Lucerabynight.it
Lucerabynight.it

 

 |  LUCERA - LA STORIA |  FORTEZZA SVEVO-ANGIOINA |  ANFITEATRO ROMANO |  DUOMO |  IL TEATRO GARIBALDI |  SANTUARIO SAN FRANCESCO ANTONIO FASANI |  MUSEO DIOCESANO |  IL PONTE GALLUCCI |  LA QUERCIA DI SANTA JUSTA


Ultime news di lucerabynight.it

  • Il Rotary Club Lucera incontra l'arte della fotografia con Giuseppe Matarazzo, giornalista di 'Avvenire'
    Il Rotary Club Lucera continua la serie degli incontri dedicati all'arte e alla cultura.  E' il turno della fotografia come arte e non solo, perchè dagli scatti si racconta anche la storia e la cultura di un popolo.

    "ITALIA A SCATTI" Il racconto dei grandi fotografi
    Dieci grandi fotografi, da Berengo Gardin a Scianna, da Battaglia a Jodice, scorrono le istantanee di un Paese che non c’è più.
    Il tema così ampio e importate sarà affrontato da Giuseppe Matarazzo, giornalista di "Avvenire" venerdì 24 marzo alle ore 20,00 presso il Circolo Unione di Lucera

    Il Presidente
    dott. Ernesto  De Martinis



    GIUSEPPE MATARAZZO – BIOGRAFIA
    Giuseppe Matarazzo, 39 anni, è nato a Siracusa e vive a Milano.
    Giornalista, lavora nella redazione cultura del quotidiano “Avvenire”. Laureato in Scienze politiche, si è specializzato in politiche territoriali.
    Ha conseguito il primo master in giornalismo “Leonardo Mondadori”. Per l’azienda di Segrate ha lavorato nei settimanali “Tu”, “Sorrisi e Canzoni” e “Star Tv”. I suoi inizi in Sicilia, alla “Gazzetta del Sud”. Ha collaborato negli anni con varie testate, fra cui “L’Osservatore Romano”, “Prima Comunicazione”, “Campus”, “Panorama.it”.
    Con Electa ha pubblicato Api. Ottant’anni di storia (2014).

  • 'Primavera alle porte che bussa'. Poesia di Giuseppe Palladino
    Martedì 21 Marzo 2017, primo giorno di inizio del periodo di primavera, che va dal 21 Marzo al 21 Giugno.
    Già da alcuni giorni prima si inizia a sentire nell'aria il profumo dell'erba e dei fiori, si sente il cinquettio di passeri e canto di  uccelli e si vedono i mandorli fiorire, le api che succhiano il prezioso nettare dei fiori.

    Farfalle variopinte  multicolori spiccano il volo di fiore in fiore, animali escono dal letargo dei boschi furtivi, giovani che tra l'erba si scambiano effusioni, affetto e promesse d'amore.

    Con l'augurio che la nuova stagione, con l'esplosione dei fiori e dei colori, con le sue giornate più lunghe, con l'ottimismo che dietro si porta, possa regalarci tanta serenità e tutto il bene ed il meglio che si possa desiderare. Un sincero augurio a tutti i lettori di Lucerabynight.it e buona Primavera.

    Vincenzo  Battista

    PRIMAVERA ALLE PORTE CHE BUSSA

    Eccola prepotente alle porte,
    ha voglia di uscire
    e vivere e sorridere.
    Libere leggiadre farfalle
    le svolazzano intorno,
    il bianco alle spalle
    nuovi colori ci porta.
    Sinuoso il corpo e gentile
    vuole scoprire
    mostrare e manifestare,
    coprire il suo nudo di fiori.
    Di nettare nutrire
    deboli amori,
    rimuovere stantii profumi
    e grigi rancori.
    Creature del bosco furtive
    dal letargo scappate,
    e fantastiche favole
    di elfi e gnomi
    ha voglia di raccontare.
    Primavera alle porte che bussa,
    ci sono finestre da aprire
    e nidi di rondini da ricostruire.
    Ci cammina ora accanto felice
    vogliosa nei segreti giardini,
    lunghe serate di te
    e suoni armoniosi accompagna
    usciti dall’aria del nuovo.
    C’è amore tra l’erba dei prati
    e noi sempre più innamorati.

    (Giuseppe Palladino)

  • Orsara alla Disfida del Soffritto con stand e ristoratori
    A Troia, per l’11esima edizione, “paese dell’Orsa” presenterà il suo paniere delle tipicità

    ORSARA DI PUGLIA (Fg) – Sarà rappresentata e gareggerà anche Orsara di Puglia all’undicesima edizione della Disfida del Soffritto di Maiale, l’evento enogastronomico - organizzato dalle condotte Slow Food Foggia e Monti Dauni e “Irpinia, Colline dell’Ufita e Taurasi” - che si terrà a Troia domenica 26 marzo. Alla Disfida, Orsara di Puglia parteciperà con tre attività che rappresenteranno la ristorazione orsarese: Borgo Antico, Il Brutto Anatroccolo e Masseria Montepreisi. Oltre al soffritto, due delle tre attività ristorative orsaresi partecipanti prepareranno anche piatti della tradizione, utilizzando verdure di stagione e asparagi. Orsara, inoltre, sarà rappresentata anche da uno stand che esporrà per la vendita tutto il paniere delle tipicità orsaresi. “Per la collaborazione nella preparazione delle attività della squadra orsarese, un ringraziamento va alla struttura comunale, ai ristoratori, alla Pro Loco e al suo presidente Andrea Terlizzi”, ha dichiarato il sindaco Tommaso Lecce. “Invitiamo tutti gli orsaresi a partecipare, sarà una grande festa, una manifestazione che vedrà protagonisti i Monti Dauni e la vicinia Irpinia”.

    La Disfida del Soffritto di Maiale rappresenta ormai uno degli eventi principali a livello nazionale promossi da Slow Food Italia, elemento questo che ha permesso alla manifestazione di non essere una semplice “sagra” ma un momento di convivialità che mira a far riscoprire una delle più antiche tradizioni culinarie del territorio. A partire dalle ore 10 della mattina, le comunità di Ariano Irpino, Bonito, Bovino, Deliceto, Flumeri, Frigento, Gesualdo, Grottaminarda, Monteleone di Puglia, Orsara di Puglia, Rocchetta Sant’Antonio, San Marco la Catola, Sant’Agata di Puglia, Taurasi, Trevico e Troia offriranno ai partecipanti un assaggio della ormai famosa “Colazione Contadina”. Alle ore 13la manifestazione entrerà nel vivo con l’inizio della “Disfida” durante la quale sarà possibile degustare le varie preparazioni di Soffritto di maiale, il migliore dei quali sarà premiato da una giuria tecnica specializzata. Durante la giornata si effettueranno inoltre escursioni guidate nel centro storico del paese e nelle piazze si svolgeranno eventi musicali. Spazio anche all’artigianato locale con l’esposizione di prodotti confezionati da maestri artigiani dell’Irpinia e dei Monti Dauni. Il costo del biglietto per accedere alle consumazioni è di 10 euro per i soci Slow Food e di 15 euro per i non soci e prevede la degustazione di 8 colazioni contadine e 8 soffritti accompagnate da un bicchiere di Nero di Troia. Per i bambini fino a 12 anni l’accesso è gratuito. I biglietti sono a numero limitato.

  • Nicola Carone alla Libreria Ubik di Foggia
    Di Matteo Mantuano
     
    Foggia: Sfatare miti e pregiudizi con una puntualità scientifica(prof. Alessandro Taurino). Si è svolta Mercoledì 22 Marzo c.a., presso la libreria Ubik di P.zza Umberto Giordano la presentazione del libro di Nicola Carone: In origine è il dono. Donatori e portatrici nell'immaginario delle famiglie omogenitoriali (Editore: Il Saggiatore,2016)., alla quale hanno preso parte: i proff. Rosa Parisi(antropologa dell’Università di Foggia), Alessandro Taurino(psicologo e docente dell’Università di Bari), le associazioni Arcigay, Agedo, Puglia Pride,  gli studenti del Corso di Laurea in Scienze dell’Educazione e della Formazione, rappresentati dalla prof.ssa Antonella Cagnolati suscitando loro  interesse ed attenzione circa le tematiche delle pari opportunità.

    Nicola Carone
    è psicologo e dottorando di ricerca in Psicologia sociale, dello sviluppo e ricerca educativa presso la Sapienza Università di Roma. Nel 2016 è stato visiting scholar presso il Centre for Family Research dell’Università di Cambridge diretto da Susan Golombok. Insieme a Vittorio Lingiardi è autore di pubblicazioni nazionali e internazionali sui temi relativi all’omogenitorialità e alla procreazione medicalmente assistita. La monografia: “In origine è il dono, approfondisce i risultati di ricerche sulla genitorialità tramite procreazione assistita attraverso una ricca puntualità scientifica che” Nessuno come il dott. Carone ha mai  fatto” secondo l’intervento del prof. Taurino,   – argomento di numerosi dibattiti, purtroppo a causa di posizioni sessiste e scarsa conoscenza dell’argomento non si ha una posizione netta circa la tematica, e interroga sul campo le esperienze di coloro che hanno vissuto in prima persona questa nuova e sorprendente possibilità. Ampio spazio durante la conversazione con i relatori è stato offerto al tema della presenza/assenza di un «terzo» nella propria vita, o meglio all’introduzione di un estraneo necessario al concepimento donando la propria biologia, aiuta a creare una nuova famiglia, entrando a far parte, in alcuni casi, della sua storia affettiva. 

    Nicola Carone mette in dialogo medicina e psicologia, sociologia e mito, dando vita a un’indagine rigorosa che approfondisce scientificamente ciò che troppo spesso è affidato a conoscenze superficiali e a reazioni ideologiche e viscerali.

  • Il Metodo ?Anti-Sismico? Utilizzato per il Recupero della Chiesa di Camerino
    Il Metodo ‘Anti-Sismico’ Utilizzato per il Recupero della Chiesa di Camerino
    (Come Puoi Applicarlo per Mettere al Sicuro le Case dai Terremoti)
    del Dott. Ing. Giuseppe Albano -  CalcoloStrutture.com s.r.l.

    Dal 24 agosto 2016 è iniziato un vero e proprio sciame sismico
    che ha portato tutti i professionisti tecnici a cercare di sensibilizzare il più possibile la popolazione italiana sulla vulnerabilità del nostro patrimonio edilizio.
    Io stesso ho scritto molto sull’argomento, riprendendo anche concetti già riportati su articoli e su pubblicazioni dopo il terremoto del 6 aprile 2009 a L’Aquila.
    Sin da allora ho sempre cercato di sforzarmi nel definire una metodologia di approccio al caldissimo tema dell’antisismica che potesse contemporaneamente abbracciare due aspetti fondamentali.
    Il primo tema a me caro era, ed è, quello di formare la committenza in generale sulla consapevolezza di informarsi, per i fabbricati in cui passa la maggior parte del tempo, sulla Soglia di Attenzione Sismica ™da indirizzare al problema.

    Scopri di più sulla Soglia di Attenzione Sismica ™. Clicca qui >>

    Il secondo tema è stato quello di individuare una metodologia, un protocollo, un procedimento che potesse in soli tre fasi passare dal sopralluogo (o rilievo fotografico) fino alla progettazione degli interventi atti ad adeguare qualsiasi fabbricato tenendo sempre in mente la massimizzazione del rapporto tra sicurezza antisismica e spesa economica.
    I concetti sopra esposti mi hanno portato a definire il Metodo Anti-Sismico ™ esaurientemente illustrato nell’E-book“Il Metodo “Anti-Sismico -ll Recupero della Chiesa di Camerino”che è possibile scaricare gratuitamente.
    Viene illustrato il caso concreto dell’intervento di miglioramento sismico della Chiesa del Seminario Vescovile di Camerino.

    Clicca qui per Scaricare l’E-book: Il Metodo Anti-Sismico – Il Recupero della Chiesa di Camerino

    (
    e Scopri Come Applicarlo per Mettere al Sicuro le Case dai Terremoti)

  • Corso Ecdl It Security a Lucera, con 3 punti in graduatoria per II e III fascia delle graduatorie di Istituto 2014-2017
    La Scuola Target Education di Lucera (Fg), ente di formazione e Test Center AICA, data la crescente diffusione delle tecnologie informatiche e l’evidente necessità di garantire la sicurezza delle informazioni private e pubbliche, ripropone il Corso Ecdl It Security Specialised level in un’unica giornata (8 ore di frequenza con esame finale).

    Gli argomenti principali del corso sono: la sicurezza dei dati, le minacce alla sicurezza dovute a malware, phishing, hackers, le frodi online e i furti di identità. L’esame di Certificazione consente al candidato di attestare, in ambito professionale, conoscenze e competenze relative ai concetti principali e alle migliori pratiche in materia di sicurezza informatica per gestire in modo adeguato dati e informazioni, secondo lo standard di qualità garantito da AICA.

    Il corso Ecdl It Security è valutato ben 3 punti sulla base delle Tabelle di valutazione dei titoli di II e III fascia delle graduatorie di Istituto 2014-2017, pubblicate con il DM 308 del 15/05/2014.  Il prossimo aggiornamento di queste graduatorie è previsto a breve, entro luglio 2017 (decreto Milleproroghe del 2016).

    L'ECDL IT SECURITY fa parte delle 7 certificazioni previste dalla Nuova Ecdl Full Standard ed è assolutamente indipendente da altri esami ECDL, cioè non esiste alcuna propedeuticità tra l'IT SECURITY ed altri patentini ECDL).

    Presso il Test center, Target education, è inoltre possibile aggiornare, tramite update, la certificazione ECDL core, avente 3 anni di validità, in vista del prossimo aggiornamento delle graduatorie d’Istituto.

    Info:
    Via Giuseppe Pellegrino, 1 - Lucera (FG)
    Tel: (+39) 0881 205347
    E-mail: info@targeteducation.it
    www.targeteducation.it


  • Lucera #wwim15 organizzato da Instagramers Foggia
    Per il prossimo Worldwide Instameet#WWIM15, la community di @IgersFoggia vi invita a scoprire Lucera, città d’arte del tavoliere, sabato 25 marzo 2017.
     
    Il programma della giornata offrirà la possibilità ai partecipanti di scoprire i monumenti che hanno arricchito la città di Lucera nel tempo, a partire dal I secolo a.C. L’appuntamento è alle 10 all’ingresso dell’Anfiteatro Romano Augusteo, prima tappa del tour guidato. Questo anfiteatro, risalente al 27 a.C., è una delle più grandi testimonianze di età romana in Puglia. Alle 12 è prevista una visita del Teatro Garibaldi, opera dell’architettoneoclassico Luigi Oberty. Il teatro, famoso per la sua gemellarità (in scala ridotta) col Petruzzelli di Bari, è stato a lungo abbandonato durante il Novecento, per essere poi inaugurato nuovamente nel 2005. Per il pranzo l’appuntamento è a Palazzo D’Auria, storica architettura della città, alle 13 per un aperitivo ideato dal ristoratore Alberto Trincucci (la quota di partecipazione all’aperitivo è di 10euro).
     
    Il pomeriggio è dedicato alla scoperta del centro storico di Lucera. Il Duomo cittadino, conosciuto come Basilica di Santa Maria Assunta, eretto nel 1300 per volontà di Carlo II d’Angiò, sarà la prima tappa del centro storico da visitare. Altre visite sono previste per il Giardino degli esempi, antico giardino che sorge all’interno del palazzo Clearco-Cavalli, a pochi passi dal Duomo, e recuperato dal progetto Z’Unica, e per la chiesa di San Francesco Antonio Fasani, ex chiesa di San Francesco d’Assisi, costruita anch’essa per volontà di Carlo II d’Angiò nel 1304.
    Con la staordinaria partecipazione della Delegazione FAI di Foggia.

    Prenota la tua partecipazione gratuita su Eventbrite:
    https://www.eventbrite.it/e/biglietti-lucera-wwim15-32893613684
      


  • "Buonasera Dottore" in onda dal 21 marzo ogni martedì in prima serata su TV2000
    Il programma condotto da Monica Di Loreto
    in onda dal 21 marzo ogni martedì in prima serata su TV2000
     
    “Buonasera Dottore”è un programma di informazione medica, ma al tempo stesso di intrattenimento. In ogni puntata saranno affrontati temi legati alla medicina di base e a quella specialistica, con un’attenzione particolare alla prevenzione e all’attualità.
    Cinque appuntamenti in prima serata dove si alterneranno l’eccellenza della ricerca italiana in campo medico, i migliori specialisti del settore sanitario ed esperti di alimentazione, attività fisica e benessere.
    Una trasmissione al servizio del cittadino con l’obiettivo di diffondere la cultura della salute.
    Buonasera Dottore” sarà condotto dalla giornalista Monica Di Loreto, da anni volto di TV200, ed è uno spin-off della trasmissione quotidiana “Il mio medico”, in onda tutti i giorni dalle 10 alle 11.
    In ogni puntata ci sarà un ospite speciale direttamente dal mondo del teatro, del cinema, della televisione, della cultura e dello sport, che si racconterà e accompagnerà la conduttrice durante gli spazi dedicati all’alimentazione e al benessere.
    Le puntate andranno in onda dal 21 marzo, alle 21,05, con cadenza settimanale, per cinque martedì fino al 18 aprile.
     
     
     
     
     
     
     
     
     
    21 marzo – Puntata I
     
    Inaugureremo il programma con uno spazio dedicato alla nutrizione. Con il professor Eugenio Del Toma, specialista in scienza dell’alimentazione, affronteremo uno dei temi più scottanti del momento: la carne fa bene o fa male?
     
    Spazio all’eccellenza italiana: in studio con noi il professor Roberto Orecchia, direttore del CNAO - Centro Nazionale di Adroterapia Oncologica, che ci parlerà di una straordinaria macchina: il sincrotrone, una vera e propria eccellenza italiana e mondiale – ne esistono soltanto 4 in tutto il mondo. Uno strumento che è in grado di colpire e distruggere i tumori che non sono operabili perché in punti delicati del corpo o perché resistenti alla chemio o alla radioterapia.
     
    Parleremo poi della salute della nostra pelle, con la dottoressa Marcella Ribuffo, dermatologa dell’IDI di Roma.
     
    Infine, spiegheremo come curare la pressione alta con il professor Valerio Sanguigni, cardiologo dell’Università Tor Vergata di Roma, che ci presenterà in esclusiva una sua importantissima scoperta per tutte le persone che soffrono di ipertensione: una miscela per un gelato che se assunto regolarmente, consente di abbassare la pressione. Lo studio è stato anche pubblicato sulla prestigiosa rivista scientifica “Nutrition”.
     
    Durante la puntata ci sarà anche una speciale intervista al calciatore Alessandro Del Piero che ci parlerà del suo impegno con l’AIRC e dell’importanza della prevenzione.
     
    Infine, ad accompagnarci in questa prima puntata, ci sarà una grande campionessa paralimpica, vincitrice del programma “Ballando con le stelle”: Giusy Versace. Si racconterà e ci parlerà del suo rapporto con la salute.
     
     

  • Anche Foggia aderisce all'ora della terra
    "Un’ora di buio per accendere il nostro futuro" è l'invito che il WWF rivolge con Earth Hour -l'Ora della Terra la più grande mobilitazione globale dei cittadini e delle comunità di tutto il Pianeta per la lotta al cambiamento climatico che celebra i 10 anni dalla sua prima edizione del 2007 svoltasi a Sidney.
    Le luci si spegneranno per un’ora anche quest’anno: dalle ore 20.30 alle 21.30, attraverso tutti i fusi orari, dal Pacifico alle coste atlantiche.
    La partecipazione all’iniziativa si fonda sulla semplicità ma nello stesso tempo la significatività di un gesto: spegnere la luce di una casa, di un edificio, di un monumento, l’illuminazione di una strada o di una particolare area di una città per un’ora, partecipando ad un’iniziativa di forte valenza simbolica, un’occasione per rendere esplicita la volontà di sentirsi uniti in una sfida globale.
    Quest'anno anche il comune di Foggia, grazie alla sensibilità e alla disponibilità mostrata dall'assessore alla cultura Anna Paola Giuliani, ha accolto l'invito rivolto dal WWF Foggia e ha aderito all'iniziativa con lo spegnimento delle luci esterne del Teatro Comunale Umberto Giordano il 25 marzo dalle 20.30 alle 21,30.
    Purtroppo, evidenzia il WWF Foggia, altre adesioni non si sono avute da parte dei comuni della Provincia di Foggia.
    L’effetto di questa grande mobilitazione che unirà di nuovo centinaia di  milioni di persone, sarà una grande ora di buio che per 24 ore farà il giro della Terra. Nel 2016 ben 178 paesi parteciparono spegnendo le principali icone mondiali come l’Opera House di Sydney, il Cristo Redentore a Rio de Janeiro, la Torre Eiffel, il Ponte sul Bosforo
    Il 2016 si e’ chiuso come l’anno più caldo da quando esistono le registrazioni scientifiche. Per l’Artico l’incremento e’ stato di 2°c. Inoltre la concentrazione di CO2 nella composizione chimica dell’atmosfera ha raggiunto le 400 parti per milione (ppm) mentre in epoca pre industriale la concentrazione era di 280 ppm.
     Il recente studio dell’ENEA sull’innalzamento del Mar Mediterraneo stima nei prossimi 100 anni un’accelerazione netta dell’innalzamento che, ad esempio, nel nord adriatico potrebbe giungere a valori compresi tra 90 e 140 centimetri.
    Tra il 2016 e il 2017 si sono registrate molte anomalie e temperature record: in Australia, ad esempio, si è appena conclusa un’estate “arrabbiata” caratterizzata da ondate di calore, incendi e alluvioni, con temperature record in alcune aree vicine ai 50°C.
    Gli eventi legati al cambiamento climatico diventano quindi sempre più evidenti e preoccupanti, ma siamo in tempo per evitare che sconvolga gli ecosistemi, le specie e la vita di milioni di persone e delle future generazioni: bisogna azzerare le emissioni di gas serra e scegliere le tecnologie del futuro, quelle rinnovabili ed efficienti.
    Il cambiamento climatico ha tanti volti e impatti diversi in ogni angolo del pianeta, ma la realtà è uguale per tutti: il momento per cambiare il clima che cambia è ora – ha dichiarato Donatella Bianchi, Presidente di WWF Italia  – Earth Hour negli anni ha dimostrato che centinaia di milioni di persone in tutto il mondo comprendono quanto la sfida del clima sia centrale per il Pianeta, per il benessere umano e la sopravvivenza di specie animali e vegetali. Il 25 marzo questo grande movimento globale per il clima fatto di  singole  persone, comunità e organizzazioni,  farà sentire la propria voce per chiedere di accelerare gli impegni verso una rapida decarbonizzazione delle nostre economie, per limitare il riscaldamento globale a 1,5°C, secondo l’impegno assunto con l’Accordo di Parigi”.




  • Lorenzo Marone, premio selezione bancarella, presenta da Kublai a Lucera il suo ultimo successo editoriale
    Lo scrittore napoletano di “La tentazione di essere felici” sarà nella libreria-caffè lucerina con il suo ultimo romanzo, “Magari domani resto” (Feltrinelli), Premio Selezione Bancarella 2017 e in cima alle classifiche di vendita delle ultime settimane.
     
    Giovedì 23 marzo, alle ore 20.30, Lorenzo Marone presenterà, presso la libreria Kublai di Lucera, il romanzo "Magari domani resto" (Feltrinelli). A dialogare con l'autore ci sarà Annarita Favilla.
    Luce, una trentenne napoletana, vive nei Quartieri Spagnoli ed è una giovane onesta, combattiva, abituata a prendere a schiaffi la vita. Fa l'avvocato, sempre in jeans, anfibi e capelli corti alla maschiaccio. Il padre ha abbandonato lei, la madre e un fratello, che poi ha deciso a sua volta di andarsene di casa e vivere al Nord. Così Luce è rimasta bloccata nella sua realtà abitata da una madre bigotta e infelice, da un amore per un bastardo Peter Pan e da un capo viscido e ambiguo, un avvocato cascamorto con il pelo sullo stomaco. Come conforto, le passeggiate sul lungomare con Alleria, il suo cane superiore, unico vero confidente, e le chiacchiere con il suo anziano vicino don Vittorio, un musicista filosofo in sedia a rotelle. Un giorno a Luce viene assegnata una causa per l'affidamento di un minore, e qualcosa inizia a cambiare. All'improvviso, nella sua vita entrano un bambino saggio e molto speciale, un artista di strada giramondo e una rondine che non ha nessuna intenzione di migrare. La causa di affidamento nasconde molte ombre, ma forse è l'occasione per sciogliere nodi del passato e mettere un po' d'ordine nella capatosta di Luce. Risolvendo un dubbio: andarsene, come hanno fatto il padre, il fratello e chiunque abbia seguito il vento che gli diceva di fuggire, o magari restare?
    Lorenzo Marone nasce a Napoli, dove tutt'ora vive con la moglie Flavia e un bassotto di nome Greta. Laureato in Giurisprudenza, esercita l'avvocatura per quasi dieci anni, mantenendo parallelamente un'intima attività di scrittore. Un giorno smette di fare l'avvocato, si trova un lavoro come impiegato in un'azienda privata e comincia a spedire i suoi racconti. Suoi sono i libri Daria (La gru, 2012), Novanta. Napoli in 90 storie vere ispirate alla Smorfia (Tullio Pironti, 2013), La tentazione di essere felici (Longanesi, 2015) e Magari domani resto (2017).

  • Primavera teatrale al Garibaldi di Lucera
    Dopo il successo dell’applauditissimo reading su “Ragazzi di vita” di Pierpaolo Pasolini, a settembre messo in scena da un talentuoso Fabrizio Gifuni, continua proficuamente la collaborazione con l’attore, la poliedrica Natalia Di Iorio, l’associazione culturale Mediterraneo è Cultura ed il Comune di Lucera .
    È con grande orgoglio, quindi  che annunciamo la prima edizione della rassegna teatrale  PRIMAVERA AL “GARIBALDI”, che partirà il 4 aprile con lo spettacolo “UNA DI UNA NOTTE” in cui Maria Paiato, una delle più importanti attrici italiane, offrirà la sua personale interpretazione di due racconti del geniale ed ironico Ennio Flaiano.

    Seguirà il 21 Aprile il sublime omaggio di 
    Luigi Lo Cascio ai poeti siciliani del ‘900 con lo spettacolo “SUL CUOR DELLA TERRA”, ed il 10 maggio ammireremo Alessio Boni e Marcello Prayer rappresentare il “CANTO DEGLI ESCLUSI” di Alda Merini.
    Chiuderà la rassegna, il 17 maggio, Marco Baliani con il suo storico monologo “KOHLHAAS” pietra miliare del teatro di narrazione italiano.
    Questa rassegna rappresenta un’importante sfida, perché si è voluto puntare, grazie ad uno sforzo sinergico, su un teatro storico e di grande pregio architettonico, come il “Garibaldi”, al fine di promuovere una stagione teatrale di altissimo livello.
    Ci vediamo a teatro!
     
    Il Sindaco Antonio Tutolo e l’assessore alla Cultura Carolina Favilla

  • Il MeetUp 5 Stelle Lucera e San Severo denunciano la pericolosità della Strada Provinciale 109 Lucera ? San Severo. Avviata petizione
    Riceviamo e pubblichiamo

    Al Presidente della Provincia di FOGGIA
    Sig. Avv. Francesco Miglio
    Al Prefetto di FOGGIA
    Dott.ssa Maria Tirone

    e p.c.
    Al Sindaco del Comune di LUCERA
    Sig. Geom. Antonio Tutolo
    Al Sindaco del Comune di SAN SEVERO
    Sig. Avv. Francesco Miglio

    Oggetto:
    • Petizione SP109 Lucera – San Severo
    • Rimozione e/o messa in sicurezza delle rotatorie
    • Completamento dei lavori di allargamento

    Il MeetUp Lucera 5 Stelle e il MeetUp 5 Stelle San Severo, intendono denunciare e sottoporre all’attenzione delle Autorità preposte la pericolosità della Strada Provinciale 109 Lucera – San Severo.
    Lungo il tratto più prossimo a Lucera sono state installate ben quattro rotatorie, prive di adeguata segnalazione, non illuminate, pericolosamente orientate su un solo lato della carreggiata, tanto da costringere l'ignaro guidatore a improvvise frenate e brusche manovre di inserimento in curva.
    Ad aggravare il pericolo, soprattutto di notte e con condizioni atmosferiche avverse, si aggiungono l'improvviso restringimento della carreggiata, nel tratto più prossimo a San Severo, il dislivello creato dalla zona collinare, le pessime condizioni e gli avvallamenti del manto stradale. Fattori che spingono gli automobilisti a portarsi al centro della carreggiata, con enorme rischio di incidenti.
    Infine, va segnalato che in molti tratti è ancora esistente la segnaletica per lavori in corso, fuorviante per gli automobilisti.
    Per questi motivi, evidenti e tuttavia totalmente ignorati dagli Enti di competenza, anche alla luce degli ultimi incidenti stradali occorsi, riteniamo doveroso procedere con la presente istanza, e quindi

    CHIEDIAMO
    ALLA PROVINCIA DI FOGGIA E AI COMUNI DI LUCERA E SAN SEVERO
    un tempestivo intervento risolutivo volto a garantire la sicurezza stradale sull’intero tratto di percorrenza tra le due città.
    A tal fine, chiediamo che:
    - venga completata la segnaletica stradale orizzontale e verticale, con sostituzione di quella propria dei lavori in corso con quella definitiva;
    - vengano rimosse le rotatorie inutili e pericolose, o quanto meno vengano riposizionate adeguatamente e segnalate con lampeggianti anche lungo i cordoli,
    - venga completato l’allargamento della carreggiata in prossimità di San Severo, se necessario previo esproprio dei terreni limitrofi.

    Con espresso avviso che in caso di ennesimo incidente con morti e/o feriti che dovesse in futuro verificarsi sulla strada in questione, procederemo ad inviare denuncia all’Autorità Giudiziaria, chiedendo che si accertino eventuali  responsabilità anche penali dovute a condotte colpose o dolose, commissive o omissive, degli enti pubblici proprietari, in quanto tali onerati di garantire la sicurezza degli utenti (CASSAZIONE CIVILE, Sezione III, n° 2131 del 6 aprile 1982; n° 10654 del 4 Giugno 2004; n° 5445 del 14 marzo 2006; n° 14456 del 22 giugno 2006; Quarta Sezione Penale della Corte di Cassazione sentenza n. 27035 dell'11 luglio 2011).
    In via d’urgenza,

    CHIEDIAMO
    ALL’ILL.MO PREFETTO di Foggia,
    l’invio della Polizia Stradale per verificare lo stato dei luoghi e l'esistenza delle insidie segnalate. Nel ringraziare per l’attenzione che vorranno dedicare alla questione, si porgono distinti saluti.

  • Foggia-Lecce: una domenica nel pallone
    L'occasione per parlare di sportività, quella che a volte manca e che nel bene e nel male vede protagonisti i professionisti sportivi, soprattutto nel calcio, sport popolare sia Italia che nel resto del mondo,  viene da una partita, che era "la partita", quella che molte squadre vorrebbero vivere. Non si è mai visto uno stadio cosi pieno, gremito in ogni ordine di posto, dalla tribuna alla curva nord, era uno sbandierare di colori rossoneri, con cori ad incitare la squadra. E' stata una festa alla fine, non solo sportiva, ma di una città che con grande fatica, cerca di risollevarsi  dagli innumerevoli problemi, che da decenni la attanagliano. ma veniamo alla cronaca. Sembrava fosse cominciata in sordina, come uno sbadiglio della controra, ma gli undici di Stroppa suonano già la carica nei primi minuti. Il Lecce tenta di svegliarsi, ma sembra un orso in letargo, e gli undici "diavoletti" ne approfittano, con in testa Fabio Mazzeo, che insieme a Deli apre le danze, un passo di "pizzica" da maestro del gol. dopo nemmeno 5 minuti, Tommaso Coletti decide di "bombardare" Perrucchini dal limite, lo "affonda" con un missile dai trenta metri. L'estremo difensore leccese, tenta la parata, ma il mi missile di Coletti gli esplode nella porta. Le schegge di gioia svolazzano sugli spalti, coinvolgendo tutti fuori e dentro lo stadio, si anche chi è a casa a guardare la partita davanti alla tv, che con le urla di gioia fa tremare i muri.

    Si va al riposo, e alla ripresa del gioco, il Lecce, nonostante le vagonate di caffè nero bollente, offerto da Mister Padalino, continua a dormire sonni tranquilli, anche se si avverte una timida reazione da parte dei giallorossi. Il Foggia penetra per la terza volta il Lecce, come del resto per tutto il tempo che le due compagini si sono affrontate a viso aperto e senza timori, a centrocampo con i fendenti laterali di Vacca, Agazzi e dello stesso Deli. un continuo via vai davanti all'area di rigore del Lecce, e prima del knock out finale, ci riprova Mazzeo che da poco più di venti metri una  punizione, Ma Santa Traversa salva Perrucchini. subito dopo è proprio Agazzi a raccogliere una palla vagante, fa partire un fendente passaggio raccolto da Deli, che si invola verso Perrucchini e sigla il tre a zero finale, stendendo il Lecce, che a fine gara viene rifiutato dai suoi tifosi accorsi allo Stadio Zaccheria ad incitarli. Il merito di questi ragazzi, che ogni giorno per tutta la durata del campionato, si allenano è la loro umiltà, la loro unità ed affiatamento, grazie soprattutto agli insegnamenti di Giovanni Stroppa, che grazie ai suoi ragazzi, sigla quel "gol" in calcio d'angolo, di zemaniana memoria. Ma questa volta da mister e persona di sport valida qual è. Gli scettici di inizio campionato plaudono a questo Foggia, dell’Era Stroppa.

  • L'Asd Basket Lucera inizia bene la 'poule promozione' ed espugna il campo dello Sporting Club Bitonto
    L'Asd Basket Lucera ha iniziato bene la 'poule promozione' ed espugnato il campo dello Sporting Club Bitonto. I ragazzi di coach Faccilongo si sono imposti per 69-63 al termine di una partita molto combattuta. Reduci da due sconfitte consecutive, i cestisti lucerini sono scesi in campo determinati e con la giusta concentrazione, per portare a casa un risultato positivo. La partita non è stata facile e disputata in un campo non proprio ideale. D'arrissi e soci hanno infatti subito l' ottima partenza dei padroni di casa che hanno condotto i giochi per buona metà della gara. La svolta dopo il riposo lungo. A differenza delle scorse esibizioni, grazie a buone giocate corali, i ragazzi del presidente Massenzio hanno trovato agevolmente la via del canestro. Azzerato lo svantaggio gli ospiti sono riusciti a guadagnare e gestire i punti utili per vincere la gara, nonostante gli sforzi veementi dei bitontini. Ottima la prova di tutti i ragazzi scesi in campo, menzione particolare per D'Arrissi 24, Bevere 16 e Bernardi 11 i migliori realizzatori della gara. L'asd Basket Lucera torna in campo sabato 1 Aprile ed ospiterà, al palazzetto dello Sport di viale Canova, il Francavilla.
     
    Danilo De Sabato

    Parziali: 17-14; 37-32; 49-54; 63-69.
    Marcatoti:  Tozzi 9; Zannuto 0; Tammaro 2; Faccilongo NE; Baselice 2; Bernardi 11; Bevere 16; Salcuni 5; Basile NE; D'Arrissi 24.

  • Sul podio i ballerini lucerini ai Campionati Regionale FIDS della scuola HAVANA COCHE ASD
    Nel weekend 11/12 Marzo 2017 al Palazzetto dello sport di Lucera si sono svolti i Campionati Regionale FIDS danze di coppia nel corso dei quali la scuola HAVANA COCHE ASD si è distinta con i seguenti risultati:

    BIONDI GIANLUCA-LOMBREGLIA SIMONA classe A 35/44 1°classificati DANZE STANDARD
    PITTA MARIO-PITTA ILARIA classe C 10/11  1°classificati DANZE LATINE
    BIONDI MATTIA-BIONDI GIULIA classe B2 12/13 4°classificati DANZE LATINE
    VERARDO MICHELE-VERARDO CARMENPIA classe B2 16/18  SEMIFINALI DANZE STANDARD

    Continua così la tradizione della HAVANA COCHE ASD che dal 2013 ininterrottamente porta a casa almeno 2 Campioni Regionali. Prossimo evento importante i Campionati Italiani di categoria, per i quali nella classe B1 35/44 Danze Standard siamo i campioni in carica.

  • Sport Lucera, vittoria sfumata nei minuti di recupero a Cagnano Varano
    Lo Sport Lucera torna dal Gargano, sponda Cagnano Varano, con un pareggio; tuttavia fino ai minuti di recupero per i ragazzi di De Masi sembravano a portata di mano i tre punti, per il goal del vantaggio siglato da Pellegrino, al 34'. Marinacci, al 46', infatti, ha approfittato di un'incertezza di Rubino per riequilibrare l'incontro.
    Doccia fredda per i biancocelesti, ma il risultato finale è sostanzialmente giusto.
    Dopo un buon primo tempo dello Sport Lucera, durante il quale, al 10', è stato annullato un goal a Pellegrino apparso regolare, colpo di testa su cross di Russolillo, per presunto fuorigioco, e le buone conclusioni di Disciglio e dello stesso Russolillo, il Cagnano Varano è venuto fuori nella ripresa, creando diverse occasioni pericolose e trovando la rete in extremis.
    Il confronto è stato molto combattuto. Lo Sport Lucera ha dovuto fare a meno di elementi importanti come De Paolis, infortunato, Bortone e Clemente, assenti per impegni privati.      
    Domenica, 26 marzo, a San Pio X, impegno difficile con lo Stornarella.
    Fischio di inizio alle 16.Sunday Radio Campionato di Seconda Categoria, Girone A

    Risultati della XXI Giornata
    Cagnano Varano - Sport Lucera 1-1
    Don Uva Calcio 1971 - Carpino Calcio 3-0    
    Ischitella - San Giovanni R. 2-1    
    Salvemini Manfredonia - Bella Vita Puglia 1-1      
    Stornarella - S.Nicandrum Manfredonia 2-1    
    Troia - Atletico Orta Nova 1-1
    Riposo: Atletico Foggia

    Classifica
    Sanctum Nicandrum Manfredonia 42
    Stornarella 41
    Atletico Orta Nova 36
    Don Uva Calcio 1971 36
    Bella Vita Puglia 29 (-1)
    Carpino Calcio 27
    San Giovanni Rotondo 21
    Troia 21
    Atletico Foggia 19
    Ischitella 19
    Sport Lucera 19
    Salvemini Manfredonia 18
    Cagnano Varano 18

  • Ernesto Maria Giannetta nuovo segretario del PD di Lucera. Prime dichiarazioni - video
    "Finalmente" era stato il tema del congresso cittadino, svolto dopo oltre tre anni di commissariamenti vari, e finalmente il circolo "Giuseppe Parracino" ha un nuovo segretario. La scelta è ricaduta dopo lo svolgimento del congresso prima e del voto dopo sull'agronomo Ernesto Maria Giannetta.
    Il parto, così lungo, non è stato indolore, come tanti ricorderanno, si sono susseguite molte, e forse troppe, lotte interne che sono continuate anche durante il congresso, infatti, l'ex assessore Francesco Forte, ha contestato il tesseramento presentato un ricorso ai vertici nazionali, regionali e provinciali; ricorso che riguardava una anomalia nel tesseramento.
    Il Commissario, Paolo Campo, al termine delle operazioni di spoglio, si è detto soddisfatto della partecipazione al voto, ma soprattutto ha esortato tutti a mettersi a lavoro per far ripartire non solo il partito, ma una politica che guardi prima di tutto i problemi della città
    L'esito delle urne è stato il seguente:
    hanno votato 331 tesserati su 421 aventi diritto.
    Ernesto Maria Giannetta ha ricevuto 258 preferenze
    Rosalia Nappa 71
    2 le schede nulle.
    Il nuovo direttivo sarà composto da 41 componenti così ripartiti 31 per la maggioranza 10 per la minoranza.
    "Finalmente" lo diciamo anche noi, sperando che ora l'unico partito presente a Lucera, dopo aver troppo litigato, e forse anche giustamente, per darsi una struttura, pensi ora a lavorare per il bene della città.
    (A.B.)



    Ernesto Maria Giannetta, neo segretario cittadino del Partito Democratico di Lucera, al termine dello spoglio e della proclamazione ufficiale da parte della Commissione elettorale, ha preso la parola per ringraziare quanti lo hanno voluto e sostenuto e ha lanciato le prime idee per rifondare il partito a Lucera, poi la stretta di mano con la sfidante Rosalia Nappa che ha dichiarato piena collaborazione.


  • La riunione della famiglia Cappelletti per rinsaldare le proprie origini
    Lucera - Rinsaldare le proprie origini e tenere vivi ricordi e legami affettivi. Questo lo scopo della 'riunione di famiglia' dei Cappeleltti andata in scena il 18 marzo 2017 nella location  feste ed eventi di Balletta.
    Come già avvenuto nelle scorse rimpatriate i membri della famiglia, le cui origini risalgono al 1938 e sono custodite proprio a Lucera nel ricordo dei capostipiti Pasquale e Felicetta, hanno potuto così riabbracciare quasi tutti i parenti, provenienti non solo da Lucera ma anche da Pescara  e Napoli. Tutti uniti dalla comune origine lucerina dalle tradizioni culturali e gastronomiche della terra natia, in nome di un parentela che viene celebrata sempre con grande orgoglio anno dopo anno.

    a.z.


  • 19 marzo: giorno di festa per i papà. Nota e poesia sul papà da Pasquale Zolla
    Al di là di come nasce la festa in onore dei papà, oggi mi piace ricordare  e fare gli auguri a tutti i papà del mondo: a chi lo è stato e a chi non se l'è sentita di esserlo; a quelli assenti e a quelli che buttano il sangue per dare ai figli una vita agiata; a quelli che combattono per dare libertà ai propri figli e a quelli che si allontanano da loro; a quelli che sono diventati nonni e a quelli che hanno lasciato questa terra per addormentarsi tra le braccia del Signore. Insomma auguri a tutti i papà ovunque essi siano.
    E io voglio ricordare, oggi, con una poesia in vernacolo, mio padre che non c'è più, ma che continuo a sentire a fianco a me, perché racchiuso nel mio cuore.
     
    Nd'u kòre mìje sèmbe sì
    Pateme, ògge òdelà d'i nuvele,
    tra i brellòkke d'u cile chjù lustre,
    appure si akkussì lundane u sènde
    sèmbe a mè vecine, dind'u kòre
    mìje. Arrekòrde, kume si fusse mò,
    ka kuanne jukave dind'u kurtigghje
    me chjamave ke nu fiscke speciale
    ka sckitte isse sapéve fà. Pateme
    ha lassate u marchje suje sópe
    u kambà mìje, nen decènneme, pèrò,
    kume kambà, ma m'u facènne vedè
    kum'u facéve. Avvóte m'assemègghje
    de m'u skurdà, ma dòppe, dind'u skurde,
    me pare de sènde u fiscke suje
    kum'a nu trellìje de nòte è u kòre
    mìje  se sènde ngile purtate. È ttènghe
    'n'ata vóte cinganne: stènghe aspettanne
    de sènde i passe suje anghjanà
    i skale è arrapì 'a pòrte de kase.
     Sei sempre nel mio cuore
    Mio padre, oggi oltre le nuvole,
    tra le stelle più luminose,
    anche se così lontano lo sento
    sempre a me vicino, nel cuore
    mio. Ricordo, come se fosse adesso,
    che quando giocavo nel cortile
    mi chiamava con un fischio speciale
    che solo lui sapeva fare. Mio padre
    ha lasciato il suo marchio sulla
    vita mia, non dicendomi, però,
    come vivere, ma facendomi osservare
    come lo faceva. A volte mi sembra
    di dimenticarlo, ma poi, nel buio,
    mi sembra di sentire il suo fischio
    come un trillo di note e il cuore
    mio si sente sollevato. E ho
    di nuovo cinque anni: sono in attesa
    di udire i suoi passi salire
    le scale e aprire la porta di casa.
     
    Pasquale Zolla

  • Il lucerino Fra Antonio Palladino abbraccia la Regola del Serafico San Francesco d?Assisi
    Sabato 11 marzo 2017,  nel Convento dei Frati  Minori Cappuccini di San Marco la Catola, a lode e gloria della Santissima Trinità, Fra Antonio Palladino, nostro concittadino, ha emesso la PROFESSIONE TEMPORANEA nelle mani di Fra Francesco D. Colacelli, Ministro Provinciale dell’Ordine.
    Si è trattata di una cerimonia semplice e nello stesso tempo emozionante e commovente, dove nell’oasi cappuccina, il giovane frate, circondato dall’amore dei suoi genitori e familiari,
    dall’ affetto della sua fraternità conventuale, dalla gioia e solarità dei frati della Religiosa Provincia OFM “Sant’Angelo e Padre Pio” di Foggia, dall’abbraccio caloroso del popolo festante di San Marco LC. e degli amici, giunti numerosi dalla parrocchia “San Francesco A. Fasani” di Lucera 2, ha detto il suo “SI”, emettendo voto di obbedienza, povertà e castità, abbracciando la Regola del Serafico San Francesco d’Assisi.
    Tra i tanti frati che hanno concelebrato la Santa Messa, anche il parroco Don Costanzo ed  il cancelliere diocesano monsignor Don Giovanni Pinto, i quali, unitamente alla Diocesi, si sono stretti intorno a Fra Antonio Palladino, a testimonianza delle vocazioni che da sempre germogliano nel quartiere di Lucera 2.
    Un grazie di cuore a te, Fra Antonio, con l’augurio che il tuo cammino di fede possa essere sempre vivo e acceso nell’ardore che mostri, e i tuoi passi avvicinarti con umiltà e sapienza alla santità.
    (G.P.P.)

    L’ALBERO  FRANCESCANO

     
    in occasione della
    PROFESSIONE TEMPORANEA
    di fra Antonio Palladino.

    San Marco la Catola                                                                       
    11 marzo 2017
     
    Nell’immenso scenario
    della vita che penso
    vi è un posto sublime
    simile a un grande giardino
    dove vivono insieme
    i lupi e gli agnelli,
    dove crescono accanto
    la spiga e l’ortica
    e volan felici
    nel cielo limpido in alto
    candidi uccelli.
    In questo giardino,
    proprio nel centro,
    vi è un albero immenso,
    un albero nato
    dal seme piantato
    dal Serafico Frate.
    E’ l’albero francescano
    secolare e fraterno,
    verdeggiante nel tempo
    abbondante di linfa
    dove ovunque è germoglio,
    dove le foglie simili a mani
    accarezzano e abbracciano
    e sotto i suoi rami
    c’è pace e ristoro.
    Candidi e tanti
    tutti i suoi frutti hanno sapore,
    cresciuti umili e santi
    dispensano amore.
     
    (Giuseppe Palladino)

  • Monteleone di Puglia torna ad ?infiammarsi? in occasione del gran Falò di San Giuseppe e della festa di tutti i papà
    In occasione della festività di San Giuseppe, domenica 19 marzo alle ore 19.00, l’associazione turistica Pro Loco Monteleone e l’Amministrazione Comunale, organizzano la tradizionale festa popolare con l'accensione del Falò di San Giuseppe in Piazza Municipio. L’obelisco del ‘500, la casa comunale, le dimore signorili, il murales in onore delle rivoltose, i portali in pietra e il monumento ai caduti di Vito Pardo faranno da cornice all’evento. Saranno bruciatiarbusti, fascine e frasche.Il richiamo al fuoco, alla veglia e alla tradizione popolare è da sempre molto sentito nella piccola ma amena cittadina dauna.

    Un tempo, a solo qualche chilometro dal centro abitato, passava l’antica via herculia e il tratturo regio Pescasseroli – Candela. Le pire di legno fin dai tempi antichi il giorno di San Giuseppe, patrono dei falegnami, venivano accese in segno propiziatorio e servivano ad ingraziarsi le forze della natura, indicavano la fine dell’inverno, dei rigori meteorologici, l’inizio della primavera, l’avvento della stagione dei raccolti e la rinascita della natura. Ogni anno il 19 marzo la comunità monteleonese attorno al fuoco riscopre e rivive in maniera sobria ma sentita le origini contadine, il patrimonio etnico-antropologico e culturale dei suoi avi, i profumi e i sapori del passato. Il comitato organizzatore aspetta tutta la comunità locale, tutti gli amanti del gusto e non, al gran Falò, per condividere e degustare insieme fino a tarda sera caciocavallo, fagioli, salsiccia, bruschette, zeppole e vino.

  • Vangelo della Domenica: Uomini, Donne, Sorgenti
    La Parola di Dio che ci raggiunge in questa terza domenica di Quaresima ci dona di “immergerci” nella sorgente d’acqua viva che è Cristo! E’ la domenica del Vangelo della Samaritana. Intenso e provocante è il colloquio tra Gesù e la samaritana che arriva, in un ora così insolita, al pozzo per attingere acqua. Gesù l’accompagna nel suo cammino di conversione fino al momento in cui sarà lei a chiedere a Lui l’acqua vera; sarà lei a riconoscerlo come Messia; sarà Lei ad annunciarlo ai suoi compaesani… come cambia la vita quando si incontra Gesù!!!!
    Da questa domenica iniziamo ad ascoltare i Vangeli che accompagnavano l’itinerario immediato che i catecumeni vivevano in preparazione al loro Battesimo celebrato nella veglia pasquale. Si inizia con il tema battesimale dell’acqua viva! Elemento fondamentale per il Battesimo, che diventa il segno della fecondità della Chiesa che in essa genera i figli di Dio e li rende degni e capaci del Paradiso. Nel dialogo tra Gesù e la Samaritana, Gesù conduce la donna a riconoscerlo come Messia, e gli propone “un’acqua” vera e santa di cui Lui è la sorgente. La donna è condotta da Gesù a fare una scelta di “qualità”, saper passare dall’esigenza materiale, pur necessaria del bisogno di acqua per bere, a saper chiedere un’acqua “speciale”, l’acqua vera, che “zampilla per la vita eterna”. Un’acqua che solo Lui può dare.
    Anche per noi oggi Gesù si offre e si presenta a noi come la vera acqua, quella che fa vivere della vita di Dio. Ma chiediamoci con grande lealtà: ma per spegnere la nostra sete di verità, di amore, di carità, di giustizia, di uguaglianza, di fraternità, di solidarietà…. a quale fonte andiamo? Dove o da chi ci dissetiamo? Vi prego non dissetatevi alle pozzanghere o alle acque inquinate del peccato o di questo mondo….andate a Gesù! Lui è l’acqua viva! Lui vi renderà capaci di celebrare e lodare Dio in “spirito e verità”; Lui vi riempirà della sua grazia e sarete anche voi…sarai anche tu….sorgente d’acqua viva per i fratelli! “Ha sete di te, Signore, l’anima mia…” solo in te trovo….e troviamo…davvero tutto!
    Don Luigi Tommasone
    www.parrocchiasangiacomo.org


  • Quest'anno San Giuseppe si celebra il 20 marzo.

     SOLENNITA’  DI SAN  GIUSEPPE

    Quest’anno  la solennità di San Giuseppe non si celebra il 19 marzo, bensì lunedì 20 marzo.
    Anche se resta il 19 il giorno in cui poter festeggiare  l’onomastico per quanti portano questo bel nome, la celebrazione liturgica della solennità è trasferita al giorno dopo, poiché  domenica 19 marzo è la III domenica di quaresima.
    Le domeniche dei “tempi forti”  (tempo di Avvento, Natale, Quaresima e di Pasqua) sono domeniche importanti e hanno già delle tematiche teologiche necessarie al cammino di fede. Esse non possono essere sostituite da celebrazioni, anche se solenni della Vergine Maria, dei santi, anche se titolari delle chiese parrocchiali, o dell’anniversario delle Dedicazione delle stesse. Questo è sempre possibile per le domeniche del “tempo ordinario”.
    Anche quando, negli anni scorsi, è capitato che la Solennità dell’Immacolata coincideva con la II domenica di Avvento, solo l’espressa volontà del Santo Padre ha permesso, con un documento proprio, la possibilità di poter  celebrare di Domenica la Solennità della Madre di Dio Immacolata. 

    don Luigi Tommasone

     Triduo in onore di San Giuseppe dal 17 al 19 marzo 2017

    Chiesa di San Leonardo: ore 18, 30 S. Messa;

    Giorno 20 marzo 2017 Solennità di San Giuseppe

    SS.Messe ore: 08,00/09,00/10,00/11,30

    Ore 18,30 Concelebrazione Eucaristica  presieduta da S.E. Mons. Giuseppe Giuliano


  • Da lunedì 20 marzo gli alunni della Manzoni studieranno all'Itet Lucera
    Da lunedì 20 marzo 2017 la campanella suonerà regolarmente nelle ore mattutine anche per gli studenti della scuola Manzoni, che troveranno temporanea ospitalità presso l’istituto Tecnico Commerciale, per Geometri, Programmatori e Turismo “V.Emanuele III”.
    Lunedì sarò lieta, insieme al Sindaco Antonio Tutolo, di accogliere e dare il mio saluto ai ragazzi e di chiarire, ancora una volta, i motivi per cui questa amministrazione ha deciso la chiusura temporanea della scuola “Manzoni”.
    Oggi i nostri ragazzi hanno una scuola bellissima, così bella che, come diceva Oscar Wilde, i disobbedienti, per punizione, dovrebbero esserne chiusi fuori.
     
    Assessore alla Pubblica Istruzione
    Carolina Favilla

  • Campo di calcio a Lucera 2: ad inaugurarlo ci pensano loro!
    LUCERA - Quanto tempo si dovrà ancora attendere per porre fine allo scempio che,da qualche tempo, si perpetra sul nuovo campo di calcio, appena rifatto, a Lucera due? Il sindaco e l'assesssore al ramo si stanno attivando per dare in appalto la struttura sportiva? Se almeno ci fosse un'attenta vigilanza da parte di chi è preposto, magari certe piacevolezze non le vedremmo.
    Prima di concludere un dettaglio non da poco: la rete di recinzione sul lato adiacente la strada presenta due  ampi buchi del diametro di circa un metro ciascuno. Insomma, una piccolo complesso sportivo, non ancora inaugurato è già alla mercè di chiunque. I lucerini che pagano le tasse gradirebbero una risposta, purchessia.
    Grazie.

    G.S.

  • Task force dei Carabinieri contro i furti, cinque arresti a Lucera
    Quello dell'altroieri è stato un martedì di intenso lavoro per i Carabinieri della Compagnia di Lucera: nell’ambito di un ampio servizio di controllo straordinario del territorio, predisposto dal Comando Provinciale di Foggia, gli uomini dell’Arma hanno tratto in arresto cinque uomini, tutti cittadini romeni residenti in Stornara e Rignano Garganico, responsabili a vario titolo del reato di tentativo di furto aggravato in concorso.

    I fatti si sono verificati a Biccari, dove nel primo pomeriggio di martedi i militari della locale Stazione erano stati allertati dalla segnalazione di un cittadino, che li aveva informati della presenza, nel centro abitato, di un veicolo sospetto i cui occupanti, verosimilmente di nazionalità straniera, stavano scattando delle fotografie ad alcune abitazioni, e immediatamente erano scattate le ricerche.

    Contestualmente erano giunti sul posto equipaggi di rinforzo da Lucera e Roseto Valfortore, contestualmente impegnati in un dispositivo di prevenzione dei reati in genere, e che hanno potuto fornire così il loro prezioso contributo ai colleghi, nel frattempo già sulle tracce dei potenziali malfattori.

    Gli sforzi degli uomini dell’Arma sono stati ben presto ripagati: i militari, infatti, all’altezza di un edificio di proprietà del Comune di Biccari, ubicato in località Lago Pescara, hanno dapprima scorto il veicolo sospetto – un vecchio Ford Transit risultato peraltro sprovvisto di copertura assicurativa – e, una volta all’interno dello stabile, bloccato i cinque romeni che stavano smontando dei pannelli metallici da cantiere, alcuni dei quali erano stati già caricati sul furgone.

    I cinque uomini, con non poche difficoltà, sono stati così condotti presso il Comando Compagnia di Lucera per gli accertamenti del caso, all’esito dei quali sono emerse ulteriori sorprese: si è potuto apprendere, infatti, che due di loro erano colpiti dalla misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria, cui erano stati sottoposti nello scorso mese di novembre per alcuni furti di macchinari agricoli da loro commessi in altri centri della provincia di Foggia.

    Inchiodati alle loro responsabilità dalle evidenze della flagranza del reato, i cinque sono stati dichiarati in stato di arresto e condotti presso la Casa Circondariale di Foggia, a disposizione della locale Procura della Repubblica.

  • Anche Lucera alla gara provinciale di federazione FIJLKAM
    La gara del 12 marzo è stata una gara provinciale di federazione FIJLKAM: hanno partecipato 5 società su 8 della provincia di Foggia. Anche i bambini di 5 anni hanno potuto cimentarsi in questa disciplina.

    Tutto è andato per il meglio, anche la collaborazione con i tecnici e l'organizzazione con il maestro Saponaro. Lo sport trionfa e unisce.
    La Juvenilia organizzerà una giornata basata su un corso di difesa personale (anti stupro) per le donne.

    Erika Raimo

  • Incontro confraternale e di catechesi di Lucera con S.E. Mons. Giuseppe Giuliano
    Martedì 14 Marzo 2017, con inizio dalle ore 16.45, presso il Centro di Comunita'  S.S. San Giovanni Paolo II in via Spagnoletti Zeuli a Lucera si è svolto un incontro diocesano con tutte le arciconfraternite e confraternite, priori e commissari vescovili, confratelli e consorelle aderenti al Coordinamento Diocesano delle confraternite della Diocesi di Lucera Troia.

    Il coordinamento diocesano conta 25 associazioni aderenti presenti sul territorio della diocesi e anche qualche associazione confraternale con iscritti di altri comuni che, nei vari ambiti locali, giungono appositamente per partecipare a riti, funzioni religiose e processioni.
    Numerosi sono gli iscritti alle varie confraternite tra soci fondatori soci professi e novizi, circa 780 e da più di tre anni che non vengono consegnati gli elenchi aggiornati ad oggi.
    L'incontro di catechesi è stato presieduto dal nuovo vescovo diocesano Mons.Giuseppe Giuliano, che con grande esperienza di vita vissuta e parole semplici e chiare, accessibili a tutti, nella sua catechesi e incontro pastorale è riuscito a fare comprendere i vari messaggi rivolti all'assemblea, di carità, solidarietà, opere di misericordia.

    I lavori sono stati introdotti dal delegato vescovile canonico Don Luigi Di Condio che ha ben sottolineato l'importanza delle varie confraternite presenti sul territorio, una grande e bella reltà (con i Vs. predecessori Eccellenza, ci siamo dati l'impegno di camminare con la chiesa Nazionale e diocesana. Ci sono confraternite che vanno anche fuori Lucera). Il cammino pastorale è uniformato a quello diocesano. La vita confraternale è un impegno pubblico di pastorale e di formazione pastorale e di carità. Ha porto i saluti il presidente del coordinamento l'architetto Rocco Vincenzo Pio Paiano, presentando anche le varie confraternite alla autorita' diocesana.

    Il pastore diocesano ha ribadito la concretezza della carità, delle  varie aggregazioni laicali, spontanee e gratuite, riferimenti agli incappucciati che offrivano il loro gratuito servizio e che erano molte volte persone della nobiltà, che svolgevano opere concrete di misericordia, riscoprire le sue origini che è  "La carità", crescere nella cortesia, nella delicatezza, la carità non cerca i propri interessi, limitare il vizio.

    All'apertura dei lavori riferimenti alle varie modifiche dello statuto per uniformarlo alle nuove direttive della CEI, consegnati al segretario del Coordinamento ragioniere Alfonso De Luca gli elenchi aggiornati dei vari iscritti ai sodalizi e una breve relazione delle varie attività svolte presenti sul territorio .
    A conclusione lavori con una preghiera comunitaria, è stato donato al vescovo un nuovo pastorale in legno di ulivo.

    Vincenzo Battista

  • Rotary Club di Lucera, incontro con Barbara Falcomer

    Venerdi 10 marzo, presso la Galleria Manfredi, si è tenuto un incontro organizzato da Rotary Club di Lucera, che ha visto protagonista Barbara Falcomer, Direttore generale di Valore D, la prima associazione di imprese che promuove la diversità e il talento delle donne per quella che è la crescita aziendale.
    " A qualunque donna, dico che deve avere il coraggio di essere se stessa, di dar valore al suo potenziale; noi dentro abbiamo tutto quello che serve, se non ci lasciamo condizionare.

    Alle ragazze, alle studentesse voglio lanciare un messaggio importante: non devono mai sacrificarsi, mai tanto meno scoraggiarsi."
    L'incontro di oggi risulta essere una testimonianza importante di come dibattito e riflessione siano imprescindibili.
    Al termine dell'intervento, c'è stato uno spettacolo di cabaret di Barbara Foria, a supporto della onlus Doppia Difesa, fondazione nata per supportare le donne che sono state vittime di abusi.
     
    Erika Raimo



  • Serie di successi per la Podistica Lucera
    La Podistica Lucera ha iniziato l’anno alla grande, ottenendo risultati di tutto rispetto a Barletta, Margherita di Savoia, Foggia, Roma, Canosa e Ravenna.
    Alla “1^ Pietro Mennea Half Marathon “ di km.21,097 di Barletta i migliori della Podistica, presente con ben 25 atleti, sono stati Lino Vannella fra gli uomini con il crono di 1 ora e venti minuti e fra le donne Alessandra Foglia (1^ di categoria) con 1 ore e trentaquattro minuti, ma sono andati benissimo anche Giuseppe Barbano, Massimo Iuliani e Michele Selvaggio.
    Alla “10^ Mare e Sale” di Margherita di Savoia, suggestiva gara fra le saline di Km.9,300, oltre alle prestazioni più che positive dei soliti Lino Vannella, Massimo Iuliani e Michele Selvaggio, sono da sottolineare quelle di Alessandra Foglia (1^ di categoria), Pasquale De Simone (3° di categoria),Massimo Mastrodomenico, Armando Di Prima, Antonio Quatela, Lello Tozzi e Gino Mastroluca.

    Buone notizie anche dal campo scuola “Mondelli-Colella” di Foggia, dove al “Trofeo Provinciale Libertas di campestre” di Km.6 sono andati molto bene Teresa Cutone (1^ di categoria) e Lino Vetere (3° di categoria), al rientro alle gare dopo l’ultimo infortunio verificatosi durante la preparazione per la Maratona di Firenze.
    Poi domenica scorsa i forti atleti della Podistica Lucera sono stati presenti in tre importanti gare e precisamente alla “43^ edizione della Mezza Maratona Roma-Ostia”, dove Massimo Mastrodomenico ha prevalso sugli amici di squadra, alla “20^ Diomediade” di Canosa di km. 9,500, dove si sono distinti Michele Selvaggio e Armando Di Prima, e alla “43^ Valli e Pinete” Mezza Maratona di Ravenna, dove si è ben comportato Lino Vannella.
    Citazione di merito, infine, per Pietro Massariello, Umberto Di Gioia, Bruno Porzio, Leonardo Virgilio, Franco Castellaneta, Tonino Frazzano, Roberto Capitanio, Pietro Citarelli, Giovanni Iorio, Valentina Matera, Pina Testa, Aurora Carano, Pina Giangregorio, Anna Lucia Di Gioia, Antonella De Francesco e Gabriella Niro, che nelle gare di Barletta, Margherita di Savoia, Foggia, Roma, Canosa e Ravenna hanno dato un prezioso contributo per il successo di squadra della Podistica Lucera.

    I prossimi appuntamenti sono la “19^ Maratonina dei fiori” di San Benedetto del Tronto e la “23^ Maratona di Roma”.

  • Rotary Lucera con Valore D - video
    Una serata all’insegna del talento delle donne, una risorsa fondamentale per dare impulso alla crescita del nostro Paese. Il Rotary di Lucera ha ospitato l’associazione Valore D, da anni promotrice della risorsa delle donne nelle imprese e nelle istituzioni.
    Un aumento della presenza femminile, soprattutto nelle posizioni di vertice di aziende e istituzioni, porta benefici organizzativi e migliori risultati. L’affermazione è supportata da studi autorevoli, ma emerge anche dall’osservazione di una famiglia, il cui “motore” è spesso l’instancabile lavoro della donna-moglie-mamma. Investire su questo talento è quindi una scelta strategica. Ed è anche l’ispirazione di Valore D.
    Tutto ha origine da un incontro fra donne manager e a marzo 2009, viene costituita Valore D, la prima associazione di grandi imprese creata in Italia per promuovere il talento e la leadership femminile per la crescita delle aziende e del Paese.
    Il fil rouge della missione di Valore D è la concretezza: promuovere “azioni tangibili e concrete per supportare e accrescere la rappresentanza dei talenti femminili nelle posizioni di vertice”. Concretezza e talento: un binomio che caratterizza tutte le donne che hanno deciso di impegnarsi nell’associazione.
    Inspiringirls è l’ultimo progetto nato e che coinvolgerà le scuole medie superiori, per promuovere nelle ragazze la consapevolezza che le donne possono e devono scegliere qualsiasi lavoro, anche quelli che per retaggi culturali sono reputati meglio adatti agli uomini.
    La serata si è conclusa con lo spettacolo per beneficienza della cabarettista Barbara Foria, a supporto della Fondazione Doppia Difesa Onlus, associazione nata per sostenere le donne che hanno subito violenze, discriminazioni ed abusi.



  • Lo Sport Lucera è finito ko anche con il Troia
    Lo Sport Lucera incassa la sconfitta numero undici su diciannove partite disputate, piegandosi a un Troia determinato a risalire la classifica del Campionato di Seconda Categoria. La squadra allenata da De Masi ha praticato un gioco scialbo e privo di idee per gran parte dell'incontro, al cospetto di concorrenti diretti nella lotta per uscire dalla zona più bassa della classifica.

    Il Troia ha cominciato molto bene il confronto, dimostrando organizzazione ed efficacia nella manovra. Gli ospiti, nel corso del primo tempo hanno impegnato Petrillo con ripetuti tiri dalla distanza e con tentativi ravvicinati. L'estremo di casa ha compiuto un autentico miracolo al 46', opponendosi con felino riflesso alla conclusione da un passo di Concales. I biancocelesti, in questa fase, si sono distinti per un paio di incursioni negli ultimi metri; ma, De Paolis e De Mare non hanno saputo impensierire Russo, il portire ospite che nel prosieguo del match si è reso protagonista di un plateale show con penosi atteggiamenti indisponenti nei confronti dei giocatori lucerini, soprattutto quando la temperatura in campo è salita a livelli poco edificanti.

    Nella ripresa, lo Sport Lucera ha cercato di dare qualcosa in più; tuttavia, è stato il Troia a passare in vantaggio, al 17', con l'ex Veneziano, che ha messo dentro nel corso di una mischia. Il raddoppio è arrivato di lì a poco, al 20', con Ciccarelli, che ha ribadito in rete un tiro del solito Veneziano respinto da Petrillo. All'uno-due, i ragazzi di De Masi hanno risposto con un forcing che ha portato Russolillo a scheggiare il palo al 30'; Disciglio a piazzare un colpo di maglio bloccato in area piccola da un fallo di mano che l'arbitro non ha visto; Valente a mettere di poco a lato, dopo preciso suggerimento di Pellegrino. Nei minuti finali, è affiorato forte il nervosismo che a spezzettato il gioco e indotto l'arbitro ad esibire il cartellino rosso prima per El Kasmi e poi per Valente.

    Lo Sport Lucera tornerà in campo, sempre a San Pio X, giovedì 16 marzo, per i quarti di finale di Coppa Puglia contro la Virtus Andria; mentre, domenica prossima, farà visita al Cagnano Varano.

    Sunday Radio


    Campionato di Seconda Categoria, Girone A

    Risultati della XX Giornata
    Atletico Orta Nova - Ischitella 5-1
    Bella Vita Puglia - Atletico Foggia 2-0
    Carpino Calcio - Stornarella 2-5
    San Giovanni Rotondo - Salvemini Manfredonia 0-0   
    S.Nicandrum Manfredonia - Cagnano Varano Calcio 12-1
    Sport Lucera - Troia 0-2
    Riposo: Don Uva Calcio 1971

    Classifica
    Sanctum Nicandrum Manfredonia 42
    Stornarella 38
    Atletico Orta Nova 35
    Don Uva Calcio 1971 33
    Bella Vita Puglia 28 (-1)
    Carpino Calcio 27
    San Giovanni Rotondo 21
    Troia 20
    Atletico Foggia 19
    Sport Lucera 18
    Salvemini Manfredonia 17
    Cagnano Varano 17
    Ischitella 16

  • Rubati gli alberi piantati dai bambini
    Sono spariti circa 15  dei 300 alberi di noce piantati a inizio mese nei pressi del boschetto di Lucera. Gli alberi erano stati messi a dimora  da centinaia di bambini che avevano preso parte all’evento “sporcandosi le mani”, su  iniziativa dell’Amministrazione Comunale, gli Scout , Associazioni e  Scuole.
    Purtroppo non si tratta del primo episodio di vandalismo nei pressi della Villa Comunale.  Nei mesi scorsi, ad essere presi di mira furono i gradini del Concertino, fontane, lampioni e alcune panchine, senza dimenticare i vari roghi e  i danneggiamenti ai chioschi e agli attrezzi  dell’area fitness.
    Quello degli alberelli è un furto di poche decine di euro, ma anche un atto vandalico, che colpisce gli abitanti per ciò che essi rappresentavano. Gli alberi piantati volevano essere l'esempio tangibile  del senso di comunità, del lavoro in sinergia tra bambini e adulti nel raggiungere lo scopo di trasmettere ai più giovani l’amore per la natura. 
    Sfortunatamente questo ennesimo scellerato gesto, conferma l’assoluta latitanza del senso civico e del rispetto del patrimonio pubblico. Non resta che augurarsi  che gli autori del furto vengano perseguiti e che la generazione futura prenda esempio dalla parte sana della città. Dopo questo ennesimo furto, possiamo affermare decisamente di essere arrivati alla frutta...secca.

    a.z.
     
     




  • L?area del Partito Democratico di Lucera 'NOI CI METTIAMO LA FACCIA' sul congresso di Lunedì 6 Marzo
    Riceviamo e pubblichiamo

    Lunedì 6 Marzo alle ore 18:00, presso il Circolo del PD “G. Parracino” di Lucera situato in Piazzetta del Vecchio, il commissario Paolo Campo teneva una conferenza stampa del partito locale avente ad oggetto: “Convocazione del congresso cittadino”. L’area interna al Partito “NOI CI METTIAMO LA FACCIA” si fa portavoce dei tanti cittadini che nel mese scorso hanno sottoscritto il tesseramento 2016; un tesseramento indetto in data presunta da organo presunto e conclusosi il 17/02/2017 con la sottoscrizione delle stesse. Il termine ultimo per il tesseramento ai fini del congresso cittadino era stato fissato per il 18/02/2017 e ha fornito come risultato finale – come comunicatoci dallo stesso commissario Paolo Campo – un numero di 350 tessere.
    In tanti continuano a mostrarsi indignati per la costante gestione autocratica e dispotica dei soliti militanti che ormai da tempo credono di poter gestire un’organizzazione partitica ad personam fatta di incontri “clandestini” fra i soliti amici, arrivando a mettere sotto i piedi qualsiasi forma di democrazia interna.
    Vi riportiamo degli esempi:
    • si è autorizzato il tesseramento in assenza di propaganda interna ed esterna al partito, limitandosi a coinvolgere solo i propri amici;
    • si è costituito un ufficio tesseramento senza tener presente la rappresentanza delle aree interne al partito, delegando e facendo gestire il tesseramento ai propri amici;
    • solo dopo la prima decade di febbraio è stato divulgato un comunicato dove si apprendeva che, a seguito di assemblea (puntualmente carbonara!!!), il tesseramento ai fini del congresso cittadino scadeva in data 17/02/2017 mentre i giorni di apertura del Circolo erano previsti soltanto il lunedì, il mercoledì e il venerdì;
    • in data 6 marzo, in piena di conferenza stampa, si veniva a conoscenza del fatto che il tesseramento ai fini del congresso era stato chiuso – contrariamente al risultato comunicato il 18/02/2017 pari a 350 tessere – a 421 tessere, ma posticipando la data di scadenza al 21/02/2017 per poter giustificare la differenza delle tessere sottoscritte; il tutto stabilito unilateralmente e senza la dovuta propaganda;
    • in data 6 marzo, durante la conferenza stampa si apprendeva che a seguito della solita assemblea “carbonara“ veniva nominato e costituito un Ufficio Congresso, naturalmente composto solo da amici degli amici.
    Denunciamo questo abuso di potere alla cittadinanza tutta, insistendo con forza nel sostenere che i tesserati rappresentano l’anima del partito e pertanto DEVONO essere convocati in qualsivoglia incontro al Circolo.
     
    La democrazia è il fondamento della costituzione italiana con l’uguaglianza e la libertà e nessuno ha il diritto di disattenderlo. L’adesione al tesseramento è sinonimo di un interesse sociale ancora vivo per un simbolo sopraffatto dalla cupidigia umana, che malgrado tutto esiste; tanti desiderano farlo rivivere con la propria adesione, con la propria forza e il proprio lavoro, avendo mandato di rappresentanza e di ricerca delle soluzione attinenti alle problematiche sociali.
    Così come abbiamo ben argomentato e denunciato in data 6 marzo 2017 a margine della conferenza stampa, riteniamo che il congresso cittadino che Paolo Campo vuole a tutti i costi far celebrare è da scongiurare, considerato che tutte le decisioni fin qui prese riguardanti sia il tesseramento che il congresso siano unilaterali e sanciscono uno status antidemocratico interno al Circolo, volto a favorire un’emarginazione sempre più ampia della nostra area, che si è vista isolata in questi mesi dal contesto partitico a causa di accordi “carbonari” tra i principali e più assidui militanti, aventi come obbiettivo la totale nostra estromissione dalla vita del partito.
    Da vari comunicati e pubblicazioni riscontriamo che il Commissario cittadino Paolo Campo ha disconosciuto in toto le nostre sacrosante denunce e, in barba a qualsiasi forma di confronto, unilateralmente con la collaborazione dei suoi amici, va avanti nella celebrazione del Congresso annunciato per i giorni 18 e 19 marzo 2017.
    Di fronte a tale comportamento, nel caso in cui non si riesca a bloccare il “congresso artefatto”, l’area interna al Partito “NOI CI METTIAMO LA FACCIA”, riunitasi in data 09/03/2017 all’unanimità ha deliberato di presentare la propria lista, indicando nella persona di ROSALIA NAPPA il candidato segretario,compiendo un decisivo passo in avanti nella costruzione dell’alternativa di programma e di schieramento all’interno del Circolo di Lucera.
    Riteniamo la nostra candidatura un segnale positivo per il Partito Democratico, una speranza di cambiamento volto ad una reale democrazia fatta di confronto e collaborazione reciproca unanime; un input sociale per il riavvicinamento sincero del tessuto giovanile cittadino, un anello che congiunga le problematiche sociali che attanagliano la nostra cittadina alle rappresentanze istituzionali dello stesso.
    Invitiamo tutte le tesserate ed i tesserati a compiere con ponderatezza la scelta del futuro segretario del Partito Democratico, una scelta giusta e libera da ogni vincolo di appartenenza, una scelta nell’interesse del circolo e della città di Lucera
     
    L’area del Partito Democratico di Lucera
    “NOI CI METTIAMO LA FACCIA”
    Rosalia Nappa – Francesco Antonio Forte

  • Sospesa la presentazione domande per assegnazione di concessioni in scadenza dei posteggi nei mercati del comune di Lucera
    Direttiva Bolkestein - presentazione domande per l'assegnazione di concessioni in scadenza dei posteggi nei mercati del comune di Lucera.

    Si porta a conoscenza degli operatori commerciali che, a seguito della pubblicazione della legge n. 19 del 27.02.2017 di conversione del d. Leg.vo n. 244\2016, nelle more dell'emanazione di direttive da parte del ministero per le attivita' produttive e\o della regione Puglia, e' temporaneamente sospeso il bando con relativa data di scadenza del termine previsto per la presentazione delle domande per l'assegnazione delle concessioni in scadenza dei posteggi nei mercati del comune di Lucera.
    Si provvedera' con successivo avviso a rendere noto il nuovo termine di scadenza per la presentazione delle domande.

  • Vangelo della Domenica: La Trasfigurazione

    II DOMENICA DI QUARESIMA A – Domenica della Trasfigurazione
     
    E’ questa la domenica in cui il Signore risorto condivide con noi un po’ della gloria che ci è promessa!
    Gli apostoli, i primi chiamati, i testimoni di tanti momenti importanti della vita pubblica di Gesù, salgono con lui la montagna per sperimentare la bellezza della gloria di Gesù. Quella gloria che gli apparteneva “fin dalla fondazione del mondo”. Dio sulla montagna parla con i suoi amici, come fu per Mosè ed Elia.
    Gesù diventa splendente, nel volto e nelle vesti, la gloria che da sempre gli appartiene è per un momento offerta allo sguardo meravigliato e timoroso degli apostoli. Gli apostoli avevano bisogno di questo momento: erano spaventati e confusi per le parole di Gesù che spesso parlava del suo arresto, di un suo passaggio, della sua morte. Ora la gloria del Cristo sembra rassicurarli. Mosè, la Legge, Elia, i Profeti, dicono che Gesù è il pieno compimento di tutta la storia della salvezza: Gesù è la Legge nuova, Gesù è il Messia atteso dai Profeti!
    La voce del Padre, in maniera solenne e definitiva, pone il suo sigillo sulla missione di Gesù nel quale ha posto tutto il suo “compiacimento”. Come al Battesimo Gesù è l’Amato che viene così presentato a tutti gli uomini di buona volontà. Il Padre lo presenta come la cosa più preziosa donata agli uomini, e comanda che tutti lo ascoltino!
    Che il Signore ci faccia comprendere come la domenica resta per noi l’occasione propizia per poter sperimentare il Tabor, la sua Trasfigurazione. Anche noi saliamo il monte e nella santa liturgia siamo in contatto personale col Cristo Risorto. Lui, l’Amato, ascoltiamo! Lui, l’Amato, riceviamo nella santa comun ione! Il Signore ci renda capaci di testimoniare questo incontro vitale con Lui, nelle scelte e nella vita di ogni giorno. Auguri!

    Don Luigi Tommasone
    www.parrocchiasangiacomo.org


  • Maria De Peppo Serena, festeggia la festa della donna
    In occasione della festa della donna, l'8 marzo, presso la Casa di Riposo "Maria De Peppo Serena" si è tenuto un evento promosso dalla CGIL e dalla SPI per far si che all'interno di tali strutture si avverta la presenza del Sindacato.

    A tal proposito abbiamo intervistato sia Alfonso Ciampolillo, segretario dello Spi/Cgl di Foggia che Filomena Di Gioia, rivestita dello stesso ruolo del suddetto.
    Entrambi  hanno affermato che questo tipo di incontri si svolgono in questi centri per portare la presenza del Sindacatoa cospetto delle persone anziane che, purtroppo, molto spesso sono vittime di abusi e maltrattamenti.

    i presenti hanno avuto modo di degustare dolci e intrattenersi facendo sì che gli anziani potessero vivere qualche ora in maniera diversa dalla quotidianità.
     
    Erika Raimo

  • Barbara Falcomer (Valore D) a Lucera incontro con i Rotary
    Disparità di genere e occupazione femminile in Italia: il tema al centro del prossimo dibattito organizzato dal Rotary Club di Lucera
    Ospite d’eccezione Valore D, la prima associazione di imprese per la promozione della diversità, del talento e della leadership femminile
    A seguire, serata-spettacolo di beneficenza con l’artista Barbara Foria a supporto della onlus “Doppia Difesa”, fondazione a difesa delle Donne che hanno subito violenze, discriminazioni ed abusi
    La presenza femminile nelle organizzazioni aziendali come vantaggio competitivo, la parallela necessità di ripensare completamente la cultura di genere – in famiglia, nell’educazione scolastica e nel mondo professionale - e l’urgenza di riequilibrare, a livello normativo, le disparità oggi ancora troppo evidenti.
    E’ questo il programma del dibattito che si è terrà oggi, 10 marzo, a Lucera, nell’ambito di un incontro presso la Galleria Manfredi organizzato da Rotary Club Lucera con la partecipazione di Barbara Falcomer, Direttore Generale di Valore D, la prima associazione di imprese che promuove la diversità, il talento e la leadership femminile per la crescita delle aziende e del Paese.
    Un momento di riflessione, a pochi giorni dalla Giornata Internazionale della Donna, per riportare l’attenzione su un tema estremamente importante come quello della promozione della parità di genere e del lavoro femminile.
    Nel corso del suo intervento, infatti, Barbara Falcomer illustrerà alcune significative evidenze sulla centralità dell’occupazione femminile nel sistema economico italiano.
    Tra queste, i benefici competitivi che derivano dalla presenza delle donne nelle organizzazioni aziendali: secondo il Rapporto Censis 2012, infatti, le aziende con buona presenza di “quote rosa” nei loro organici registrano un aumento del 56% dell’EBIT, mentre il PIL cresce del +7% con livelli di occupazione femminile al 60%.

    Scenari positivi ma che continuano a scontrarsi con la grande difficoltà che le donne italiane riscontrano ancora oggi nel conciliare la vita professionale con quella famigliare, creando un divario significativo tra accesso al mondo lavorativo ed effettiva occupazione.
    Un gap, quest’ultimo, che rende necessaria un’attenta riflessione sulla cultura lavorativa di genere in Italia – dove, ad esempio, la maternità può rappresentare un fattore penalizzante per la popolazione lavorativa femminile – e l’incoraggiamento di un’azione di sistema che, a livello normativo, economico ed organizzativo, possa ristabilire equilibrio a favore di una maggiore inclusione di genere in ambito professionale, anche nei più alti livelli di gerarchia aziendale.
    “Promuovere l’occupazione femminile e sostenere la diversità e l’inclusione in azienda è un obiettivo che, come Valore D, riteniamo cruciale per lo sviluppo socioeconomico del Paese”, ha ricordato Barbara Falcomer, Direttore Generale di Valore D. “Per questo crediamo che azioni integrate a livello organizzativo e culturale in azienda, insieme a misure economiche e normative a livello governativo – come il welfare aziendale, o smart working, la paternità per esempio- possano davvero fare la differenza e segnare un cambio di passo. In questo senso, occasioni di confronto come quella di oggi rappresentano un incentivo a proseguire in questo impegno”.

    “L’incontro di oggi costituisce un’importante testimonianza di come dibattito e riflessione sul tema dell’occupazione femminile siano necessari e imprescindibili, così come necessario è il confronto continuo per stimolare interesse e riflessione comuni”, ha commentato Ernesto De Martinis, Presidente del Rotary Club Lucera.
    Il dibattito sarà seguito da una serata benefica, con spettacolo di cabaret di Barbara Foria, nella cornice della “Festa delle Donne” del Rotary Club Lucera. L’iniziativa è a supporto della onlus Doppia Difesa, fondazione nata per sostenere le donne che hanno subito violenze, discriminazioni ed abusi.

    Rotary Club Lucera
    Il Presidente
    Ernesto De Martinis

  • Nasce a Lucera il Comitato 'AcqueRotto'
    Il Comitato "AcqueRotto" è nato su facebook per idea di un cittadino lucerino stanco delle continue interruzione dell'acqua potabile a Lucera, parliamo di Pasquale Di Matto, il quale ha creato un gruppo sul famoso social network e che ad oggi conta ben 1431 membri.
    Ora dalle parole ai fatti, il Comitato dopo un'assemblea pubblica ha approvato un l'atto costitutivo e ha eletto un consiglio direttivo e nominato un Presidente.

    I suoi componenti sono:
    - Pasquale Cappelletti - Presidente
    - Antonio Zoila - vice-Presidente
    - Antonella Salvatore - Segretaria
    - Fabio Colelli - Tesoriere
    - Antonio Santacroce - Consigliere
    - Michele Erisini - Consigliere.

    Il Presidente del Consiglio Direttivo é anche Presidente del Comitato.
    Nell'attesa di saperne di più, auguriamo, al neonato comitato, di poter raggiungere gli scopi prefissati.

  • Tutta nuova l'ammiraglia di casa Volvo: la S90
    La sicurezza di avere un salotto hi-tech
     
    ALBA ADRIATICA – La Volvo presenta la sua nuova ammiraglia, che va a prendere il posto della S80, uscita di produzione a fine 2015. Quest'auto è la S90. Il nuovo prodotto scandinavo è disponibile con 1 Motore a Benzina 2000 (denominato T5 nella variante da 254 cv, T6 nella variante da 320 cv) o con 1 Motore Turbodiesel 2000 (denominato D3 nella variante da 150 cv, D4 nella variante da 190 cv, D5 nella variante da 235 cv), negli allestimenti Momentum, Business Plus, R-Design, Inscription. Esternamente la nuova proposta Volvo per le berline lussuose è sicuramente più moderna della S80 che va a sostituire (era un'auto nata nel 1998 e uscita di produzione alla fine del 2015). Le linee sono eleganti e molto lussuose, il design è originale, il profilo è filante e nasconde bene i quasi 5 metri di lunghezza (496 cm, per la precisione). Il frontale è avveniristico e riprende il nuovo family feeling della casa svedese, visto per la prima volta sulla nuova XC90: cofano allungato, grande mascherina cromata centrale, fari xeno-led a “martello di Thor”. Il posteriore è quello di una classica berlina: una lunga coda, il bagagliaio separato dall'abitacolo, un grande lunotto vetrato. Molto belli sono i gruppi ottici a forma di boomerang: danno un tocco di sportività alleggerendo la coda della S90. Anche a bordo si respira un’aria di modernità: nella plancia, dalle forme minimaliste, spicca una grande consolle a sfioramento da cui si controllano non solo il sistema multimediale, ma anche le principali funzioni dell’auto (incluso il climatizzatore). Quanto allo spazio, è abbondante, come è grande il bagagliaio. Moderno e completo, molto ben leggibile, il quadro strumenti. Ed ora lo spazio test drive: la Volvo S90 provata è stata la D5 AWD Geartronic Inscription da 89090 €. La nuova ammiraglia berlina di casa Volvo, a cui, in brevissimo tempo si affiancherà la station wagon V90, è una vettura con cui la casa di Goteborg ha fatto un balzo in avanti notevole, andando a guerreggiare apertamente, secondo me, con mostri sacri come Audi A6, Mercedes Classe E, BMW Serie 5. La nuova S90 ha tutto per fare bene: elegante, sportiva, sinuosa, molto comofortevole. E' un salotto su ruote ed è un vero piacere farsi coccolare dall'ammiraglia svedese mentre la si porta a fare un giro o in lunghi percorsi autostradali, il suo terreno di conquista.

    Come ogni Volvo che si rispetta, la sicurezza viene prima di tutto, e anche la S90 non si smentisce. Fra gli equipaggiamenti che si trovano a bordo abbiamo: l’allarme anti-colpo di sonno e quello che avvisa in caso di uscita involontaria dalla corsia (in questo caso, il servosterzo elettrico corregge la traiettoria per riportare l’auto all’interno delle strisce sull’asfalto); il cruise control adattativo, il cui radar di distanza viene utilizzato anche per la frenata d’emergenza; il Pilot Assist: che funziona fino a 130 km/h e si basa sulle linee di demarcazione che le telecamere leggono sull’asfalto (se non sono ben visibili il dispositivo non funziona), mente il radar provvede a mantenere la distanza di sicurezza riducendo (se necessario) la velocità rispetto a quella impostata col cruise control; la telecamera del sistema City Safety  che è in grado di individuare, oltre a veicoli, pedoni e ciclisti, anche animali di grossa taglia, attivando un allarme e i freni per evitarne l’investimento e lo stesso occhio elettronico serve per la commutazione dei fari a led dalla posizione di abbaglianti a quella di anabbaglianti quando si rischia di disturbare i guidatori degli altri veicoli;  i sensori per l’angolo cieco dei retrovisori, il radar che riduce il rischio di collisioni nelle svolte agli incroci e il sistema che, in caso si stia per essere tamponati, attiva le “quattro frecce” e tende in anticipo le cinture di sicurezza;  l’head-up display. Il motore che equipaggia la S90 guidata è lo straordinario 2000 Turbodiesel nella potenza più elevata, quella da 235 cv, denominato D5. Questo propulsore è straordinario: piccolo di cilindrata = piccoli costi di gestione e bassi consumi, ha prestazioni al top in potenza, brillantezza, silenziosità: sembra di avere almeno un 3500 di cilindrata sotto il cofano, a mio parere. Questo motore, unito allo straordinario cambio automatico a 8 marce e alla trazione integrale, fa viaggiare in tutta sicurezza, comfort e comodità. Infine il listino prezzi: si va da 52150 € della T5 Momentum per arrivare a 67580 € della T6 Inscription AWD Geartronic (Benzina); si va da 46900 € della D3 Momentum per arrivare a 64180 € della D5 Inscription AWD Geartronic (Diesel).
     
     
    Per ogni informazione sul mondo dei motori visitate il mio magazine www.bestmotori.it
    Bruno Allevi

  • Lucera, la tradizione delle "Quarantane"
    Sabato 4 marzo, presso la cornice del Teatro Garibaldi, si è tenuto un convegno  incentrato sulla tradizione delle "Quarantane", bambole di pezza che si appendono a metà di una cordicella ('a zuculèlle) legata da balcone a balcone, o da finestra a finestra.

    La presentatrice dell'incontro è stata Simona Terlizzi ; sono intervenuti Cleto Bucci (Ruvo di Puglia) il quale ha descrito la tradizione della Quarantata al pubblico e soffermandosi anche sulla descrizione di essa: "come la regina di Inghilterra, non le manca mai la borsa!"

    E'  intervenuto anche Valerio Coppola (Aquilonia)  soffermandosi anch'egli sul messaggio che questa particolare bambola di pezza vuole dare: il senso del passaggio, sino alla Pasqua di resurrezione.

    E' intervenuta, successivamente Luigia Cirsone,vice presidente del Gif di Lucera:" sono 15 anni che confezioniamo Quarantane ed ogni anno ci perfezioniamo", ha detto la stessa.

    E' intervenuta poi la laureanda Chiara Petrillo e la serata è stata caratterizzata dagli interventi dell'associazione Ethnos, che hanno reso la serata deliziosamente animata da danze popolari.

    Erika Raimo

  • L'artista Franco Scepi, presenta il catalogo 'Over Ad' Art'

    Il 6 marzo scorso, presso la libreria Kublai di Lucera, l'artista Franco Scepi ha presentato il suo catalogo "Over Ad' Art”. A tal proposito, abbiamo intervistato Gaetano Cristino, curatore della mostra e critico d'arte
    si è avuta l’accoglienza amichevole da parte dell’Associazione “This is Art” presieduta da Pasquale Minafra.
    "Interessante è la mostra antologica che sintetizza sessant'anni di attività, dal 1957 al 2017.
    Sessant'anni di attività non possono essere ridotti in breve, poiché Franco Scepi, artista ammirevole, ha attraversato tutti i linguaggi artistici." Ha detto lo stesso critico, durante l'intervista.
    "Ha avuto contatti con i più grandi artisti del '900."
    Una caratteristica che va evidenziata dell'artista Scepi è la seguente: egli non si limita a fare spot pubblicitari, cerca di inserire l'arte nei messaggi pubblicitari.
    Alla Scala di Milano, si  è occupato di Tv, pubblicità con aziende e ditte italiane.
     
    Erika Raimo

  • Alla Sala Paisiello di Lucera una due giorni dedicata a Bach. Sabato 11 e domenica 12 marzo
    In Sala Paisiello una due giorni dedicata a Bach. Sabato 11 e domenica 12 marzo, alle 20, il violoncellista Francesco Mastromatteo si esibirà in tutte e sei le Suites “Mondo di Gioia” del grande compositore tedesco.
     
    Lucera, 9-3-2017. La Sala concerti Paisiello di Lucera sta per riempirsi di gioia. Il prossimo fine settimana infatti è in programma una due giorni dedicata al “Mondo di Gioia”, suites per violoncello solo scritte da Johann Sebastian Bach tra il 1714 e il 1725 tra la città di Cöthen e Dresda.
    Sabato 11 e domenica 12 marzo, alle 20, sul palco di Via Bozzini si esibirà Francesco Mastromatteo, violoncellista foggiano, direttore artistico degli Amici della Musica del centro federiciano, che proporrà tutte e sei le suites (quattro il primo giorno e le altre nel secondo).
     
    Mastromatteo svolge la sua attività concertistica tra l’Europa e gli Stati Uniti, dove si è perfezionato, ed direttore artistico anche dell’organizzazione no-profit “Classical Music for the World” di Austin (Texas). Si è esibito come solista con prestigiose orchestre italiane e straniere e svolge un’intensa attività cameristica, collaborando anche in formazione di duo con vari pianisti di fama internazionale. È docente di Musica da Camera al Conservatorio “Umberto Giordano” di Foggia e tiene recital solistici, in duo e master class per la University of Nevada Las Vegas, l’Oklaoma City University e la Meadows School of the Arts di Dallas.
     
    «Mondo di Gioia – spiega Elvira Calabria, presidentessa della Paisiello – descrive un percorso fatto dai mezzi artistici più lineari ed immediati: quattro corde, la forma definitiva di uno strumento dalle profonde capacità espressive e la capacità figlia di un artigianato compositivo dalle risorse inimmaginabili, di immaginare il futuro tecnico timbrico artistico del violoncello, della sua “Voce Umana”. Si manifesta così la filosofia artistica di Johann Sebastian, il compositore che scrive “per Dio e per l’elevazione dello Spirito”, il creatore di un mondo in cui la varietà che nasce dall’unicità di un timbro, ai tempi nuovo, diviene capace di esprimere l’infinita mutevolezza dell’animo umano, dei suoi pensieri, delle sue emozioni» .
    «Le Suites – aggiunge lo stesso Mastromatteo - sono l’anima trasformata in suono, dalla purezza innocente del loro inizio nella essenziale Prima Suite, alle architetture molteplici e rigogliose della straordinaria Sesta Suite. Un viaggio che cancella la gravità, liberando i desideri, la capacità di immaginare il futuro, di abbandonarsi grati alla Vita, al suo Mondo di Gioia che trasfigura il dolore in una Musica Perfetta e Senza Fine».
     
    I biglietti per assistere al concerto sono acquistabili la sera dell’evento (ingresso in sala ore 19.30)
     
    La XXXIV stagione è realizzata con il contributo della Regione Puglia – Sezione Economia della cultura e grazie alla generosità della Fondazione Musicalia della Fondazione Banca del Monte "Domenico Siniscalco Ceci" di Foggia.
     
    Associazione Amici della Musica “Giovanni Paisiello”
    Via Bozzini, 8 (vicinanze Piazza Duomo) – Lucera (Foggia)
    tel. 0881 542027 – 328 4064980
    e-mail: info@amicimusicapaisiello.com
    sito web: www.amicimusicapaisiello.com - Facebook: Amicidellamusicapaisiello
     
    Sabato 11 marzo/ Domenica 12 marzo
    MONDO di GIOIA
    Le Suites per Violocello Solo di Johann Sebastian Bach
    Francesco Mastromatteo, Violoncello
    Programma I
    J.S. Bach: Suite BWV 1007
    Prelude
    Allemande
    Courante
    Sarabande
    Menuet I&II
    Gigue
     
    J. S. Bach: Suite BWV 1008
    Prelude
    Allemande
    Courante
    Sarabande
    Menuet I&II
    Gigue
     
    J.S. Bach: Suite BWV 1009
    Prelude
    Allemande
    Courante
    Sarabande
    Bourrèe I&II
    Gigue
     
    J. S. Bach: Suite BWV 1010
    Prelude
    Allemande
    Courante
    Sarabande
    Bourrèe I&II
    Gigue
     
    Domenica 12 marzo
    Programma II
    J. S. Bach: Suite BWV 1011
    Prelude
    Allemande
    Courante
    Sarabande
    Gavotte I&II
    Gigue
     
    -----------
     
    J. S. Bach: Suite BWV 1012
    Prelude
    Allemande
    Courante
    Sarabande
    Bourrèe I&II
    Gigue
     
    FRANCESCO MASTROMATTEO, violoncellista
    Definito dal Dallas Morning News “virtuosic and passionate musician”, Francesco Mastromatteo, svolge la sua attività concertistica tra l’Europa e gli USA ed è direttore artistico sia degli Amici della Musica “G. Paisiello” di Lucera (FG) che della organizzazione no-profit “Classical Music for the World” di Austin (Texas). Dal 2013 è docente di Musica da Camera presso il Conservatorio “U. Giordano” di Foggia, per la sede di Rodi Garganico. Si è esibito come solista con la Meadows Symphony Orchestra di Dallas, Round Rock Symphony, Balcones Community Orchestra, l’Orchestra Sinfonica della Provincia di Foggia, il Meadows Wind Ensemble, l’Orchestra “Suoni del Sud”,  l’Orchestra Sinfonica Città di Pescara, e la Starlight Symphony. Inoltre ha eseguito le Suites per violoncello solo di J.S. Bach, sia negli USA che in Italia, debuttando con tale repertorio presso il prestigioso Ravenna Festival nel 2009. Svolge un’intensa attività cameristica ed è attualmente violoncellista del duo e trio d’archi Mastromatteo. Collabora  in formazione di duo con vari pianisti: A. Wright, C. Wright-Ivanova, M. Schneider e ha inciso con A. Pompa Baldi la sonata op. 36 di E. Grieg per la Centaur Records negli USA. Tiene recital solistici, in duo e master class per University of Nevada Las Vegas, Oklaoma City University, Meadows School of the Arts - Dallas.
     
    Violoncellista attento alle diverse prassi esecutive, Francesco ha collaborato con l’ensemble barocco Concerto Italiano e con la Camerata Anxanum. Sul versante contemporaneo ha eseguito le in prima assoluta la sonata di T. Sleeper (2009) e i brani per violoncello di R. Franck, di K. Hanlon e S. Taglietti. Ha vinto il primo premio al Concorso Nazionale violoncellistico “G. Turci” di Ravenna, e in duo con il pianista T. Cogato, il 1° premio del Concorso Internazionale di Musica da camera “Città di Padova” 2003. Ha ricoperto il ruolo di Primo Violoncello dell’Orchestra Sinfonica Umberto Giordano della Provincia di Foggia nella stagione 2003/ 2004 e della Meadows Symphony Orchestra a Dallas dall’estate dello stesso anno sino al 2008, oltre che della University of Texas Symphony dal 2009 al 2012.
     
    Mastromatteo ha completato il Dottorato in Violoncello Performance presso la Butler School of Music della University of Texas at Austin nel 2012 sotto la guida di B. Tsang e ha conseguito il Master of Music e l’Artist Certificate presso la Meadows School of the Arts di Dallas sotto la guida di A. Diaz. Ha studiato in Italia con A. M. Mastromatteo, M. Shirvani e L. Piovano. Infine ha conseguito, con lode, la laurea in Lettere presso l’Universita’ di Bari, pubblicando la sua tesi su Umberto Giordano per la Bastogi Editrice. Tiene guide all’ascolto, conferenze-concerto e presentazioni musicologiche in italiano e inglese, pubblicando articoli specialistici sull’International Journal of Musicology.

  • Una giornata dedicata alla bellezza presso la Target Education, scuola di Formazione a Lucera
    Si è svolta oggi, presso la sede della Target Education, scuola di Formazione a Lucera, in occasione della Festa delle Donne, una giornata speciale dedicata alla bellezza, intesa sia come aspetto esteriore che interiore della donna.
    Hanno partecipato le allieve del corso triennale di estetica della Target Education, che hanno potuto approfondire alcuni aspetti essenziali, a livello teorico e pratico, su alcune tecniche di grande tendenza, grazie alla presenza di Chiara Gattellaro, tecnica make up artist, che ha effettuato una presentazione aziendale e del trucco della Ripar Cosmetici.

    La Ripar, da decenni opera nel settore del make up, integra le abilità e le competenze di due generazioni di chirurghi plastici con l’esperienza tecnica di una delle più affermate professioniste italiane della bellezza, fondatrice di quest’impresa familiare da tempo proiettata in campo internazionale.

    Notevole è stato l'interesse dimostrato dalle ragazze presenti, che non hanno esitato a porre domande sulle diverse tecniche di trucco dimostrate. Una prima parte della giornata è stata dedicata alla cura della pelle e del make up, con particolare attenzione alla tecnica del Camouflage e applicazione della micropigmentazione. Questa tecnica si è sviluppata per aiutare a risolvere problematiche o inestetismi cutanei di origine congenita, traumatica, dermatologica e chirurgica che possono lasciare sulla pelle segni sgraditi. E' il caso, ad esempio di problemi, come angiomi, couperose, vitiligine, teleangectasie, discromie cutanee, macchie solari o senili, acne, esiti di ustioni, smagliature, cicatrici, ecchimosi, macchie blu, occhiaie o tatuaggi, che grazie all'utilizzo del Camouflage (Ripar Cover Camouflage) possono essere nascosti. Oltre che migliorare l'aspetto estetico questo metodo dona una maggiore sicurezza nella persona che non vive più il problema di rapportarsi con gli atri sentendosi esposte.

    Una seconda parte della giornata è stata dedicata all'applicazione pratica del trucco, da quello beauty a quello moda, artistico, sposa e orientale (stile geisha).
    E' stata dimostrata la tecnica dello smokey eyes, dedicando particolare attenzione al trucco sposa, da quello più naturale al più accentuato, passando a quello orientale, con un trucco fashion, accentuando le caratteristiche del viso e occhi orientali, attraverso l'utilizzo di colori scuri come il nero e il viola, applicando infine un trucco labbra nude.

    La giornata dimostrativa ha riscosso un notevole successo tra le allieve, che non hanno esitato a rispondere con entusiasmo all'impegno richiesto. La professionalità e l'attenzione della Target Education si sono evidenziate anche in questa particolare occasione, offrendo alle proprie allieve la presenza di una rappresentante della Ripar, importante marchio di cosmetici di elevato livello. Questo è ciò che la scuola di formazione lucerina si pone come obiettivo: massima qualità per consentire a chi frequenta i suoi corsi di esprimere al meglio le proprie potenzialità.

    Sito web: www.targeteducation.it


  • Effettua ora il controllo della tua caldaia. Ottieni il bollino con Bosco Impianti a Lucera
    Assicurati che la tua caldaia funzioni bene, per riscaldare efficientemente l'abitazione, un impianto che funziona correttamente inquina e consuma meno gas.

    Effettua ora il controllo della tua caldaia, sia per la sicurezza della tua abitazione che per evitare eventuali sanzioni a seguito di controlli.
    Per il quadriennio 2017-2020 puoi rivolgerti a Bosco Impianti di Giancarlo Bosco per la revisione della tua caldaia, con rilascio di bollino.
    Specialisti di caldaie, impianti di condizionamento aria, trattamento acque, impianti idrici, energie alternative.

    Via delle Porte Antiche - Lucera - FG - IT - Tel. +39 348 6601151 - 349 0614056
    Sito web: www.boscoimpianti.it

  • Causa forte vento, a rischio caduta il cassone della gru di via Campanile a Lucera
    A causa del forte vento di questa mattina, dalla gru posta in via Campanile, zona Lucera 2, nell'area in costruzione dedicata all'asilo nido di quartiere, è a rischio caduta il cestello in ferro/acciaio che trasporta il materiale edile. Sul posto sono presenti al momento i Vigili Urbani che hanno provveduto a chiudere temporaneamente il traffico della strada al fine di evitare possibili incidenti a persone e/o mezzi, e i mezzi dei Vigili del Fuoco pronti ad intervenire in caso di necessità.

  • Festa delle donne: due poesie dedicate
    Un ramoscello di soffici e delicate mimose per te donna

    Parlare di donne è parlare di stelle! Per quanto si possano chiudere gli occhi loro ci illuminano sempre.
    Creature complicate e meravigliose del creato sanno ridere, piangere e amare come solo loro sanno fare. Forse anche loro hanno qualche difetto: dopo essersi spese per gli altri, dopo essersi donate, si dimenticano di quanto valgono.
    Un ramoscello di soffici e delicate mimose che, nate nella fredda stagione al primo tepore del sole, resistono alle bufere e al freddo, proprio come te che trovi sempre la forza per andare avanti e un sorriso per tirarti su, oggi mi piace donarti!
    Donne: cinque dolcissime lettere che mandano avanti il mondo intero.

    Dònne: cinghe lèttere k’annande u munne mannene
    Agurje a tè, bammine; a tè,
    fegghjulètte; a tè, figghje; a tè,
    ‘nnammurate; a tè, spóse; a tè,
    mamme; a tè, mammanònne! Agurje
    a tuttekuande i dònne ka kambene
    è pparpetrèjene è kka nda l’ucchje
    tènene u sóle è ssòpe i uange
    l’akkue ka da ngile ascènne. Dònne
    d’a faccia janghe è ssugnande vasate
    è ‘llustrekate da Markòfje; dònne
    mature k’i suluke sóp’a facce
    k’hanne già sengalate ‘na stòrje
    de prjèzze ò dde delure d’akkundà
    è prònde a kuarzìjeze sagrefice
    pe ki béne vulite. Nen mbòrte
    ki site è kkuille ka facite
    pekkè dinde de vuje tenite
    ‘na lustre akkussì lustrekòse
    ka nummaje putarrà ghèsse
    affukate da nessciune. A vuje dònne
    ka site i déje d’u munne ‘speratrice
    dike: «Jate a kape agavete
    è ffire d’èsse dònne, d’èsse mamme,
    pekkè nd’a trippa vòstre ce stace
    u krjate è u kambà!» Agurje a vuje
    dònne ka ke cinghe lèttere annande
    tuttekuande u munne mannate.

    Donne: cinque lettere che mandano avanti
    il mondo intero
    Auguri a te, bambina; a te,
    ragazza; a te, figlia; a te,
    innamorata; a te, sposa; a te,
    mamma; a te, nonna! Auguri
    a tutte le donne che vicono
    e palpitano e che negli occhi
    hanno il sole e sulle gote
    la pioggia. Donne
    dal viso bianco e sognante baciato
    e illuminato dalla luna; donne
    mature con i solchi sul viso
    che hanno già segnato una storia
    di gioia o di dolore da raccontare
    e pronte a qualsiasi sacrificio
    per chi amate. Non importa
    chi siete e cosa fate
    perché in voi avete
    una luce talmente luminosa
    che giammai potrà essere
    annientata da nessuno. A voi donne
    che siete le muse ispiratrici del mondo
    dico: «Camminate a testa alta
    e fiere di essere donne, di essere mamme,
    perché nel vostro ventre c’è
    il creato e la vita!» Auguri a voi
    donne che con cinque lettere avanti
    mandate l’intero mondo.
    Pasquale Zolla

    ---------------------------------------------
    Pubblichiamo per gentile concessione dell'autore Giuseppe Palladino una poesia dedicata alle donne in occasione della " Giornata Internazionale della Donna ",
    per quello che sono,
    per quello che fanno,
    per quello che rappresentano,
    per la loro forza e vitalità,
    per non arrendersi mai dinanzi alle difficoltà,
    per i loro sacrifici mai fatti pesare,
    per le loro sofferenze ingiustificate,
    per i loro colori e profumi,
    per il loro tutto.
    E poi mi chiedo, noi cosa saremmo senza di loro?

    DONNA TU  SEI
                                                                                       
    Tu sei donna
    e sei forte,
    che donna che sei.
    Sublime tu sei.
    Ti voglio e vorrei:
    un battito d’ali,
    un respiro.
    Poi ancora vorrei:
    il tuo fiore,
    un ardore,
    un bagliore,
    un amore e lo sei.
    Tu sei donna
    e sei tutto,
    e il tuo tutto vorrei.

    Tu sei armonia
    sei corda che vibra,
    e il tuo suono vorrei.
    Nella mente penetri,
    e da eco distante
    poi  ti avvicini
    e diventi toccante,
    tu sempre circoli dentro di me.
    Ancora tu sei:
    pioggia battente,
    poi arcobaleno nel cielo
    e infine blu che accende il sereno.
    Tu sei donna
    e sei musica,
    e che musica sei.

    Tu sei cibo che nutre
    e sei pane,
    il mio vivere sei.
    Sei pensiero che sazia
    e voglio crescer di te.
    Sguardo che blocca,
    viso che fissa,
    e quel tuo fare che piglia.
    E poi ancora:
    sei meraviglia
    splendida sei.
    Donna da sempre,
    donna e sostanza.
    Donna tu sei
    e così ti vorrei.                                                  
    Giuseppe Palladino

  • 'Divinamente Donne' a Lucera - video
    “Divinamente Donne” per celebrare la Festa delle donne; un appuntamento in Capitanata promosso dall’Associazione Nazionale Le Donne del Vino presso la Biblioteca Comunale S. Pasquale, in contemporanea con gli eventi promossi in tutta Italia con la Festa delle Donne del Vino.
    In Puglia sono stati sei gli appuntamenti in programma il 4 marzo - in territori diversi, spaziando da nord a sud - tutti dedicati a storie di donne che, con grinta e professionalità, “muovono il mondo” in diversi ambiti lavorativi.

    A Lucera Marika Maggi, socia de Le Donne del Vino in rappresentanza della Daunia, ha organizzato “Divinamente Donne”, il dibattito che partendo dal settore vitivinicolo ha esplorato a 360° il mondo dell’imprenditoria femminile in Capitanata.
    Tante le donne, di diversa età e ognuna con il proprio bagaglio di esperienze, chiamate a dare il proprio contributo: si è spaziato dell’arte culinaria, alle rappresentazioni grafiche, dall’enologia, all’associazionismo, tutte insieme a rivendicare il ruolo importante delle donne nella società.
    S.D.G.



  • Lo psicologo - Alcool e giovani: il ?Binge Drinking?
    Si beve per socializzare e stare in compagnia, ma spesso la regola è “sballarsi”, divertirsi e fare casino. Ecco un nuovo must per i giovani che popolano le vie delle città il fine settimana. L’alcool viene utilizzato come mezzo utile per trasgredire. E’ più facile, infatti, da recuperare rispetto alle droghe, è socialmente più accettato, è sponsorizzato da continue campagne pubblicitarie che fanno apparire i protagonisti degli spot attraenti, disinibiti e alla moda. Il consumo di bevande alcoliche tra i giovani, purtroppo, è cambiato rispetto al passato. Oggi si parla di “Binge Drinking” riferendosi alla tendenza ad assumere grandi quantità di alcolici nel corso della stessa serata o comunque in un breve periodo di tempo con l’effetto di ubriacarsi. Scende vertiginosamente anche l’età in cui avviene il primo contatto con le bevande alcoliche: fin dai 10-11 anni. L’alcol, al pari delle altre droghe, offre all’adolescente (con un ancora fragile e frammentato senso di identità) una modalità immediata e apparentemente “a costo zero” di sperimentare sollievo, disinibizione e benessere allontanandolo da problemi, insicurezze e sentimenti di inadeguatezza personali. Ma tutto questo è veramente a costo zero? Vediamo un po’…

    Quali sono i pericoli diretti e indiretti dell'alcol?
    Il consumo di alcol in adolescenza è dannoso perché agisce su un sistema nervoso che ha una particolare vulnerabilità agli agenti tossici. Fino ai 18-20 anni, infatti, il cervello è in una fase di sviluppo e formazione e dunque l’assunzione di alcol in questa fascia di età può compromettere questo processo e limitare il raggiungimento delle piene potenzialità cerebrali. In particolare, le più recenti scoperte ci dicono che viene danneggiata la Corteccia Prefrontale (quell’area del cervello deputata al controllo inibitorio, alla capacità di fermarsi prima di agire impulsivamente). Ragione per cui l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) raccomanda la totale astensione dall’alcol almeno fino ai 15 anni. A ciò si aggiunga che bere alcol può avere effetti negativi sul fegato, sul pancreas, sul cuore, sulla capacità di giudizio e sulla memoria, in quanto il Binge Drinking  nel medio termine  può causare danni irreversibili all’ippocampo (una parte molto importante del nostro cervello deputata alla memoria). L’eccesso di alcool è inoltre alla base, come ci rammentano quotidianamente le cronache, di incidenti automobilistici, risse e omicidi.

    Come si può intervenire?
    Con la prevenzione. È stato dimostrato che il comportamento dei genitori e la loro assunzione di bevande alcoliche influenza i figli, tanto che i ragazzi che consumano alcolici e vivono in famiglie in cui si beve molto sono di più rispetto a quelli che vivono in famiglie in cui i genitori consumano modeste quantità di alcol o non bevono. Questi dati dovrebbero farci riflettere sul modello di vita che trasmettiamo ai nostri figli.
    E poi voglio rivolgermi direttamente a voi ragazzi: la migliore prevenzione la potete fare voi per voi stessi!! Le cellule nervose, sono le uniche cellule del nostro corpo che una volta perse non si rigenerano più: sappiate che ogni volta che vi “sballate” decidete deliberatamente di uccidere i vostri neuroni e di danneggiare in modo permanente le vostre abilità cognitive, la vostra intelligenza e la vostra felicità. A voi la scelta…

    P.S.: Se avete dei quesiti da porre a Salvatore Panza, scrivete nell’area commenti o, se preferite una comunicazione privata, inoltrateli direttamente alla casella di posta del Dottore: salvatore_panza@virgilio.it. Per altre informazioni visitate il sito: www.salvatorepanza.it oppure telefonate al: 340.2351130.


Visto turistico

Visto per l'italia