono stati prescelti da una commissione esaminatrice.

    I vincitori soni stati premiati dal sindaco, Antonio Tutolo, che ha consegnato al vincitore-piccolo sindaco di Lucera la fascia tricolore.


    Di seguito l’elenco dei premiati:
    Classe V B dell’Istituto Bozzini-Fasani (premio fuori concorso);
    La Cava Annazel, V sezione C dell’Istituto Tommasone(3° classificato);
    Campanaro Antonietta, V sezione A dell’Istituto Tommasone (2° classificato);
    Cutone Giulia, V sezione E dell’Istituto Lombardo Radice (1° classificato).



  • GIORNATA INTERNAZIONALE DEL JAZZ LUCERA, Teatro comunale Garibaldi, 30 aprile 2017 - Like a Bob Dylan
    Le song di Bob Dylan rivivono e sorprendono in una veste nuova ed originale.
     
    Cinzia Tedesco – Vocalist & Vocal arrangements
    Stefano Sabatini – Piano, Music arrangements
    Simone Sitta – Cello
    Dario Rosciglione – Double Bass
    Pietro Iodice - Drums
     
    Comunicato stampa
     
    La musica è un potente strumento di comunicazione che trascende e annulla le differenze di razza, religione, etnia o nazionalità. La musica jazz, in modo particolare, ha dimostrato di essere un formidabile strumento di dialogo interculturale, di unificazione e di coesistenza pacifica. Per questi motivi l’UNESCO ha deciso di dedicarle ogni anno una Giornata Internazionale da celebrare in tutto il mondo.
    Nell'àmbito di questa ricorrenza, il Club per l'UNESCO di Lucera, presieduto dall’arch. Carmine Altobelli, con il patrocinio e la collaborazione della Città d'Arte di Lucera (FG) organizza, per il quarto anno consecutivo,
     
    una serata AD INGRESSO LIBERO (fino ad esaurimento posti)
    interamente dedicata alla musica jazz.
     
    Domenica 30 aprile 2017, alle ore 19,30,saranno infatti ospiti del Teatro comunale Garibaldi di Lucera cinque musicisti d’eccezione impegnati in un progetto artistico e musicale dal titolo:
     
    Like a Bob Dylan
     
    Il progetto, ideato dalla talentuosa interprete del jazz italiano Cinzia Tedesco, "Ambasciatrice di Pace” del Centro Internazionale di Pace di Assisi, è uno spettacolo che vede la vocalist italiana impegnata nella riproposizione di noti brani di Bob Dylan arrangiati per creare armonie che sorprendentemente passano dalla musica americana al jazz.
    Le song di Bob Dylan, tra cui Blowing in the wind, Lay lady lay, Knocking on the Heaven’s door e Like a Rolling Stone, rivivono e sorprendono in questa nuova veste.
     
    Gli arrangiamenti del pianista Stefano Sabatini valorizzano la forza interpretativa della Tedesco, mettendo in luce la tecnica di Simone Sitta al violoncello, il suono poderoso di Dario Rosciglione al contrabasso ed il sorprendente e personale drumming di Pietro Iodice alla batteria.
    Cinzia Tedesco è un vero ‘talento del jazz italiano’ (TG2), vocalist poliedrica dalla forte personalità artistica, capace di passare dalle performance teatral-musicali al fianco di grandi artisti quali Piera degli Esposti e Maddalena Crippa, alle performance con grandi jazz band, con la naturalezza che solo il talento naturale può dare, colpisce per la sua intesa forza interpretativa ed è stata definita "una delle voci più interessanti del jazz internazionale".
     
    Un doveroso ringraziamento all'Amministrazione comunale di Lucera per la concessione del Teatro Garibaldi, alla Catapano Grafiche per le realizzazioni grafiche, nonché agli sponsor: Ceramiche De Matteis, Ciro Calabria e Figli Macchine agricole, Azienda Agricola Terre Lucane, CM Sud Carpenterie Metalliche, Schiavone Vittorio Srl, Fontanella Computers, Maiori Costruzioni, Termoidraulica di N. Maiori, Gagliardi Immobiliare, Suoni in Luce, Videosound di Raffaele Patella.
     
    Club per UNESCO Lucera
    www.clubunescolucera.it
    FB: CLUB UNESCO LUCERA
     
    CINZIA TEDESCO
     
    Cinzia Tedesco, pugliese di nascita, collabora con jazzisti di calibro internazionale quali Carl Anderson e Shawnn Montero e con i più noti jazzisti italiani. Definita “Una delle voci più interessanti del panorama jazzistico italiano” (La Repubblica), è chiamata per cantare per l’ex Presidente Americano Bill Clinton e lavora in teatro con grandi attori del calibro di Piera degli Esposti, con il plauso della stampa Nazionale. Interprete "eccezionale ed applauditissima” (Messaggero Veneto), lavora su RAI 1 con Pippo Baudo, viene intervistata su RAINEWS24, su RAI1 TV7 e Telenorba, partecipa a trasmissioni radiofoniche come START, IN DIRETTA da VIA ASIAGO e GIANVARIETA (Radio 1 Rai), OTTO VOLANTE (RADIO 2 RAI) e Battiti (Radio3 RAI); canta all’inaugurazione del Teatro Rossetti in uno spettacolo con nomi del calibro di Giannini, Placido e Proietti. Canta, tra i tanti, al Festival di Spoleto, al Teatro Sistina, il Piccolo di Milano e il Duse di Bologna, al Festival di Ravello, al Calvì Jazz Festival in Corsica, alla Jazz Keller in Germania e all’Auditorium Parco della Musica di Roma. Ideatrice di un progetto jazzistico dedicato al maestro Giuseppe Verdi e che oggi è un CD dal titolo VERDI’s MOOD (SONY Music, 2016), distribuito in Italia, Europa, Giappone e Corea del Sud. Un progetto musicale originale ed unico nel suo genere, Patrocinato dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo per la sua valenza artistica e culturale,‘pronto ad emozionare e che nasce per far parlare di se’ (RAI TG3). Cinzia Tedesco è stata nominata “Ambasciatore di Pace” del Centro Internazionale di Pace di Assisi (Onlus riconosciuta dall’ONU), testimonial di ManiTese (2012) e di Salvamamme/Salvabebè (2014), ha ricevuto dalla GreenAccord il premio ‘Sentinella del Creato’ (2013) ed è stata insignita del ‘Premio Pavoncella 2015’ per la creatività artistica femminile.

  • Lo Sport Lucera retrocede, l'ennesima di fine di un sogno
    Lo Sport Lucera retrocede in Terza Categoria, il verdetto è definitivo.
    La stagione si è conclusa nel modo peggiore, all'ultimo posto in classifica e con una goleada subita, in trasferta, dal Sanctum Nicandrum Manfredonia, compagine contro la quale la risicata e demoralizzata pattuglia biancoceleste ha potuto ben poco, a parte la rete segnata, nella ripresa, da De Paolis, abile ad insaccare da distanza ravvicinata. Domenica, 30 aprile, ultima giornata del Campionato di Seconda Categoria, lo Sport Lucera osserverà il suo turno di riposo.

    Sotto il peso di quattordici sconfitte, su ventiquattro partite, il progetto di Dell'Aquila e De Masi è collassato inesorabilmente, dovendo fronteggiare una serie di problemi tecnici, organizzativi e anche legati alla cronica debolezza economica dalla quale nessuno, tra coloro che in questi anni hanno ritenuto di potere risollevare le sorti del calcio locale, è riuscito ad affrancarsi.
    A tutto questo devono essere aggiunte la lontananza e, permetteteci, in certi casi, la cattiveria di una città indolente che è, oltre modo, capace cinicamente di deridere e addirittura colpevolizzare quanti, con spirito di abnegazione, presidenti, dirigenti, giocatori e collaboratori vari, si sono spesi per tentare di ridare dignità ai nostri colori.
    Con questo ennesimo risultato negativo, bisognerà ripartire da zero, ancora una volta, forse dalla Terza Categoria, prospettiva per nulla entusiasmante, certo; ma, conterà soprattutto l'efficacia della riorganizzazione operata dalla Società, che, da quanto sappiamo, insisterà con il suo progetto.
     
    Sunday Radio
     
    Campionato di Seconda Categoria, Girone A

    Risultati della XXV Giornata
    Cagnano Varano - Atletico Foggia 3-0
    Carpino Calcio - Atletico Orta Nova 0-1
    Don Uva Calcio 1971 - San Giovanni Rotondo 3-1
    Sanctum Nicandrum Manfredonia - Sport Lucera 6-1
    Stornarella Calcio - Bella Vita Puglia 4-2
    Troia - Salvemini Manfredonia 0-2
    riposo: Ischitella

    Classifica
    Stornarella 53
    Don Uva Calcio 1971 46
    Sanctum Nicandrum Manfredonia 46
    Atletico Orta Nova 42
    Bella Vita Puglia 32 (-1)
    Carpino Calcio 31
    Troia 28
    Ischitella 25
    Salvemini Manfredonia 24
    Cagnano Varano 24
    Atletico Foggia 22
    San Giovanni Rotondo 22
    Sport Lucera 20

  • La creatività per combattere l'azzardo? Scelta consapevole a Lucera
     
    Lucera e territorio si caratterizzano da tempo per una spiccata tendenza verso la creatività tecnologica, nativi digitali e no sembrano aver colto al balzo le occasioni offerte dalla Rivoluzione Digitale e tanti sono i progetti in tal senso.

    Nasce proprio da noi l'app sociale 'C&G' ovvero „“Counseling e Guida" è un’App studiata e massimamente voluta  dall’Associazione Nazionale A.Cu.Di.Pa. (Associazione Italiana Cura delle Dipendenze Patologiche) su richiesta della  Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale.
    Un progetto che si è sviluppato in tanti territori ma che ha visto coinvolti pure concittadini di Lucera.

    Si tratta di una  piattaforma online di consulenza sui comportamenti più corretti, parliamo dunque di una stimolazione positiva in caso di abusi e dipendenza. Una applicazione tesa a vigilare  sul comportamento dei cittadini. La app nasce dall'attività di giovani coinvolti in prima persona nel disagio causato da dipendente di ogni genere compresa quella del gioco d'azzardo patologico. Si tratta di un interessante progetto affidato ad una agenzia di sviluppo informatico lucerina.

    Un progetto che a breve sbarcherà nelle scuole, un modo questo per dire no al gioco d'azzardo piaga che purtroppo coinvolge tanti giovani sul nostro territorio.
    Molti sono infatti coloro che vengono attratti da pubblicità come quelle proposte ultimamente da usa il codice bonus per scommettere su 888.
     
    Sappiamo però che nel nostro territorio è massima l'attenzione al fenomeno ed infatti durante il presente anno scolastico sono ancora in corso attività pedagogiche ed educative tese a prevenire la diffusione del gioco patologico tra i giovani.

    Nelle scuole secondarie di primo e secondo grado è ancora in attività la Campagna d'informAzione territoriale STOP AZZARDO, promossa dalla  Cooperativa sociale Onlus Fortore Habitat,in collaborazione con la rete di associazioni  ed alcune scuole che hanno aderito. Si tratta di un programma  per la Salute Sociale che vede anche la partecipazione della Libreria La Bottega dei Miracoli e l'associazione Un Ponte tra la Gente.
    Il progetto ha visto molti giovani coinvolti interessanti  laboratori didattici dedicati alla prevenzione del gioco d'azzardo patologico. La campagna è poi uscita dalle scuole, infatti gli organizzatori qualche mese fa hanno lanciato una campagna di foundrising chiamata  "STOP AZZARDO ADOTTA UNA CLASSE" per riuscire a poter offrire un maggiore coinvolgimento giovanile, le attività proposte hanno visto anche la partecipazione attiva dei genitori a cui spesso manca la consapevolezza del rischio.
    Quello che spesso manca infatti è la percezione del rischio, specie in alcune aree della nostra società viene ancora creduto che una giocata possa regalare fondi necessari per una vita migliore, questo invece è mero inganno. Giocare prevede investimento di fondi, fondi che poi non ritornano indietro nemmeno con una vincita. Basta pensare al fatto che un Gratta & Vinci ha un determinato costa ma che la possibilità di rifarsi di quanto investito non è certo alla prima grattata.  

  • Vangelo della Domenica: 'Signore mio, Dio mio'
    II Domenica di Pasqua anno A – “Signore mio, Dio mio”

    Cristo risorto appare ai discepoli. Ascoltiamo il racconto che ne fa l’evangelista Giovanni. Cristo è presente nella sua chiesa: comunità dei credenti. Il Signore “è il centro della sua comunità e fonte della vita, il fattore unificante, il luogo dove splende la gloria divina”. Il risorto effonde anche lo Spirito, Gesù plasma di nuovo la sua creatura e la rende bella davanti a Dio perché la rende figlia del Padre. Con lo Spirito, Gesù dona anche la pace; “è la pace dell’amore che vince sull’odio… La pace che vuole confortare i discepoli nel presente  e accompagnarli nel futuro…”.  E’ questa  anche la domenica che ci presenta l’esperienza di Tommaso. Egli assente all’apparizione del “giorno dopo il sabato”, quando a porte chiuse appare ai discepoli presi nella loro paura. Oggi, ascoltiamo la seconda apparizione di Gesù, Egli appare a tutti e all’incredulo Tommaso offre i segni del sua passione che dicono anche la sua resurrezione.
    Tommaso cerca e trova! “C’è bisogno che tra il risorto e l’uomo venga gettato un ponte affinchè avvenga l’incontro; questo ponte è la fede”. Egli vuole conoscere e desidera trovare risposte alla sua sete di verità. Trova nel Risorto la risposta ad ogni suo dubbio. Così lo professa suo Signore e suo Dio! Anche per noi il Risorto può essere la risposta ad ogni nostro dubbio, ad ogni nostra ansia, ad ogni nostra preoccupazione. Egli è la verità, la vita, la via. A noi il coraggio di metterci alla ricerca di Chi può dare serenità al nostro cuore inquieto, può essere luce per le nostre tenebre; verità per i nostri dubbi; vita per la nostra esistenza senza senso.
    Nella domenica della Divina Misericordia, mentre la Chiesa ci indica in Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II, santi, un modello per la nostra vita, chiediamo al Signore forza e coraggio per aderire al suo messaggio d’amore; decisione per seguirlo senza timore; volontà per mettere Dio al primo posto nella nostra vita. E san Tommaso ci sia guida perché anche noi possiamo professare la nostra fede certa nel “Signore mio e Dio mio”!
    Don Luigi Tommasone
    www.parrocchiasangiacomo.org


  • Terremoto magnitudo 4.0 zona Cagnano Varano (Foggia)
    Terremoto magnitudo 4.0 zona Cagnano Varano
    Scossa di magnitudo 4.0 è stata registrata questa mattina alle ore 06:25:37 a tre chilometri da Cagnano Varano.
    La scossa è stata localizzata con coordinate geografiche (lat, lon) 41.85, 15.74 ad una profondità di 22 km.
    La scossa è stata sentita in un raggio di circa 30 chilometri.
    Il terremoto è stato localizzato dalla Sala Sismica INGV-Roma.

    Studio9tv,com


  • Appuntamento con i Lions Lucera e Cerignola per l'annullo filatetico che festeggia i 50 anni della loro costituzione
    E' un evento importante quello che attende i cittadini in piazza Nocelli a Lucera domenica 30 aprile, dalle ore 8 alle 14.30. In ricordo della nascita dei due Lions Clubs di Lucera e Cerignola, a cinquant'anni dalla loro Costituzione (Charter), è stata realizzata una cartolina riprodotta da un dipinto 'inedito' dell'artista Luigi Valeno, una fusione pittorica delle cattedrali di Cerignola e Lucera.
     
    I Lions, con la passione e la voglia di operare nel sociale, e Poste Italiane Filatelia, per la passione filatelica, saranno presenti con un ANNULLO FILATETICO 'dedicato'.
    Sarà presente, per l'occasione, il Governatore del Distretto Lions 108 Ab Angelo Pio Gallicchio.


  • Domenica 23 aprile, i testimoni di Geova si incontrano sul tempa 'Rafforziamo la nostra fede in Geova'
    Foggia – Domenica 23 aprile, circa 1800 testimoni di Geova di Foggia e Provincia si riuniranno nella Sala delle Assemblee di Bitonto, in via Ganga di Lupo c/da Patierno, per assistere all’assemblea di Circoscrizione “Rafforziamo la nostra fede in Geova” che trae spunto dal concetto espresso nella scrittura di Ebrei 11:6.
     
    Il programma, attraverso discorsi, dimostrazioni e interviste, metterà in risalto come possiamo sviluppare maggiormente la fede dato che, purtroppo, in questo periodo cruciale della storia umana, viene messa costantemente alla prova a causa di problemi economici, malattie e perdita di lavoro.
    Nella sessione della mattina, alle ore 12:10, ci sarà la cerimonia del battesimo dei nuovi testimoni di Geova per immersione completa in acqua, preceduta da un discorso sul significato della dedicazione a Dio.
     
    Uno dei momenti culminanti dell’assemblea  sarà il discorso pubblico, alle ore 13:30, dal tema: “La vera fede: Cos’è? Come possiamo manifestarla?”. Sarà pronunciato da un ministro viaggiante dei testimoni di Geova e aiuterà tutti i presenti a vedere i benefici pratici derivanti dall’avere una fede autentica.
     
    La sessione di domenica pomeriggio terminerà con il discorso “Raccogliete i frutti di una fede autentica” e risponderà alle seguenti domande:
    · Come possiamo superare gli ostacoli al nostro progresso spirituale?
    · Come possiamo seminare “in vista dello spirito”?
    · Quali ricompense attendono quelli che hanno una fede autentica?
     
    Il programma avrà inizio alle ore 9:30 e terminerà alle ore 16:15.
    L’ingresso è libero. Non si fanno collette.
    I testimoni di Geova nel mondo sono oltre 8 milioni e svolgono la loro opera in 240 nazioni.
    Per chi desidera ricevere ulteriori informazioni sull’attività dei testimoni di Geova e sul programma dell’assemblea può visitare il sito ufficiale WWW.JW.ORG.

  • Smarrito un cellulare Huawei Y6II Compact a Lucera
    Riceviamo e pubblichiamo

    Lucera 20 aprile 2017 - E' stato smarrito un cellulare Huawei Y6II Compact.
    A chi lo ritrovasse preghiamo di consegnarlo alla Polizia di Stato di Lucera oppure ai Vigili Urbani di Lucera.
    Contatto telefonico al numero 348 4749687.
    Si ringrazia chiunque vorra' collaborare.

  • 'Se io fossi Sindaco di Lucera: Idee, Progetti e Sogni da realizzare', incontro Rotary Club di Lucera
    I RAGZZI PER UNA CITTA' MIGLIORE
     
    "Se io fossi Sindaco di Lucera: Idee, Progetti e Sogni da realizzare" questo il tema dell'incontro organizzato dal Rotary Club di Lucera, nel quale verrà presentato  il progetto-libro che porta lo stesso nome coniato per l'evento.
    Durante la manifestazione, oltre alla presentazione del libro, saranno premiati tre, tra i circa 200 bambini che hanno partecipato e frequentanti le classi quinte delle scuole elementari di Lucera, e che sono stati prescelti da una commissione esaminatrice.
    Il Rotary Club di Lucera devolverà il ricavato della vendita del libro alle stesse scuole per soddisfare uno specifico bisogno formativo.
    All'evento parteciperà il Sindaco, Antonio Tutolo, che premierà l'alunno vincitore-piccolo Sindaco di Lucera con la fascia tricolore. 
    L'evento-spettacolo si svolgerà sabato 22 aprile presso il Teatro dell'Opera San Giuseppe di Lucera a partire dalle ore 10.00 e l'ingresso è per invito. 
     
    Il Presidente
    dott. Ernesto  De Martinis

  • Torremaggiore: Amedeo Minghi alla Festa Patronale.
    Sarà Amedeo Minghi il cantante che chiudera i festeggiamenti patronali di Torremaggiore in onore della Madonna della Fontana.
    Come consueto i festeggiamenti sono iniziati lunedì scorso per protrarsi fino a sabato 22 aprile con il concerto del cantautore romano. Le solenni processioni si sono tenute martedì 18 e mercoledì 19 aprile, di seguito il resto del programma della festa:



    PROGRAMMA DELLA FESTA DELLA MADONNA DELLA FONTANA
     
    GIOVEDì 20 APRILE 2017
    Ore 08,00: Sparo di mortaretti;
    Ore 10,00: animazione a cura della ANIMANDIA EVENTI;
    Ore 21,30: Spettacolo Musicale ” TERRA MIA ” tribute tu PINO DANIELE live i ZONACUSTICA e NOR seconda serata con GIANNI RUTIGLIANO yeah La voce calda del sud, a cura di Borrelli Alfonso, Bar Fontana e il Comitato Festa;
    Ore 24,00 circa: grandissima Batteria alla Bolognese in VIA FOGGIA, organizzata dai Sigg. Michelangelo DE CESARE e Fabio CORRIERO offerto dai cittadini residenti e vari Sponsor in onore di Maria SS. Della Fontana e dal Comitato Festa ed eseguita dalla nuova Palmieri Fireworks di Antonio Palmieri e Massimo Celozzi;
     
    VENERDI’ 21 APRILE 2017
    Ore 08,00: Sparo di mortaretti;
    Ore 10,00: animazione a cura della ANIMANDIA EVENTI;
    Ore 20,30: estrazione numeri lotteria Maria SS. Della Fontana;
    Ore 21,00: ” MILLEVOCI ” spettacolo musicale con ” FRANCESCO CICCHELLA”; A chiusura serata sul piazzale E. Fermi il Comitato Festa presenta: 8° EDIZIONE
    “Kìjn, kìjn, è semp semp” spettacolo pirotecnico eseguito ditta nuova Palmieri Fireworks di Antonio Palmieri e Massimo Celozzi sul piazzale E. Fermi;
     
    Sabato 22 aprile 2017
    ore 8 spario di moraretti;
    ore 10 animaizone a cura della ANimandia Eventi;
    ore 16 presso “POSTA DEL PRINCIPE” gara percorso di caccia 50 piattelli a cura della FEderazione ITaliana Caccia Sezione di Torremaggiore;
    ore 20.30 presso il TEatro Comunale commedia comica in due atti, il ricavato verrà devoluto in beneficenza;

  • L'Accademica Calcio Lucera premiata con la Coppa Disciplina

    La stagione 2016-2017 dell'Accademia Calcio Lucera si è arricchita di un risultato di assoluto rilievo. La società lucerina, infatti, si è aggiudicata, come è noto da qualche settimana, la Coppa Disciplina, nel Campionato Regionale Allievi, pur avendo chiuso il torneo nella parte più bassa della classifica, in zona retrocessione.
    Nel conseguire questo obiettivo, bisogna evidenziarlo, l'Accademia Calcio Lucera ha saputo fare meglio di rinomati sodalizi, che da sempre sono protagonisti delle manifestazioni calcistiche regionali e non solo, come il Lecce, il Francavilla Calcio, l'Audace Cerignola, il Monopoli, il Manfredonia e il San Severo, per esempio; e scusate se è poco.
     
    La Coppa Disciplina è un traguardo di grande prestigio; e la sua assegnazione riconosce l'impegno che un Club profonde per rendere migliore il Calcio, attraverso il totale rispetto delle regole che governano l'attività sportiva, in primis, la lealtà nei confronti degli avversari e dei compagni di squadra.
    Sono ancora tanti, purtroppo - come riportano le cronache - gli episodi, caratterizzati da atteggiamenti antisportivi se non di violenza, sui campi di gioco, e nessuna categoria ne è esente, segno di difficoltà da parte del sistema calcio nel riuscire a consolidarsi come comunità in cui prevalgano sempre e comunque le buone pratiche.
     
    L'Accademia Calcio Lucera, con la correttezza dei suoi giocatori, del suo staff tecnico e della sua dirigenza, ha semplicemente dimostrato che un calcio migliore è possibile.
     
    Sunday Radio  

  • 'L?invenzione del vero' del prof. Raffello Palumbo Mosca al Circolo Unione di Lucera venerdì 21 aprile
    Nell'àmbito delle celebrazioni della “Giornata mondiale del libro e del diritto d’autore”, proclamata dall’UNESCO il 23 aprile di ogni anno per sottolineare l’importanza del libro quale strumento di conoscenza e formazione, per far scoprire il piacere della lettura e per valorizzare il contributo che gli autori danno al progresso sociale e culturale dell’umanità,
    il Club per l’UNESCO e il Circolo Unione di Lucera sono lieti di invitare la S.V. alla presentazione del libro “L’invenzione del vero” del prof. Raffello Palumbo Mosca, che avrà luogo nel Salone di rappresentanza del Circolo Unione di Lucera venerdì 21 aprile 2017 alle ore 19.
     
    L’invenzione del vero irrompe nel dibattito letterario che da qualche anno riempie le pagine culturali dei maggiori quotidiani del nostro Paese. È vero che il romanzo «è morto»? Chi si preoccupa di celebrare la fine del genere, non ha forse perso di vista l’identità dell’oggetto in questione? Il romanzo che muore – se muore – è qualcosa di cui oggi abbiamo ancora bisogno? Da L’abusivo di Antonio Franchini a Le benevole di Jonathan Littell, passando per i romanzi verità di Saviano e le meditazioni morali di Eraldo Affinati, L’invenzione del vero è un viaggio nella narrativa contemporanea italiana, francese e americana. Con un’attenta analisi testuale e una rigorosa ricerca delle fonti, l'Autore trova e svela le ragioni che fanno del romanzo uno strumento ancora attuale di conoscenza della realtà e dell’uomo.
    Il prof. Raffaello Palumbo Mosca è dottore di ricerca in Lettere presso l’Università di Torino e Ph.D. in Lingue e letterature romanze alla University of Chicago. Ha pubblicato numerosi articoli su riviste nazionali e internazionali («Lettere Italiane», «Modern Language Notes», «Raison Publique», «Studi Novecenteschi») e tenuto conferenze in Italia, Inghilterra, Francia e Stati Uniti. Si occupa principalmente del romanzo europeo moderno e contemporaneo e delle connessioni tra letteratura e etica. Insegna Lingua e letteratura italiana alla University of Kent.

  • GDF Foggia - Operazione ?Déjà vu?: eseguiti 13 provvedimenti cautelari nei confronti di altrettanti pubblici ufficiali. Agli arresti domiciliari tecnico della sicurezza in servizio presso S.P.E.S.A.L. Foggia
    L’indagine in rassegna, denominata “DÉJÀ VU”, coordinata dalla locale Procura della Repubblica, ha preso spunto da autonomo contesto investigativo sviluppato dai Finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Foggia.
    In particolare, nel mese di aprile dello scorso anno le Fiamme Gialle daune hanno tratto in arresto, in flagranza del reato di “Induzione indebita a dare o promettere utilità” l’ing. Giorgio Amatucci.
    Secondo le risultanze investigative acquisite in tale operazione, Giorgio Amatucci, nominato dalla Procura della Repubblica di Foggia consulente tecnico ed incaricato in tale veste di chiarire le cause del decesso di Alessandro Lattuchelli, avvenuto ad Apricena (FG), in data 27/01/2016, ha indotto Domenico Ciccimarra, consulente tecnico di alcuni indagati coinvolti nel predetto infortunio mortale sul lavoro, a corrispondergli la somma di €. 10.000 quale corrispettivo per l’elaborazione di una consulenza di segno favorevole ai predetti indagati.

    Con sentenza nr. 1511 emessa dal G.U.P. presso il Tribunale di Foggia in data 6 luglio 2016, ai sensi dell’art. 444 c.c.p., l’Amatucci è stato condannato alla pena di anni 1 di reclusione, pena sospesa.
    In un’ottica investigativa più ampia ha quindi formato oggetto di interesse appurare in quali circostanze e per quali motivazioni si era addivenuti alla nomina dell’Amatucci, professionista residente ed attivo ad Ascoli Piceno, quale consulente tecnico per l’accertamento della cause del decesso del Lattuchelli.
    Proprio in tale ambito si è avuto modo di apprendere che la figura dell’Amatucci era stata segnalata alla Procura della Repubblica di Foggia dal tecnico della prevenzione oggi posto agli arresti domiciliari, in servizio - quale coordinatore - presso il Servizio Prevenzione Sicurezza Ambienti Lavoro (S.P.E.SA.L.) ASL Foggia.
    Sulla base di tali presupposti investigativi, il dipendente Nucleo pt, a partire dal maggio 2016 ha intrapreso delicate e complesse indagini, anche di natura tecnica, delegate dalla locale Procura della Repubblica, inerenti principalmente le attività ispettive svolte dal tecnico della prevenzione e coordinatore dello S.P.E.S.A.L. interessato dalle odierne indagini.
    Le investigazioni, nel loro complesso, hanno evidenziato come il funzionario pubblico abbia “deviato” alcune attività ispettive di propria competenza (finalizzate a verificare il rispetto della normativa sulla sicurezza e del lavoro anche in relazione ad infortuni “mortali”) nella prospettiva di arrecare indebiti vantaggi, anche di natura patrimoniale, ai soggetti ispezionati.

    Gli esiti distorti delle predette attività ispettive hanno peraltro “fuorviato” la locale Procura della Repubblica nelle valutazioni e determinazioni di diretta competenza.
    Nell’esercizio delle proprie prerogative ispettive il tecnico della sicurezza si è altresì reso responsabile del reato di “rivelazione ed utilizzazione del segreto di ufficio” con riferimento ad attività di controllo eseguite dallo S.P.E.S.A.L. di Foggia nei confronti di alcune attività economiche attive in seno al centro commerciale “Grandapulia”, corrente in località Incoronata (FG), perfezionando nella circostanza, unitamente a due ispettori S.P.E.S.AL. alle sue dipendenze, una serie di verbali delle operazioni compiute ideologicamente falsi.
    In via incidentale, le indagini hanno altresì consentito di acquisire contezza della formazione di atti ideologicamente falsi che, su delega della locale A.G., il tecnico della prevenzione indagato ha formato di concerto con ispettore del Servizio Igiene e Sanità Pubblica dell’ASL di Foggia e con militare della Guardia di Finanza con riguardo all’esecuzione delle operazioni di bonifica di un sito contaminato da amianto.
    Infine, sono state “enucleate” vicende di rilievo penale attinenti il rilascio indebito di “certificati di abilitazione” (cosiddetto patentino) per l’acquisto, il trasporto e l’uso di prodotti fitosanitari.

    In tale ambito, il richiamato tecnico della prevenzione ha svolto la funzione di “commissario di esame” (in attuazione di provvedimenti di legge) rendendosi responsabile unitamente agli altri componenti della commissione del “rilascio di certificati di abilitazione” per prove di esame in realtà mai sostenute.
    I successivi approfondimenti investigativi hanno evidenziato come l’attività di docenza “prodromica” alle suddette prove di esame non sia stata parimenti compiuta, ciò implicando anche la responsabilità penale di professionisti (nell’esercizio di funzioni disciplinate per legge e quindi pubblici ufficiali) incaricati dello svolgimento di tale attività di insegnamento.
    All’esito delle attività d’indagine svolte nel periodo aprile-dicembre 2016, nel febbraio c.a. il dipendente Nucleo pt ha segnalato alla A.G. interessata la penale responsabilità di 15 soggetti, 13 dei quali pubblici ufficiali.
    Il G.I.P. presso il Tribunale di Foggia, in accoglimento delle proposte avanzate dalla locale Procura della Repubblica, ha disposto l’esecuzione di 13 misure cautelari nei termini che seguono
    -“arresti domiciliari” nei confronti del tecnico della prevenzione in servizio presso lo S.P.E.S.A.L. di Foggia, nel ruolo di coordinatore, per i reati di falso, abuso d’ufficio e rivelazione di segreto d’ufficio;
    -“obbligo di dimora” nei confronti di 12 pubblici ufficiali (4 in servizio presso S.P.E.S.A.L. Foggia, 1 in servizio presso Regione Puglia - Servizio Provinciale Agricoltura Foggia – 1 in servizio presso A.S.L. Foggia – Servizio Igiene degli Alimenti e Nutrizione, 1 in servizio presso A.S.L. Foggia, coordinatore del Servizio Igiene e Sanità Pubblica, 3 professionisti “formatori” per il rilascio del “patentino” per l’uso di prodotti fitosanitari, oltre a militare del Corpo e ad imprenditore attivo nel settore della formazione) per i reati di “falsità ideologica commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici” (articolo 479 c.p.), abuso d’ufficio (articolo 323 c.p.) e “rivelazione ed utilizzazione di segreto d’ufficio (articolo 326 c.p.).
    E’ al vaglio della competente A.G., all’esito degli interrogatori previsti per legge, l’applicazione di misure interdittive della “sospensione dai pubblici uffici” (come proposto dal P.M) nei confronti dei 9 pubblici dipendenti interessati dalle misure cautelari personali.

  • La Puglia apprezza i codici sconto per risparmiare online
     
    Internet e computer sono diventati un vero business per la Puglia. Nonostante il nostro noto ritardo sulla banda larga, ormai la maggior parte delle imprese vendono online anche a Lucera. Gli ultimi dati parlano chiaro: la Puglia ha appena iniziato la propria rivoluzione digitale e la voglia di innovazione è tanta.
     
    Investire in un presente digitale, per i più, è rendere concreto e reale un futuro che si può prospettare molto attivo. I numeri mettono in luce come il 67,7% delle famiglie accede alla banda larga di internet, ma la Puglia è ancora indietro. I recenti dati rilevati da un rapporto tra imprese e ICT – Information and Communications Technology fanno notare come il 97,4% delle imprese  pugliesi con almeno dieci addetti utilizza il computer e il 96,7% ha accesso ad internet, contro una media nazionale rispettivamente del 99,2% e del 98,2%.
     
    Nonostante ormai si possa essere certi dell'importanza di uno spazio online è anche vero che per farlo bisogna fare un investimento e spesso le nostre realtà non sono in grado di sostenere questo ulteriore esborso economico.
     
    In Puglia però esistono realtà vincenti come il colosso della distribuzione Megamark di Trani che da poco ha acquisito la Bauzaar e la Cucina Mancina, riuscendo a generare un prodotto innovativo e differente capace di coprire varie nicchie di mercato. Questo dimostra che innovazione e tradizione possono creare, anche in un tessuto economico delicato come il nostro, realtà che sono pronte a sfidare colossi del settore.
     
    Se poi si analizzano altri dati ci si accorcerà che la Puglia supera la media nazionale quando si tratta di vendite online, dunque vale la pena pensare di aprire il proprio e-commerce. I pugliesi amano acquistare online spesso perché trovano prezzi altamente convenienti.
     
    Nel mondo reale, spesso, i prezzi sono alti e poco competitivi ed è per questo che i pugliesi apprezzano acquistare online, prediligendo i codici sconto presenti su discoup.enable-javascript.com/it/ per risparmiare su migliaia di store online e abbattere totalmente le spese di spedizione.
     
    I codici sconto sono una scelta innovativa che molte aziende mettono in campo per fidelizzare il cliente ma anche per invogliare l'utente all'acquisto di un prodotto nuovo. Non solo acquisti di beni materiali come abiti o scarpe, libri o materiale didattico ma anche biglietti di treni e autobus, aerei e navi così come hotel possono essere fatti sfruttando le convenienze dei codici di sconto e dei coupon.
     
     
     

  • Ultima puntata di 'Buonasera Dottore'
    Buonasera Dottore” è un programma di informazione medica, ma al tempo stesso di intrattenimento. In ogni puntata sono stati affrontati temi legati alla medicina di base e a quella specialistica, con un’attenzione particolare alla prevenzione e all’attualità.
    Stasera l’ultimo dei cinque appuntamenti in prima serata. La trasmissione ha visto e vedrà alternarsi l’eccellenza della ricerca italiana in campo medico, i migliori specialisti del settore sanitario ed esperti di alimentazione, attività fisica e benessere.
    Una trasmissione al servizio del cittadino con l’obiettivo di diffondere la cultura della salute.
    Buonasera Dottore” è condotto dalla giornalista Monica Di Loreto, da anni volto di TV2000, ed è uno spin-off della trasmissione quotidiana “Il mio medico”, in onda tutti i giorni dalle 10 alle 11.
    Anche nella puntata di oggi (start: ore 21.05) ci sarà un ospite speciale: come nelle precedenti, direttamente dal mondo del teatro, del cinema,della televisione, della cultura e dello sport, si racconterà e accompagnerà la conduttrice durante gli spazi dedicati all’alimentazione e al benessere.
    Le puntate sono state in onda alle 21.05 dal 21 marzo, con cadenza settimanale, per cinque martedì fino a stasera, 18 aprile su canale 28 di TV2000.
    Nella trasmissione lavora come autore il nostro conterraneo Antonio Giarnieri che questa sera si vedrà impegnato nell’intervista a Loretta Goggi.
    Dalla nostra redazione un apprezzamento e un plauso all’amico Antonio per come sta lavorando e per come si sta distinguendo nel bellissimo e difficile mondo del giornalismo e della televisione. Gli auguriamo un futuro di successo e di soddisfazioni nel prosieguo del suo lavoro che è servizio di informazione e di cultura.

    La Redazione


  • Giovedì 20 aprile 2017 alle ore 15:30 il Convegno 'L?A.D.E.: Un?avventura educativa per crescere insieme' presso l?Auditorium della Biblioteca San Pasquale di Lucera
    Si terrà Giovedì 20 aprile 2017 alle ore 15:30 il Convegno “L’A.D.E.: Un’avventura educativa per crescere insieme” presso l’Auditorium della Biblioteca San Pasquale di Lucera (Viale Falcone e Borsellino). Il Convegno sul Servizio A.D.E. (Assistenza Domiciliare Educativa) è co-organizzato dalla Cooperativa Sociale Paidòs a r.l. Onlus di Lucera e dall’Ufficio di Piano - Piano Sociale di Zona Ambito Territoriale Appennino Dauno Settentrionale. Saranno illustrati i percorsi di assistenza domiciliare educativa realizzati nel periodo 2012-2016 e le prospettive future dei servizi domiciliari. L’A.D.E. è un servizio promosso dall’Ambito Territoriale Appennino Dauno Settentrionale (Alberona, Biccari, Carlantino, Casalnuovo M.ro, Casalvecchio di P., Castelnuovo della D., Celenza V.re, Lucera, Motta M.no, Pietra M.no, Roseto V.re, S. Marco la C., Volturara A., Volturino) e affidato e realizzato dalla Cooperativa Paidòs all’interno del panorama dei servizi alla persona come supporto alle famiglie e ai minori in condizione di difficoltà socio-culturale non cronicizzata.

    Il servizio si colloca all’interno delle attività di prevenzione del disagio e si pone l’obiettivo principale di mantenere il minore nel proprio ambiente familiare e sociale, offrendo alla famiglia un supporto temporaneo. Attraverso la promozione di processi di autonomizzazione del nucleo preso in carico, la ricerca delle risorse interne ad esso e presenti sul territorio e la loro organizzazione, l’A.D.E. intende favorire il rafforzamento delle figure genitoriali ed il miglioramento della qualità delle relazioni. Durante il convegno sarà presentato il cortometraggio sul bullismo “Il ragazzo con il pallone” prodotto dalla Cooperativa Paidòs con i ragazzi impegnati nel Servizio A.D.E., con la regia del dott. Antonio Petruccelli.

  • Concerto di gemellaggio al Teatro di Bibiena tra gli alunni del Tommasone-Alighieri di Lucera e Luisa Levi di Mantova
    Gli alunni delle cl­as­­­si terze della scuo­l­a­ secondaria di pr­im­o ­grado "D. Aligh­ier­i" ­del­l'Istituto­ Com­pren­­sivo "Tomma­sone-­A­ligh­ieri" di ­Lucer­a­ (Foggia), gui­dato da­l D. ­S. Bart­o­lomeo C­ovino, ­a co­­nclusione­ delle a­­tt­ività prog­rammate p­­er il terzo­ an­no nel­ ­ciclo trie­­nnale, s­i re­cheran­no­ in via­ggio d­'i­struz­ione a­ Mantov­a­, dove­, gio­vedì 20 aprile, ­i ra­gaz­zi dei­ corsi di ­s­trumento m­usical­e delle classi ­terze­ ­e seconde si es­i­bir­­anno in un conc­er­to ­­presso il Te­atro di ­B­ibiena, in un geme­ll­aggio  mu­sicale c­on ­gli alunni dell'­Isti­­tuto Compre­nsiv­o "Lu­isa Levi" di M­­a­ntova­. Nell' occasi­­one ­sa­ranno pro­i­et­tate imm­agini di L­u­cera e fa­tto dono al­­l'Amminis­tr­azione C­om­unale di­ Mantova ­delle sp­­eci­alità en­ogastr­ono­mi­che lucerine. 

    Il viaggio pro­segu­i­­rà alla volta di Car­r­ara verso l­a Cava ­in­ galleria,­ dove f­u a­sportato il­ bloc­co d­i Mar­mo con ­cui­ Mich­el­angelo real­i­zzò la­ "Pietà" e d­o­ve i Pi­nk Floid si e­­s­ibiron­o in concert­­o.­ Il vi­aggio d'is­t­ruzi­one s­i concl­ude­rà con­ la ­visi­ta di­ Lucca, c­it­tà medio­evale perfe­­t­tamente­ conservat­a, ­­e Capa­nnori, centro ­­itali­ano d'­eccellenza­­ pe­r la raccolta dif­f­e­re­nziata, dove gli­ a­­lunnii sarann­o acc­­o­lti dall'Ammini­st­ra­­zione Comunale e ­vis­­iteranno le isole­ e­c­ologiche, il centro­ d­­el riu­so e il cen­tro­ rif­­iuti-zero. Q­uest­'­ultima tappa co­nclu­d­erà l­'attività­ promo­ssa da­l dipar­­timento­ di mat­emat­i­ca e sci­enze della s­cuola con­­ il proget­to "La Str­a­da giust­a per il Ri­­..­.fiuto­", adottato ­trasvers­almente da tu­tti i d­ocenti nel 201­­7,  e­ che si conclud­e­rà ­ a Lucera con un­a gr­­ande man­ifestazi­on­e­ ­presso la Villa ­Co­mun­ale, negli ulti­m­i gior­ni di Maggio.­

  • Auguri di Buona Pasqua a tutti i nostri lettori
    La redazione di Lucerabynight.it formula i migliori auguri di una Pasqua serena a tutti i lettori ed alle loro famiglie.

    O Signore che Ti canto risorto,

    solenne ti annunciano le angeliche turbe,

    eccomi giunto al traguardo desiderato

    dopo il cammino profumato dalla  preghiera

    dal digiuno e dalla carità.  

    Così ho iniziato,

    capo chino pronto a convertire il cuore,

    mani aperte per imparare ad accogliere,

    passo spedito per incontrare il fratello,

    occhi fissi alla gloria dell’uomo

    svuotato dall’amore.

    O Tu Paziente e misericordioso,

    ritorna a ricordarmi da quale ferita sono nato…

    Tu Sorgente viva

    che sgorghi per la vita eterna,

    Tu Luce che squarcia il buio

    perché tutti Ti riconoscano,

    Tu Vita che rigenera

    perchè la morte non ha più potere.

    A te innalzo il mio sguardo,

    lo allontano dal mio peccato perchè

    ormai l’acqua zampilla e posso dissetarmi,

    la luce rischiara e posso credere,

    la vita mi riempie e posso sperare il Paradiso.

    Un nuovo respiro dilata la mia vita

    e se le lacrime ancora solcano le mie gote

    è perché la gioia dell’alleluia  

    già fa cantare il mio cuore

    e anche la pietra del mio sepolcro Tu la spezzi

    e vivo con Te, e in Te Signore della mia Vita

    ritrovo la mia vita….Alleluia!

    L.T.


    Auguri  per una Pasqua piena della gioia e della luce di Gesù!

    don Luigi Tommasone
    www.parrocchiasangiacomo.org


  • Arrestate per maltrattamenti quattro maestre della scuola elementare di Biccari
    I Carabinieri della Compagnia di Lucera hanno dato esecuzione, nella mattinata odierna, a un’Ordinanza di Custodia Cautelare, emessa dal Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Foggia, che dispone la misura degli arresti domiciliari a carico di quattro insegnanti della scuola primaria presso l’istituto comprensivo “Paolo Roseti” di Biccari, ritenute responsabili, a vario titolo, del reato di maltrattamento di minori all’interno di istituto di formazione.

    Il provvedimento giunge all’esito di una complessa attività investigativa condotta dai Carabinieri della Stazione di Biccari dalla fine del 2016 a marzo 2017.

    Le indagini sono partite dalla denuncia presentata, nell'ottobre scorso dal padre di un alunno della classe quarta elementare, nei confronti di una sola delle arrestate, sebbene il primo sentore di malessere all’interno dell’istituto fosse già stato dato dall’insolita migrazione di scolari verso istituti di altri paesi limitrofi, verificatasi all’inizio dell’anno scolastico in corso.

    Le indagini si sono sviluppate in due fasi: la prima, caratterizzata dall’acquisizione di informazioni testimoniali, ha visto l’escussione di quindici persone, tra cui insegnanti e altri genitori, mentre la seconda fase è stata condotta con l’ausilio di strumenti di videoregistrazione, posizionati all’interno di un’aula ove venivano svolte le lezioni.
    Nel corso di quest'ultima parte l’attività si è sorprendentemente estesa: infatti, durante lo svolgimento di un’ora di supplenza nella classe IV, è stata rilevata la presenza di un’altra insegnante che ha fin da subito adottato condotte molto gravi nei confronti dei bambini, tali da rendere necessaria l’installazione di un’ulteriore videocamera all’interno dell’aula utilizzata dagli alunni della classe seconda elementare. In questa maniera sono state documentate le violenze usate anche dalle altre indagate nei confronti dei piccoli loro affidati, spingendo gli investigatori a concludere le attività il più velocemente possibile per porre finalmente termine a una situazione anche ai loro occhi ormai intollerabile.

    Diversi sono stati gli episodi documentati, e alle violenze fisiche si sono poi aggiunte quelle psicologiche: i bambini venivano infatti derisi per le loro caratteristiche fisiche (un bimbo è stato costretto a dire “Io sono basso e bugiardo” di fronte ai propri compagni di classe), costantemente mortificati (sono state utilizzate espressioni del tipo “Fai schifo! Chiudi quella boccaccia che escono solo cose brutte da là!”, “Hai il cuore cattivo!”) e minacciati, sia verbalmente (“Dai che questo lo devo sconciare un po'!”, “Io ti faccio nuovo nuovo di botte!”, “Se ti do una botta in testa tu capisci che hai sbagliato e devi correggere l’errore, va bene? Facciamo questo gioco…”) che con l’utilizzo di aste in legno, e fatti oggetto di insulti e turpiloquio.

    Significativo, sotto questo punto di vista, è stato l’episodio in cui un’indagata, mentre trascinava con forza uno scolaro all’esterno dell’aula, afferrandolo per un braccio, lo apostrofava con parole scurrili.

    Così si è giunti ai provvedimenti odierni: le arrestate, dopo le formalità di rito espletate presso il Comando Compagnia Carabinieri di Lucera, sono state condotte presso le rispettive abitazioni in regime di arresti domiciliari, a disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Foggia, che ha coordinato le indagini.



  • Veglia Pasquale, orari delle Sante Messe
    Nella liturgia della Chiesa cattolica e di altre chiese, la Veglia Pasquale è la solenne celebrazione della Risurrezione del Signore e poiché celebra la vittoria sul peccato e sulla morte da parte di Gesù Cristo è la celebrazione più importante dell'anno liturgico.

    Ecco gli orari delle celebrazioni della notte di Pasqua nella nostra città:
     
    • Cattedrale ore 21,30 - 
    • San Giacomo Maggiore Apostolo ore 22,30 -
    • Santuario San Francesco ore 22,30 -
    • San Francesco Antonio Fasani ore 22,00 -
    • San Pio X ore 21,00 - 
    • Cristo Re ore 23,00 -
    • Santa Maria della Spiga ore 22,30 - 
    • San Matteo al Carmine ore 22,00 - 
    • Santa Maria delle Grazie ore 22,45 -
    • San Giovanni Battista ore 22,30 -

  • Si incendia il sottobosco ai piedi della collina del Castello di Lucera
    Lucera venerdì 14 aprile - E' accaduto verso le 18 circa, nella zona sottostante la collina del Castello di Lucera. Le sterpaglie del sottobosco hanno preso fuoco, mettendo in circolo una notevole quantità di fumo, tanto da giungere fino al quartiere Opera Nuova.

    Immediatamente sono stati allertati i vigili del fuoco, prontamente giunti sul posto per bloccare l'incendio, intervenendo sia dalla parte alta che inferiore dell'area. In zona anche una pattuglia della polizia.

  • Di.Pa. srl presenta la nuova Classe E Mercedes
    Venerdì 28 Aprile 2017 dalle ore 19:30, DI.PA. srl presenta in esclusiva la NUOVA Classe E Mercedes!

    La Mercedes Classe E si mostra con uno stile tutto nuovo, nuove dotazioni tecnologiche, anche per la sicurezza attiva di guida.
    E’ un disegno molto elegante e ricercato quello scelto dai design per l’abitacolo della Classe E di nuova generazione.

    Un evento SPECIALE, siete tutti invitati!

    Serata a buffet.

    > Viale dell'Artigianato, 2 - Lucera FG
    > 0881 529459
    > 328 0662692
    > www.dipasrl.com
    > info@dipasrl.com

  • Giornata delle donazioni per AVIS Lucera domenica 23 aprile
    Domenica 23 aprile 2017, dalle ore 17 alle ore 20 in Piazza Matteotti a Lucera, con l'ausilio dell'autoemoteca dell'AVIS, si svolgerà la “Giornata della Donazione del Sangue”.
    La manifestazione è organizzata dalla Sezione Comunale AVIS “M. Sardella”, in collaborazione con la Consulta Giovanile.
    L’iniziativa è parte del programma delle attività associative che la Sezione AVIS intende perseguire, allo scopo di una maggiore diffusione dei valori della solidarietà e per un migliore impegno del volontariato, nonché delle risorse disponibili, rispetto alla sempre crescente domanda di sangue.

    Per conseguire tali obiettivi, occorre disporre di un numero sempre maggiore di donatori periodici, pronti e controllati nella tipologia del sangue e nello stato di salute; tutto ciò a beneficio di quanti (tanti…) sono bisognosi di aiuto. Donare di per sé, è un gesto compiuto nella consapevolezza che un giorno la vita di qualcuno sarà aiutata grazie a noi, ma donare in un occasione “particolare”, al di fuori dei consueti ambiti e schemi preordinati, rappresenta anche, un'occasione per poter “assaporare”, piacevolmente, un momento importante, superando e sdrammatizzando, ogni timore paura o perplessità. Non c’è festa senza solidarietà e condivisione: accoglienza, gioia di donare, trepidazione, sostegno morale, amicizia, e…. la promessa di donare ancora. Per cui, tutta la comunità cittadina, e chiunque si trovi in buona salute, è invitato a partecipare.

    Sezione Comunale Avis “M. Sardella” - Lucera

  • Prossimo Consiglio comunale del 26 aprile: all'ordine del giorno il trasferimento del mercato settimanale a Lucera in via Montello
    Il Consiglio comunale di Lucera si riunirà alle 15,30 di mercoledì 26 aprile, nel teatro Garibaldi e, in eventuale seduta di seconda convocazione, alle 9 di giorno 29, per trattare i seguenti argomenti:

    1 – Lettura e approvazione delle sedute precedenti.
    2 – Comunicazioni del Presidente, del Sindaco, degli Assessori e dei Consiglieri.
    3 – Interrogazioni, interpellanze e mozioni.
    4 – Verifica aree e fabbricati da cedere e fissazione dei prezzi.
    5 – Approvazione Bilancio di Previsione 2017-2019 ed Allegati.
    6 – Riconoscimento debito fuori bilancio rinveniente da sentenza del Giudice di Pace di Lucera n. 18/17.
    7 - Riconoscimento debito fuori bilancio rinveniente da sentenza del Giudice di Pace di Lucera n. 56/17.
    8 - Riconoscimento debito fuori bilancio rinveniente da sentenza del Giudice di Pace di Lucera n. 96/17.
    9 - Riconoscimento debito fuori bilancio rinveniente da sentenza n. 296/17 del Tribunale di Foggia.
    10 - Riconoscimento debito fuori bilancio rinveniente da sentenza del Giudice di Pace di Lucera n. 71/17.
    11 – Trasferimento del mercato settimanale dal quartiere S.Maria delle Grazie alla nuova area mercatale di via Montello. Approvazione planimetria posteggi.

  • Rivoluzionata la C3 Citroen
    LA SOCIAL CAR
     
    GROTTAMMARE – La Citroen prosegue con la presentazione di vetture dal design avveniristico. Dopo la C4 Cactus e la C1, ora tocca alla C3 fare un balzo nel futuro. La nuova piccola della casa francese è disponibile con 1 Motore Benzina (1200 da 68, 82, 110 cv), 1 Motore GPL (1200 da 82 cv), 1 Motore Turbodiesel HDI (1600 da 75 o 110 cv), negli allestimenti Live, Feel, Shine. Ben diversa nell'estetica dalle altre piccole, la nuova Citroën C3 prende le distanze anche dal modello che sostituisce: niente più forme “a uovo”, ma proporzioni più filanti (la lunghezza cresce di 5 centimetri, arrivando a quattro metri, mentre l’altezza cala di 4) e stile decisamente più “fresco” e innovativo, che prende spunto da quello della sorella maggiore C4 Cactus. Nella parte alta del frontale, le sottili luci diurne sono la continuazione della mascherina Citroën a due listelli cromati, mentre i fari a rettangolo stondato sono sotto, più vicini all’ampia presa d’aria nera. Negli allestimenti più ricchi la fiancata assume un'aspetto “quasi suv” per via dei passaruota, protetti da spessi elementi in plastica, e delle ampie fasce nere (gli Airbump) sulle porte. “Morbida” e accattivante è poi la parte posteriore, con grandi luci arrotondate, lunotto di piccole dimensioni e targa nel paraurti. La scelta dei colori è molto estesa, e può privilegiare l'eleganza, la sportività o la voglia di farsi notare. Le nove tinte di base, infatti, si possono abbinare a un colore contrastante per tetto: bianco, rosso o nero, per un totale di 36 combinazioni.

    Discorso simile all'interno, dove sono disponibili quattro diverse tonalità per plancia e sedili. Parlando di interni, internamente l'abitacolo della Citroën C3 è spazioso per una “quattro metri”; i sedili, morbidi, sono rivestiti con un tessuto gradevole ed elegante, ripreso anche nella fascia centrale della plancia (semplice, e a sviluppo orizzontale) e nei braccioli delle quattro portiere. Il risultato è un'ambiente moderno e di buon gusto. La posizione di guida riuscita e ampiamente adattabile (il sedile è regolabile in altezza, l'inclinazione dello schienale si gestisce con una precisa manopola e il volante si può spostare sia in profondità sia in verticale) il cruscotto è classico, completo e ben leggibile, tutte le regolazioni del “clima” sono nel display a sfioramento. A proposito di comandi,  vi è la telecamera ConnectedCam (gratis fino a dicembre insieme a quella di retromarcia, a fronte di un listino di 500 euro), dietro lo specchietto interno. Questa telecamera consente di realizzare foto e filmati lunghi fino a due minuti, scaricandoli poi (via wi-fi) su uno smartphone, e qui visualizzarli ed eventualmente condividerli in rete sui social (esiste una versione speciale, acquistabile su internet, chiamata Facebook Edition, per essere sempre social e connessi). Una dote molto apprezzabile dell'abitacolo è l'ampiezza delle tasche nelle porte e del cassetto di fronte al passeggero anteriore, alle quali fa riscontro un bagagliaio abbastanza ben rifinito. Ed ora il momento del test drive: la Citroen C3 provata è stata la 1200 110 cv Shine da 19850 €. La casa francese rende partecipe del nuovo corso stilistico anche la C3, sicuramente la Citroen più amata e venduta in Italia negli ultimi anni. La nuova piccola transalpina riceve in dono il nuovo design di C4 Cactus e C1, rendedosi ancora più al passo con i tempi, o meglio ancora, arrivata dcirettamente dal futuro e apprezzata da un pubblico sportivo, di tendenza, giovane. Su strada è una cittadina comoda e confortevole, un'auto giovane per i giovani, grazie ai ritrovati tecnologici che le permettono di essere social e sempre connessa (ConnectedCam su tutti). Cambio e sterzo sono sempre pronti, è comoda e confortevole, lo spazio è buono sia nell'abitacolo che nel bagagliaio. Prestazionalmente parlando, sotto il cofano troviamo il 1200 Turbo Benzina 3 Cilindri da 110 cv. Questo motore, unico a Benzina, è proposto nella potenza maggiore di ben 110 cv. Potente, molto silenzioso (sono ormai un ricordo lontano i 3 cilindri rumorosi), brillante, dà alla C3 caratteristiche corsaiole, che ben si uniscono alle linee futuristiche e sportive della nuova vettura della casa del Double Chevron. Infine il listino prezzi: si va da 12250 € della 1200 68 cv Live per arrivare a 18500 € della 1200 110 cv Shine con Cambio Automatico (Benzina), si va da 15750 € della 1200 82 cv Feel per arrivare a 17000 € della 1200 82 cv Shine (GPL), si va da 15000 € della 1600 HDI 75 cv Live per arrivare a 18400 € della 1600 HDI 100 cv Shine (Diesel).
     
    Per ulteriori informazioni sul mondo dei motori visitate il mio magazine www.bestmotori.it

    Bruno Allevi

  • A Foggia la quarta edizione della ?Nature Show?
    Nei giorni 7, 8 e 9  si è tenuta la quarta edizione della "Nature Show".

    A tal proposito abbiamo intervistato il sig. Rino Scopece il quale ha detto che la delegazione di Foggia è composta da nove associazioni sportive dilettantistiche che sono iscritte alla alla Federazione Italiana di Pesca sportiva e attività subacquea, la FIPSAS, di cui lo stesso Rino Scopece è il rappresentante.
    Gioacchino Pesce, invece ha esplicato invece che l'iniziativa è stata voluta da una famiglia di Orsara che però vive a Foggia che si occupa di questi eventi, ovvero, la "Varraso Eventi".
    Cosimo Moretto, delegato della FITAV (Federazione Italiana Tiro al volo) della regione Puglia, ha detto, invece che l'obiettivo fondamentale è quello delle Olimpiadi, soffermandosi su quelli che sono i pregiudizi nei confronti di questo sport che, avendo l'arma, suscita giudizi non sempre positivi.

    Alessandro Varraso, ha espresso che questa manifestazione va supportata e sostenuta essendo un evento unico per il Sud Italia e purtroppo spesso si pagano le "pene" della mancanza di informazione in ambito venatorio; le armi purtroppo mettono in discussione molte ideologie.
    Secondo lo stesso Alessandro Varraso anche il responso da parte della gente è stato positivo.
     
    Erika Raimo

  • Il ragazzo con il pallone, il cortometraggio sul bullismo prodotto dalla Paidos di Lucera
    Un ragazzo che ama giocare a calcio. Due bulli che si accaniscono contro di lui. Il ‘gioco’ si fa sempre più pesante fino ad arrivare quasi all’irreparabile. 
    È la storia de “Il ragazzo con il pallone”, un cortometraggio prodotto dalla Paidòs Onlus all’interno del progetto ADE (Assistenza Domiciliare Educativa), con la regia e la sceneggiatura di Antonio Petruccelli. Fanno parte del cast Ferdinando e Carmine Cirelli e Giuseppe Mansueto, già protagonista del cortometraggio sulla violenza assistita “Gli sconosciuti”.
    Il corto è nato grazie all’idea del poliedrico regista Antonio Petruccelli, che oltre alla passione per il cinema, vanta anche una grande esperienza come psicologo e da alcuni anni si è cimentato come educatore all’interno del progetto ADE, al fianco di ragazzi disagiati :“il tema del bullismo è un tema attualissimo. - afferma il dott. Petruccelli- Lavorando da educatore con dei ragazzi adolescenti e sentendo i loro racconti su quello che succede nelle scuole, nel quartiere e persino negli oratori, ho capito che questo argomento lo conoscono bene e lo vivono molto da vicino, ma mai forse, sono riusciti a mettersi nei panni della vittima e a capire i danni che il bullismo produce. Per questo ho sentito il dovere di girare questo cortometraggio, sperando che possa servire ad aprire gli occhi di qualche ragazzo”.
    Di recente anche il Senato ha presentato un evento dal titolo "Uniti contro il bullismo", un'iniziativa promossa per fare rete tra le tante associazioni che operano sul territorio ma che spesso non si conoscono. “Questa iniziativa - spiega la senatrice democratica Elena Ferrara - conferma l’importanza e la necessità di sostenere percorsi educativi rivolti ai minori, così come alle famiglie e gli insegnanti. Tutelare i più giovani è un dovere, e dobbiamo innanzitutto colmare il deficit educativo con le nuove generazioni per poter insegnare loro ad usare i nuovi media in piena consapevolezza. Aiutiamoli a capire che Internet è luogo di umanità, prima ancora che comunità". Ferrara è anche la prima firmataria della proposta di legge per la prevenzione e il contrasto dei fenomeni del bullismo e del cyberbullismo - approvata alla Camera e ora passata di nuovo al Senato - che è stata molto contestata: "Sono state fatte delle modifiche importanti - prosegue Ferrara - alcune delle quali necessarie, altre che ampliando i destinatari delle norme a tutta la popolazione italiana, e quindi non essendo più disposizioni mirate al mondo minorile, influiscono parecchio sull’efficacia delle misure contenute a sostegno della vittima. È necessario ricalibrare il tutto, in modo che i minori non ci perdano. La legge sul cyberbullismo riguarda loro e non il caso di Tiziana (suicida per un video hard ndr)".
    Anche il Garante dell'Infanzia e dell'adolescenza ha recentemente affermato: "Il problema del bullismo è un fenomeno diffuso che va contrastato educando ed informando in primis i ragazzi affinchè i bulli vengano isolati e le vittime aiutate. Il bullismo non è un gioco, ma un reato."
    La Paidòs si è già impegnata lo scorso anno su questo tema, girando le scuole di Lucera e del subappennino per informare e sensibilizzare sul tema del bullismo. Quest'anno invece ha voluto continuare il suo impegno confezionando questo cortometraggio, e dimostrando ancora una volta la sua voglia di schierarsi sempre dalla parte dei più deboli, i bambini indifesi.
    E’ già attiva una pagina facebook  ‘Il ragazzo con il pallone’ per seguire tutta la fase di realizzazione del cortometraggio e un piccolo assaggio è disponibile anche sulla piattaforma wimeo.com con il titolo ‘Il ragazzo con il pallone (teaser)’ o su youtube 'Il ragazzo con il pallone trailer'. La presentazione ufficiale del cortometraggio ci sarà però Giovedì 20 aprile presso l’Auditorium della Biblioteca di San Pasquale di Lucera all’interno del Convegno dal titolo ‘L’A.D.E.: Un’avventura per crescere insieme’.

    Stefano Di Sabato
    Sito web: www.paidos.it

  • 'Sul cuor della terra' con Luigi Lo Cascio La 'PrimaVera al Garibaldi' di Lucera continua sotto il segno della poesia
    Venerdì 21 aprile 2017, ingresso 20.30 – inizio spettacolo ore 21.00, Teatro Garibaldi – Lucera (Fg)
     
    12 aprile 2017 – Dopo il reading di Maria Paiato, che ha incantato il pubblico dando voce alle pagine di Ennio Flaiano, continua la “PrimaVera al Garibaldi”, rassegna a cura di Fabrizio Gifuni e Natalia Di Iorio, promossa dal Comune di Lucera in collaborazione con l’associazione Mediterraneo è Cultura.
    Venerdì 21 aprile il palco delTeatro Garibaldidi Lucera si aprirà allapoesia: protagonista della serata Luigi Lo Cascio.  Il celebre attore palermitano - volto tra i più amati del nostro cinema degli ultimi anni, protagonistapluripremiato de “I cento passi” e de “La meglio gioventù” - darà corpo e voce ai poeti siciliani del '900, inun suo personale omaggio dal titolo “Sul cuor della terra”.
    In un’appassionata lettura d’attore, Lo Cascio porterà in scena i poeti più amati del ‘900 siciliano, interpretando fra gli altri i versi raffinati, dolorosi, intimi di Gesualdo BufalinoGiuseppe BonaviriSalvo BassoAngelo Maria RipellinoAngela Bonanno, e dei più classici Luigi Pirandello e Salvatore Quasimodo.
    “Sul cuor della terra” è un viaggio nelle contraddizioni di una terra complicata, la Sicilia - che Lo Cascio si porta dentro pur abitando a Roma da tempo - sotto la guida di una letteratura che ha per punti cardinali il caos, l'incandescenza, l'inquietudine e l'attitudine al dolore, non solo individuale.
    Un’avventura piena di lirismo e di immagini epiche, tra mari in tempesta, luci e peripezie senza fine.
    “Dal 2008 porto in scena questa lettura, ma la rimaneggio ogni volta in maniera diversa”, si legge in un’intervista all’attore su Repubblica, “i siciliani sono molto noti come narratori, da Tomasi di Lampedusa, a Vittorini, Pirandello, Sciascia, ma meno come poeti. La poesia sta diventando sempre più invisibile, un tempo ai poeti si baciavano le mani, oggi invece conosciamo poco persino i loro nomi. Leggerò diverse poesie in italiano, altre in dialetto, soprattutto degli autori più recenti. E il recupero del dialetto non è soltanto un segnale della riappropriazione di un'identità, ma anche la possibilità di una condizione espressiva più profonda".
     
    L’ingresso in sala è alle 20.30,  inizio spettacolo alle 21.00.
    Per informazioni: 0881.542669 (lun.-sab., 9.30-13, 17.00-20.30), stagioneteatralegaribaldi@gmail.com
    #PrimaVeraGaribaldi #stagioneteatralegaribaldi
    https://www.facebook.com/PrimaVeraGaribaldi/

  • Raccolta differenziata nella Casa Circondariale
    Raccolta differenziata nella Casa Circondariale

    Al via la raccolta differenziata all'interno della Casa Circondariale di Lucera. Sottoscritto un protocollo d'intesa tra il Comune di Lucera, la Tecneco Servizi Generali srl e la Casa Circondariale di Lucera per la raccolta differenziata all'interno della Casa stessa.

    L'accordo sottoscritto prevede la raccolta differenziata a cominciare dalla struttura per poi passare all'interno di ogni singola cella. L'accordo prevede l'utilizzo da parte dell'Istituto di alcuni detenuti lavoranti, regolarmente retribuiti, che provvederanno, secondo i giorni prestabiliti a raccogliere i rifiuti in appositi contenitori forniti dal gestore del servizio.

    Il protocollo d'intesa sottoscritto durerà 5 anni a decorrere dal 1 gennaio 2017 e sarà eventualmente rinnovato alla scadenza.

    Il Comune, ogni 6 mesi, verificherà i risultati raggiunti al fine non solo di migliorare il servizio ma, anche, calcolare la riduzione della Tari all'Istituto.


  • A Lucera, Shady Hamadi racconta 'Cosa vuol dire essere Siriani'
    Martedì 18 aprile, ore 20.30, Libreria Kublai – Lucera
    Mercoledì 19 lo scrittore discute con gli studenti di Esilio dalla Siria
     
    Lucera, 11 aprile 2017 – Seconda tappa a Lucera, in meno di un anno, per lo scrittore italo-siriano Shady Hamadi che martedì 18 aprile alle ore 20.30 sarà alla libreria Kublai per raccontare “Cosa vuol dire essere Siriani”.
    L’incontro è organizzato dall'associazione Mediterraneo è Cultura che promuove ilFestival della Letteratura Mediterranea e da Kublai che già a giugno scorso avevano invitato Shady Hamadi, giornalista e scrittore nato a Milano da madre italiana e padre siriano.
    Fino al ’97 gli è stato vietato di entrare in Siria, in seguito all’esilio del padre Mohamed, più volte arrestato e torturato in patria poiché appartenente al Movimento Nazionalista Arabo. Dal 2001 sostiene la rivolta, è attivista per i diritti umani e figura di riferimento in Italia dell’opposizione al governo di Bashar al Assad.
    Un giorno scriverò un manuale su cosa vuol dire essere siriani”, ha scritto Shady Hamadi qualche giorno fa sulla sua pagina facebook. In effetti lui potrebbe scriverlo, anche se a giudicare dai suoi libri (“La felicità araba” del 2013 e “Esilio dalla Siria” del 2016 - add editore) è un po’ come se l’avesse già fatto.
    Martedì 18 aprile con Shady Hamadi - che è senza dubbio tra le voci italiane che più conoscono e sentono il dramma dei cittadini siriani – si parlerà di Siria, di quello che sta accadendo, di quanto interpelli la nostra esperienza di cittadini e di cosa voglia dire per un ragazzo di ventinove anni in esilio essere un siriano. Insieme si rifletterà su quanto i giochi di potere, di certa politica e dell’informazione che da questa deriva, possano celare verità o crearne di nuove, spesso inesistenti. 
    Durante la serata l’associazione Mediterraneo è Cultura svelerà il tema della nuova edizione, la XV, del Festival della Letteratura Mediterranea.
    Mercoledì 19 aprileShady Hamadi sarà al Giannone di San Marco in Lamis e al Bonghi di Lucera per discutere con gli studenti di Esilio dalla Siria, il suo ultimo libro pubblicato da Add editore.
    Attraverso il suo personale esilio e il racconto della sofferenza del popolo siriano che sta conducendo una lotta quotidiana contro l’indifferenza, Hamadi affronta temi fondamentali come identità, integralismo, rapporto tra le religioni, libertà e lotta contro la dittatura.
    Ricordi, incontri, riflessioni sulla società siriana si alternano in questo volume che «vuole essere un ambasciatore capace di arrivare a tutti coloro che sono confusi dal tanto rumore che si fa quando si parla di terrorismo e mondo arabo». La morte di Mustafa, inghiottito nelle carceri del regime siriano; il viaggio di Samer, un borsellino per bagaglio e tanta determinazione; il ragazzo dell’ospedale di Tripoli pronto a uscire per combattere con un braccio solo; il confronto con gli attivisti della società civile e con la gente di tutti i giorni, puntellano una narrazione che dà volto e dignità alla Siria e a un popolo che vuole l’emancipazione dalla dittatura e dal fondamentalismo, sotto lo sguardo disinteressato (o forse troppo interessato e per questo muto) dell’occidente.
    In allegato la locandina relativa all’evento.
    www.facebook.com/festivaldellaletteraturamediterranea
    www.facebook.com/kublailucera

  • AREADEM affronta il problema del bullismo a Lucera
    Riceviamo e pubblichiamo

    Nessun genitore vorrebbe mai ricevere una telefonata dove si viene comunicato che il proprio figlio è stato malmenato; nessun genitore vorrebbe mai vedere un figlio spaventato, percosso e sofferente; nessun genitore vorrebbe mai provare quella rabbia feroce che dalla condizione di essere umano ti rende simile ad una mitologica “bestia” mostruosa. Queste sensazioni e stati d’animo estremamente sentiti nella nostra cittadina sono innescate dal cancro dell’era moderna: bullismo e delinquenza minorile. Bande e gruppi di teppisti vagano liberamente per le strade del centro lucerino seminando violenza e panico tra i giovani; personalità che avendo alle spalle realtà difficili si sentono libere di devastare la sensibilità e l’incolumità fisica di tanti ragazzi cresciuti con amore, educazione, rispetto per il prossimo e per l’ambiente che li circonda. Sono troppi gli adolescenti cresciuti nell’indifferenza e nella bambagia da famiglie con mille difficoltà economico-sociali a carico, che non danno scampo alla microcriminalità, risultato gravoso di istituzioni assenti sul territorio. E’ avvilente sentire il parere di rappresentanze istituzionali sull’irrecuperabilità sociale di un adolescente e sull’inefficienza di azioni legali atte a tutelare il diritto alla salute fisica e psicologica di un minorenne percosso.

    La prevaricazione, i soprusi ripetuti sono sempre fonte di insicurezza e malessere per le vittime. Il Comune deve intervenire per porre rimedio a questa condizione disarmante per i cittadini mediante l’intervento di Servizi di Vigilanza con mansioni di mantenimento della quiete pubblica e controllo, ottimo deterrente per la criminalità minorile e non solo. Lucera come tante città d’Italia ne è gremita, luoghi quali la Villa Comunale, Viale Castello, Piazza Duomo con tante altre zone limitrofe sono scenari di vicende vergognose e violente. Sempre più spesso si percepisce tra le famiglie il disagio e la paura di lasciare andare liberamente in giro per la città i propri figli, considerato che vedere una volante delle Forze d’Ordine ormai è divenuto una chimera. In particolare, in luoghi quali la Villa Comunale (parco e pattinaggio) gremita di famiglie con figli, ormai sussiste l’arte dell’autotutela personale e familiare di fronte alle ripetute aggressioni verbali e non solo da parte di bande di bulli che in un prossimo futuro rappresenteranno la criminalità organizzata e ben radicata sul nostro territorio. In passato ci si poteva contare su un servizio di vigilanza comunale sempre presente, un servizio soppresso dall’attuale amministrazione a causa del deficit delle casse comunali. Ma quanto conta a Lucera la tutela e la salvaguardia dell’ordine pubblico?  Per un comune è forse più importante la cura della pubblica sicurezza o la gestione parsimoniosa delle proprie finanze? E’ inaccettabile andare in giro con il timore di subire percosse, incombe la necessità di dare un segnale forte alla delinquenza minorile ed al contempo salvaguardare la serenità sociale e personale di tanti giovani sia nell’ambito cittadino che scolastico, partendo da controlli a tappeto, di forze dell’ordine in determinate zone della città di Lucera e del personale dirigente e docente nell’ambito degli istituti scolastici. Questo è un diritto fondamentale dovuto alla cittadinanza ed il Sindaco di Lucera con la sua amministrazione devono garantirlo quotidianamente, indipendentemente dall’erario comunale insufficiente. I cittadini si sentono depredati dalle istituzioni che impongono solo doveri ma non garantiscono quelli che sono i principi fondamentali della Costituzione Italiana.
    Aiutiamo i nostri figli a crescere in una vera società civile!
     
     
    AREADEM
    I COORDINATORI
    Rosalia Nappa – Francesco Antonio Forte

  • Basket, seconda sconfitta consecutiva per l'asd Basket Lucera
    I dauni battuti dal Brindisi 92-66

    Seconda sconfitta consecutiva per l'asd Basket Lucera battuta dal Brindisi 92-66 nella gara valida per il quarto turno della 'Poule Promozione' del Campionato Regionale di Promozione. I dauni sono scesi in campo con una formazione rimaneggiata a cause di infortuni e squalifiche e con alcuni atleti in non perfette condizioni fisiche. La partita è stata tutta in salita per i ragazzi di cach Faccilongo che hanno subito la bruciante partenza dei padroni di casa, una squadra formata da atleti di grande esperienza e categoria superiore, che è stata ulteriormente rinforzata.

    Grazie ad una percentuale di tiro da tre impressionate i padroni di casa, complice una difesa ospite ballerina, hanno chiuso in vantaggio di venti punti il primo quarto. I dauni per il resto della partita hanno cercato di reagire, ma nonostante gli sforzi e la buona prestazione di Tozzi, autore di 27 punti, purtroppo non sono stati capaci di rimontare. La trasferta in terra messapica era la più difficile del torneo, in quanto i brindisini sono di sicuro i più accreditati alla vittoria finale. L'asd Basket Lucera tornerà in campo dopo la pausa pasquale. Al palazzetto dello sport di viale Canova arriva, per l'ultimo turno d'andata della poule promozione, il Basket Conversano.

    Danilo De Sabato

  • Lo Sport Lucera precipita all'ultimo posto in classifica
    Lo Sport Lucera riesce solo a pareggiare con il Carpino Calcio e, in virtù degli altri risultati - soprattutto a causa della vittoria della Salvemini Manfredonia sull'Ischitella - precipita all'ultimo posto in classifica, che significa retrocessione diretta.

    De Masi ha dovuto rinunciare a elementi importanti, afflitti da infortuni; ma, la squadra ha disputato un primo tempo ordinato, in cui, però, per lungo tempo sono state pochissime le conclusioni da ambo le parti.
    I biancocelesti hanno saputo arginare bene la pressione ospite, seppure infruttuosa, e, al 45', sono pervenuti al vantaggio con D'Aloia, che ha battuto l'estremo ospite di testa, su angolo battuto da destra da De Masi.

    La ripresa si è aperta con un Carpino più determinato, che ha pareggiato, dopo undici minuti, con un rasoterra di Gazzera, al termine di una bella azione manovrata.
    Alla rete avversaria, lo Sport Lucera ha reagito, occupando stabilmente la metà campo avversaria, sfiorando un palo con Giordano, al 18'; e colpendo la traversa, al 21', con una punizione di Russolillo dal settore di sinistra.
    Tuttavia, è stato il Carpino a segnare ancora, al 23', con Manobianca, su calcio di rigore, forse, assegnato con manica larga dall'arbitro per un fallo di mano involontario e in posizione ravvicinata, appena entro l'area, verificatosi mentre un giocatore garganico scoccava un cross da sinistra.
    I padroni di casa hanno generosamente dato fondo ad ogni energia, anche se il forcing è stato impostato più sui nervi che su una manovra rapida e precisa. Lo sforzo è stato premiato, al 30', quando Pellegrino è sfuggito ai suoi controllori, sulla corsia di sinistra, e ha masso a centro area un pallone per l'accorrente Valente, il quale ha battuto a rete, da un passo.
    Le due squadre, nei minuti restanti, hanno cercato ancora la vittoria, senza sbloccare ancora il risultato.

    Dopo la pausa pasquale, lo Sport Lucera chiuderà il campionato sul campo del Sanctum Nicandrum Manfredonia, domenica 23 aprile; nell'ultima giornata, il 30, riposerà, eventualmente, aspettando i risultati dei principali avversari.
     
    Sunday Radio

    Campionato di Seconda Categoria, Girone A
    Risultati della XXIV Giornata

    Atletico Foggia - Troia 1-4
    Atletico Orta Nova - Don Uva Calcio 1971 Sospesa
    Bella Vita Puglia - Cagnano Varano Calcio 2-1
    Salvemini Manfredonia - Ischitella 2-1
    San Giovanni Rotondo - Stornarella Calcio 0-1
    Sport Lucera - Carpino Calcio 2-2
    riposo: Sanctum Nicandrum Manfredonia

    Classifica
    Stornarella 50
    Sanctum Nicandrum Manfredonia 43
    Don Uva Calcio 1971 40
    Atletico Orta Nova 39
    Bella Vita Puglia 32 (-1)
    Carpino Calcio 31
    Troia 28
    Ischitella 25
    Atletico Foggia 22
    San Giovanni Rotondo 22
    Salvemini Manfredonia 21
    Cagnano Varano 21
    Sport Lucera 20


Visto turistico

Visto per l'italia